Primo piano: Internationale Spieltage 2019 - Essen…on vai te ne penti

Ci siamo, tra meno di ventiquattro ore aprirà i cancelli la trentaseiesima edizione della Internationale Spieltage di Essen, il principale evento ludico europeo, in grado di catalizzare su di sé le attenzioni dell'intera community del pianeta con il suo bagaglio di nuove proposte editoriali, ma anche con le interessanti iniziative che ogni anno vengono organizzate in seno alla kermesse.
 




A conferma del costante trend di crescita, dopo i 190mila visitatori dello scorso anno, l'organizzazione dell'evento ha logisticamente rivisto il suo sistema di ammissione, inaugurando il nuovo ingresso est - con 3000 guardaroba e molte altre casse - riservato esclusivamente a coloro i quali acquisteranno il ticket direttamente in fiera a fiancando ai classici ingressi sud e ovest, quest'ultimo dedicato invece a chi invece arriverà con il biglietto in mano.

Tra pochissimo però, è già tempo di SPIEL Peview Night, un evento che partirà alle 18 di oggi e che consiste in una grandissima sessione di gioco localizzata al centro congressi sud del polo fieristico, in cui chi avrà acquistato il relativo pass (non è compreso nei normali biglietti d'ingresso) potrà sedersi e provare molte delle novità che faranno il loro esordio domani.
Come detto, i quattro giorni della SPIEL praticamente monopolizzano le attenzione degli operatori di settore e degli appassionati di tutto il globo, per cui anche chi non potrà presenziare fisicamente in terra teutonica avrà la possibilità di seguirla in diretta streaming sul canale Twitch dell'evento. Per gli operatori che invece ci saranno, la Friedhelm Merz Verlag per la prima volta, quest'anno inaugura il News Show, dove soprattutto giornalisti e negozianti potranno approfondire ogni dettaglio sui principali prodotti presentati in fiera.
Sempre in tema di novità, il 2019 è anche l'anno dello Spiel Educators' Day, che avrà luogo per l'intera giornata di venerdì 25 ottobre nella Sala Berlino. Durante il consesso si terranno tavole rotonde e verranno esposti case study con esperti di settore, circa il ruolo dei boardgame nel settore educational e riguardo la loro importanza nel rendere migliori le persone e le società. Non a caso molte sono le attenzioni dedicate alla beneficienza dagli operatori presenti alla quattro giorni di Essen. È stata riconfermata infatti la BrettSPIEL Cake, iniziativa nata quasi per caso lo scorso anno, in cui oltre quaranta tra editori, blogger, youtuber e podcaster contribuiscono per una piccola rivendita di dolci (sita nella Hall 3, booth 3-H100), i cui proventi saranno destinati al programma di mentoring per bambini in età scolare Balu und Du. Sempre per la stessa causa, altri fondi verranno raccolti grazie a SPIEL4GOOD, in cui gli editori hanno donato circa 600 dei loro prodotti che, insieme a quelli usati nella SPIEL Preview Night, saranno venduti in borse "a sorpresa" contenenti tre scatole a 25€ (Hall 5, booth 5-A113).

Sempre in tema di conferenze, alcune molto interessanti avranno luogo nella giornata di sabato, come quella alle 15 in Sala Berlino dove Ignacy Trzewiczek festeggerà le venti candeline della sua Portal Games raccontando tanti aneddoti interessanti; oppure quella che gli seguirà alle 16, in cui si discuterà di come i boardgame possono rendere la terra un posto migliore dal punto di vista di ecologia, sfruttando tematiche utili alla sensibilizzazione (ad es. Co2 Second Chance o Ocean Crisis), oppure adottando iniziative volte a una maggior sostenibilità ambientale, come ad esempio il proprio programma di riciclo di vecchi giocattoli inaugurato da Hasbro.
Guardando più da vicino il "gioco giocato", come al solito molta attenzione è rivolta alla premiazione dello Inno Spiel 2019, il premio assegnato da Friedhelm Merz Verlag insieme alla città di Essen, che valorizza prodotti che spiccano nell'offerta ludica in quanto a qualità produttiva e innovazione. Quest'anno i finalisti sono Ab Durch die Mauer (di Jürgen Adams per Zoch Verlag), Detective (di Ignacy Trzewiczek per Portal games) e Keyforge (di Richard Garfield per Fantasy Flight Games), tutti giochi che presentano caratteristiche che potremmo definire in qualche modo uniche nel settore.

Spostandoci infine tra i tavoli della fiera, con gli oltre 1200 prodotti annunciati tra nuovi arrivi e demo, è veramente arduo provare anche solo a fare una sintesi che possa comprendere buona parte delle uscite di maggiore interesse, ma si sa, da un lato il pubblico che normalmente frequenta la SPIEL è tutto fuorché sprovveduto (e siamo sicuri che tutti voi avete già stilato una corposa elenco di interessi), dall'altro questo evento è bello anche perché permette di scoprire delle vere e proprie chicche nascoste, siano esse originali realtà editoriali oppure titoli insoliti e divertenti.
In ogni caso la redazione di Gioconomicon stringe già la sua lista tra le mani, e vi terrà aggiornati durante lo svolgimento della fiera con la classica carrellata di foto e prime impressioni dei titoli che più avranno solleticato la fantasia dei nostri inviati. Loro sono già in viaggio e che voi sarete presenti o meno, vi daremo la massima copertura "ludica" dei giorni dell'evento.