Primo piano: Azul Ŕ lo Spiel des Jahres 2018, Kennerspiel a Die Quacksalber von Quedlinburg

Oggi, nella cornice dello Swiss Hotel di Berlino, per la quarantesima volta dalla sua ideazione, è stata assegnata la più ambita delle onorificenze ludiche: lo Spiel Des Jahres, il premio per il miglior gioco dell’anno in Germania. E a conquistare il prezioso pedone rosso è stato: Azul, di Michael Kiesling.
Nella categoria Kennerspiel invece trionfa un autore attivo da poco tempo ma che si è già fatto parecchio notare: Wolfgang Warsch con il suo Die Quacksalber von Quedlinburg.




Quest’anno l’atmosfera durante la cerimonia di premiazione era sicuramente più tesa del solito, la combinazione di autori candidati alla vittoria non è mai stata cosi particolare. Kiesling è un veterano, ha già vinto due Spiel Des Jahres nella sua carriera (Tikal e Torres, entrambi realizzati in coppia con Wolfgang Kramer). Anche Rüdiger Dorn è un habitué di queste sale, tante candidature e la vittoria del Kennerspiel nel 2014. Andreas Schmidt, fa la sua prima apparizione qui, ma è già nel settore da una decina d’anni. La sorpresa più grande di tutti è Wolfgang Warsch: un novello autore che ha pubblicato solo 6 titoli nel giro di due anni e che ne ha piazzati ben 3 in questa competizione! Il migliore degli esordi possibili per il designer austriaco. Inoltre, per la prima volta, non uno ma ben due autori (Kiesling e Warsch) hanno piazzato titoli in entrambe le categorie.

Solo quattro designer e quattro case editrici (considerando ormai Plan-b e Eggertspiele la stessa cosa) si sono alternate quindi sul palco della conferenza stampa di oggi, un segnale che ribadisce, casomai ce ne fosse ancora bisogno, come la giuria di esperti guardi davvero solo alla bontà e qualità dei giochi senza cercare “approvazioni” dal mondo editoriale.

Lo Spiel Des Jahres è il premio per i giochi “eccezionalmente validi” approcciabili anche dai neofiti, perfetti per le famiglie e intriganti per i giocatori abituali. Tutte caratteristiche che ben calzano su Azul: il gioiellino di Plan-B ha già raccolto consensi in tutto il mondo con le sue oltre 320.000 copie già vendute e la vittoria di svariati premi (tra cui l’Origin Award e l’As d’Or). Il gioco della mattonelle portoghesi si distingue non solo per le meccaniche brillanti, ma anche per l’ottima componentistica e l’originalità dell’ambientazione. E’ stato già annunciato un secondo capitolo dedicato alle vetrate della cappella di Sintra.
Il Kennerspiel, lo ricordiamo, non è esattamente il premio per il gioco per esperti, ma piuttosto il premio per i fan dello SdJ che vogliono provare a fare qualche passo più in là, senza arrivare ai titoloni superimpegnativi che tanto piacciono ai nostri lettori (a anche a noi!). In Die Quacksalber von Quedlinburg prenderemo i panni dei classici “ciarlatani” che vendono le loro misteriose pozioni. Il più classico dei meccanismi di push-your-luck viene abbinato a una serie di scelte strategiche molto intriganti, che rendono l’esperienza molto meno dipendente dalla fortuna di tanti altri titoli simili. Peccato che di recente la Schmidt abbia ridotto sensibilmente la presenza dei manuali in italiano nei suoi giochi, possiamo sperare che qualcuno degli editori nostrani si sbrighi a localizzarlo.

Oltre che ai talentuosi autori, i nostri auguri vanno anche agli editori. Plan-B, il “giovane” editore Canadese, continua a scommettere sui cavalli vincenti e a ottenere ottimi riscontri delle scelte con cui ha avviato il suo catalogo. La Schmidt, editore storico del panorama tedesco, non è sicuramente nuova a questo palco, l’ultima vittoria risale al 2011 con Qwirkle. E complimenti anche a Ghenos Games, che ha già portato in Italia quello che sembra essere il matador di quest'anno.

I nostri complimenti a tutti i partecipanti di questa sempre più seguita competizione. Sappiamo che sia i vincitori che i finalisti raggiungeranno presto (se non l’hanno già fatto) anche i tavoli da gioco nostrani. Questo bollino è ormai garanzia di qualità in tutto il mondo, ma non dimentichiamo che anche l’Italia ha il suo premio sempre più autorevole e apprezzato da pubblico e operatori! L’annuncio dei finalisti per il Gioco dell’Anno italiano è fissato per settembre, e come sempre potrete contare su di noi per conoscerne tutti i dettagli: continuate a seguirci!

Ringraziamo lo Spiel Des Jahres per le immagini utilizzate in questo articolo.