Recensioni: Kill Doctor Lucky

In un periodo ludico decisamente favorevole a titoli dal tema investigativo, che siano casi degni di Sherlock Holmes, misteri lovecraftiani o indagini alla CSI, la comparsa a opera di Giochi Uniti di una scatola dalla grafica retrò che ci invita a uccidere un tal Dottor Lucky, non può che calamitare la nostra attenzione. Il gioco ha la sua età, essendo uscito in una prima versione di Cheapass Games nel lontano 1996 e venendo più volte riedito in varie lingue, fino ad arrivare a questa edizione italiana dell’anniversary edition 19.5 dai materiali decisamente pregevoli.

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: 13 Giorni - La crisi dei missili di Cuba, 1962

In risposta al maldestro tentativo della CIA di rovesciare Fidel Castro (la famosa “invasione della Baia dei Porci”) e allo schieramento americano dei missili balistici Jupiter in Italia e in Turchia (praticamente alle porte della Russia), nell’estate del 1962 vennero costruiti sul suolo cubano nove siti di lancio da attrezzare con missili balistici R-12 e R-14. All’America questo non piacque e per 13 giorni i rapporti tra URSS e USA furono sul punto di deteriorarsi in via definitiva.

Quei 13 Giorni che hanno tenuto il mondo col fiato sospeso sono ora pronti a tenere voi in tensione per una trentina di minuti. Chi vorrete essere: John Kennedy o Nikita Chruščёv? 

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Awaken

Ultimamente, complice l’offerta sul mercato, è facile venire a contatto con giochi di ruolo dalle tematiche oscure, tetre e violente, dove il mondo di gioco è devastato da potenti forze, da imperante corruzione e da tanto abbienti quanto ignobili signori del male. In questa tipologia di gioco, si inserisce Awaken, un GDR anticipato sui social network e presentato al pubblico durante l’evento ludico per eccellenza, Lucca Comics & Games del 2017. Riuscito a perseguire la via del finanziamento dal basso attraverso Kickstarter al secondo tentativo nell’edizione originale, sviluppata da un team croato, il gioco ha visto una gestazione di circa due anni per venire alla luce nella versione internazionale e con un annuncio che ha sorpreso perfino gli addetti al settore, nello stesso anno arriva anche in Italiano grazie a una neonata casa editrice: Isola Illyon Edizioni. Il sito dedicato al fandom fantasy dunque, si trasforma in case editrice e propone Awaken come sua prima killer application.

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Attack on Titan: l'Ultima Resistenza

Correva l’anno 2009 quando in giappone faceva la sua comparsa il fumetto “L’Attacco dei Giganti” (Shingeki no kyojin). Destinato a diventare in brevissimo tempo un cult internazionale, il fumetto narrava le vicende degli abitanti dell’ultima città degli umani, circondata da mura altissime e assediata dai Titani, esseri enormi, deformi e dissennati, il cui unico scopo, apparentemente, è divorare gli esseri umani. Uno dei motivi per cui il fumetto ha avuto indubbiamente successo è la peculiare ambientazione, il senso di disperazione e di isolamento tangibile nell’opera, la lotta estenuante dei protagonisti contro degli avversari apparentemente invincibili. Antoine Bauza e Ludovic Maublanc hanno raccolto la sfida di proporre in veste ludica la sanguinosa lotta contro i Titani, vediamo come hanno affrontato questa prova!

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Grand Austria Hotel

Da quando le barriere tra i giochi in stile europeo e quelli in stile americano si sono indebolite, nuovi ibridi sono apparsi tra noi. I simpatici poliedri numerati sono penetrati nel cuore dei giochi german, mentre anche i titoli più ameritrash hanno iniziato a porre maggiore attenzione sul bilanciamento e sull’eleganza del proprio sistema di regole, a costo di qualche astrazione in più.
Tutto questo preambolo è solo per chiarire che sto per parlarvi di un gioco di stampo euro in cui i dadi la fanno da padrone: si tratta di Grand Austria Hotel, scritto da italici autori dall’ottimo curriculum. L’opera più recente di Gigli e Luciani è infatti l’apprezzato Lorenzo il Magnifico, scritto insieme a Flaminia Brasini, ma andando a ritroso tra le opere di Luciani figurano anche Tzolk'in e Marco Polo, per dirne giusto un paio (e sappiamo quanto anche in quest’ultimo i dadi siano fondamentali).
Gli ingredienti, come al solito, sono stati messi in tavola (questa volta, data l’ambientazione, anche letteralmente). Andiamo un po’ a vedere quale è stato il risultato!
 

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Vikings on Board

Una flotta di imponenti drakkar è ferma al porto e pronta a caricare beni di ogni tipo, da trasportare in terre lontane, sotto la guida di esperti guerrieri e navigatori quali erano gli antichi popoli scandinavi. Si presenta con più di un tratto distintivo questo “Vikings on board”, prodotto della Blue Orange che incuriosisce sin dalle prime occhiate, per merito – mettiamolo subito in chiaro – delle miniature colorate e delle maestose navi, cuore del gioco su cui lotteranno i nemici al tavolo.

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Una Storia di Pirati

Che siano maledetti con la prima luna, alla ricerca dello One-Piece, che siano sanguinari o buffi, i Pirati sono i soggetti di molte avventure emozionanti su tutti i media, e non mancano certo giochi con protagonisti i corsari dei sette mari! Una Storia di Pirati è uno di questi e ci pone sulla coperta della nave pirata Ellen, in ciurma piccola ma agguerrita pronta a tutto per avere ricchezza, fama e libertà! Una Storia di Pirati si presenta come un titolo cooperativo in cui i giocatori, coadiuvati da un’App, dovranno gestire la nave e affrontare tutti i pericoli che vi possono venire in mente, per risolvere una serie di scenari. Abbiamo seguito lo sviluppo di questo titolo sin dal suo primo annuncio nel 2015, attendendo di sapere quale sarebbe stata la forma definitiva di questa originale miscela di elementi. Andiamo finalmente a scoprire come gli amici della Cranio Creations hanno affrontato la sfida di portare sui tavoli da gioco le scorrerie di questi pericolosi e romantici lupi di mare!

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Rush & Bash: Monster Chase

La curiosità uccise il gatto, ma cosa fa al Pirata? Beh a lui in particolare nulla, ma a quanto pare, quando Capitan Barbarossa ha aperto il vaso sbagliato ha liberato gli spiriti dei “cuccioli” di un antico Re Stregone dei Brutti Musi, e questi, abbastanza giustamente, hanno preso possesso di altrettanti veicoli e ora seminano il panico per le piste di Baruffus! Niente paura però, i nostri coraggiosi piloti non si sono lasciati intimidire e sono subito saltati sui loro bolidi per porre un freno a questa minaccia ultraterrena!

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Aristeia!

In questi ultimi anni, nel mondo dei videogiochi, abbiamo potuto assistere alla nascita, all’evoluzione e infine al deciso affermarsi di un nuovo genere: gli “Hero Shooter”. In questi giochi s’impersona un eroe, appunto, che fa parte di una squadra e che agisce all’interno di un’arena ben definita, con uno scopo che, normalmente, è ben più complesso del consueto “uccidi i membri della squadra nemica”. Aristeia!, il primo boardgame di Corvus Belli (i produttori del wargame Infinity), attualmente disponibile solo in inglese e spagnolo, riprende integralmente questo concetto, proponendo una sfida per due giocatori in cui ognuno gestisce una squadra di quattro personaggi con abilità e caratteristiche uniche che, interagendo tra loro, si spera riescano a generare un valore superiore alla somma delle parti. Andiamo a scoprire come… 

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Evolution

Correva l’anno 1859 e nelle librerie inglesi fu messo in vendita a 12 scellini un volume dal titolo lungo quanto curioso: “Sull’origine delle specie tramite la selezione naturale”. L’autore era un certo Charles Robert Darwin e le 1250 copie della prima edizione andarono esaurite praticamente subito. Durante la sua vita, Darwin vide ben sei edizioni della sua opera, con diversi cambiamenti e miglioramenti del testo e persino un riferimento alla religione nella quinta edizione, da cui mi piace ricordare forse la più bella definizione degli esseri viventi: “endless forms, most beautiful and most wonderful”, infinite forme sempre più belle e meravigliose. L’evoluzione (la parola stessa fu usata per la prima volta da Darwin proprio in questa edizione) era finalmente più che una semplice idea: era la riposta alle domande dei filosofi della natura. Finiti i giorni delle “specie tanto diverse quante ne creò all’inizio l’Essere Infinito” di Linneo: ora esisteva un modello per spiegare la varietà della vita sulla Terra e persino per prevedere l’esistenza di specie ancora sconosciute (Darwin stesso lo fece, anche se la conferma si ebbe decine di anni dopo la sua morte).

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Level 9

Level 9 – NMBR 9 nella versione originale di Abacus Spiele – è un simpatico titolo astratto ideato da Peter Wichmann, arrivato nel nostro Paese la scorsa primavera grazie al lavoro di localizzazione effettuato da DVGiochi. Il gioco si cala perfettamente nel novero di quelli a base di polimini, molto in voga nell'ultimo paio d'anni ma, come vedremo, riesce abilmente a far spiccare alcune caratteristiche che lo rendono abbastanza diverso dai suoi "fratelli".
Bando alle ciance dunque e seguitemi in questa recensione.

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Tripods & Triplanes

È la primavera del 1918, la Grande Guerra sta riscuotendo il suo orribile tributo di sangue, mentre i “cavalieri dell’aria” si combattono su sempre più sofisticati velivoli di tela e legno. Improvvisamente, nella foresta dell’Alsazia si abbatte un meteorite e i rapporti dei primi ricognitori sono sconcertanti: qualcosa di enorme si innalza dal fondo del cratere… più alta degli alberi circostanti, di aspetto orribile, seguita da altre strane cose simili. Sono veicoli da combattimento, giganteschi elementi corazzati che camminano su tre lunghe gambe, capaci di incendiare i bersagli a distanza e di sputare nere nuvole di acido che corrodono qualsiasi cosa. Marte ha deciso che la Terra è una preda facile e ha dato inizio alla conquista… ma non ha fatto i conti con gli assi dell’aria! Un armistizio tra le potenze in guerra viene rapidamente firmato e tutte le armate terrestri si scatenano in difesa del nostro (per ora ancora unico) pianeta.

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Dice Forge

Un manipolo di valorosi eroi è stato scelto dagli dei per prender parte a un importante torneo. Solo i più meritevoli tra gli uomini possono infatti accedere al regno delle isole celestiali e sfidarne le avversità che celano. Inoltre, il premio in palio è di quelli verso i quali è difficile rimanere indifferenti: diventare un semidio e accedere all’Olimpo delle divinità.
Ok, questo è l’antefatto presentato da Dice Forge, ma come vedremo nel seguito, giocando ce ne dimenticheremo praticamente subito. 

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Photosynthesis

Vicino a dove abito c’è un’area commerciale abbandonata da quando ha chiuso il grosso supermarket che la occupava. Nel giro di cinque anni piante e cespugli hanno invaso le sue piazzole di parcheggio e ora circondano il capannone dove si entrava per la spesa quotidiana. È un’area vicino ai prati e quindi la natura ha avuto gioco facile a rivendicare il suo diritto di predominio. Photosynthesis parla anche di questo, di una natura che cresce, si sviluppa e si rigenera costantemente, con determinazione e potenza. Alla faccia di qualsiasi meeple o umano in carne e ossa, e della presunzione che questi possano avere come dominatori del pianeta… tanto in questo gioco (bellissimo!) non ci sono.

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: New Angeles

Benvenuti a New Angeles! La città più grande e popolosa del mondo; la metropoli dove tutto ha un prezzo e dove finanche la legge entra in punta di piedi, intimorita dalla forza che il governo ha garantito alle megacorporazioni. New Angeles è il fulcro dell'economia mondiale, il cardine su cui si snoda lo sviluppo energetico e tecnologico dell'intero pianeta e le corp sono le sole in grado di mantenerlo saldo…almeno fintantoché gli conviene.
Ancora una volta, grazie ad Asmodée Italia, torniamo nel mondo di Android con questo titolo targato Fantasy Flight, opera di James Kniffen illustrata da Henning Ludvigsen, e ancora una volta insceneremo uno scontro tra megacorporazioni; stavolta però le nostre "armi" saranno abilità politica e contrattazione.
Avevamo avuto modo già di farvene una presentazione molto accurata, ma ora è tutto pronto: la città ci aspetta, e noi abbiamo l'intenzione di scendere nel dedalo delle sue strade e di andare a scoprire come è fatta.

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Misantropia

“Sveglia e caffé, barba e bidet, presto che perdo il tram!”
Così cantava nel 1976 un certo Paolo Villaggio, descrivendo l’inizio di una grigia giornata lavorativa all’interno di una altrettanto grigia carriera da impiegato, una vita da eterno sconfitto e subalterno. Beh, in quel caso il buon Paolo ci permetteva di ridere di lui, pur di una risata orribilmente amara, ma come opzione per sopravvivere a un simile contesto di vita c’è pur sempre la scelta di abbracciare la Misantropia.
Questa, in sintesi, è il tema del gioco Cosplayou, ma con l’intento di ridere di noi stessi e delle nostre vite, delle immancabili sfortune che colgono noi tutti, ma anche (con quel pizzico di cattiveria che contraddistingue le tipiche lotte tra poveri) di esultare per le miserie altrui, o persino di esserne gli artefici. Il tutto in un party game illustrato da Daw!

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Checkpoint Charlie

Nelle vicende della Guerra Fredda, “Checkpoint Charlie” è uno dei luoghi simbolo per eccellenza, al punto che il suo nome è stato associato anche a produzioni cinematografiche o musicali. Il più celebre passaggio tra Berlino Ovest e Berlino Est, l’avamposto tra due mondi contrapposti che per mezzo secolo hanno tenuto in scacco tutte le popolazioni del pianeta, era il crocevia in cui sarebbe potuta scoppiare da un momento all’altro la Terza guerra mondiale.

Mancava all’appello un gioco da tavolo che riproponesse il famoso monicker anche nell’universo dei tabletop. Ci ha dunque pensato Devir a realizzare un prodotto con questo titolo assai evocativo, in cui i giocatori dovranno stanare le spie nemiche anche se, va messo subito in chiaro, non siamo di fronte a una qualche rivisitazione di meccaniche in stile “Twilight Struggle” e i suoi tanti fratelli. Tutt’altro: “Checkpoint Charlie”, nel mondo boardgame, si presenta fin dall’involucro esterno come un gioco senza la pretesa di rivoluzionare il settore, con materiali limitati, un regolamento snello e una buona dose di ironia grazie anche all’utilizzo degli animali nelle illustrazioni.

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Scythe

Corre l'anno 1920 e ancora si sentono gli echi della grande guerra che ha devastato l'Europa. La Fabbrica, il monumentale complesso industriale che ha rifornito di giganteschi Mech le fazioni in lotta, è misteriosamente chiusa e nessuno ne conosce il motivo. Il potere che può derivare dal controllo della struttura è immenso e voi, nei panni di uno dei leader delle fazioni coinvolte, siete ben decisi a imprimere il vostro nome nella storia!
Questa a grandissime linee è l'ambientazione di Scythe, edito in Italia dalla Ghenos Games, nato su Kickstarter nel 2016, e vincitore di molti premi prestigiosi, come lo Swiss Gamer Award, o il Jeu de l’Annèe Expert o il Board Game Geek game of the Year!
Il gioco è andato velocemente esaurito anche in Italia, proprio in questi giorni è iniziata la distribuzione della seconda ristampa...

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Degenesis Rebirth Edition

Un lungo corridoio buio. Un vecchio registratore a nastro posato su un tavolo e alcuni medicinali di dubbia provenienza. Un luogo sporco, devastato, un uomo solo che si prepara indossando una pallida imitazione di un’armatura. Infine, c’è l’esterno. Un bosco tetro con rumori di fondo che lo rendono ancora più inquietante e come ad attendere il suo nemico, la bestia mutata. Inizia con un trailer di livello cinematografico la presentazione di Degenesis, un gioco brutale, devastante, che colpisce duro allo stomaco con una produzione fuori da ogni scala nel mondo del gioco di ruolo. Un piccolo spezzone che anticipa il cofanetto cartonato che protegge i due tomi di 350 pagine. Una protezione apprezzata solo dopo aver aperto i due volumi che si mostrano in una veste grafica senza compromessi, senza censura, senza pudore e per nulla politicamente corretta. Un post-apocalittico con un’idea di base che ormai è un cliché ma che la tedesca SixMoreVodka ha sapientemente manipolato per dare vita a un vivido mondo ostile e mortale. La piaga della pioggia di meteore che ha devastato la Terra, costringendo l’essere umano a rintanarsi in luoghi sicuri, e la conseguente era glaciale, costituiscono il preludio per l’ascesa di abomini creati da un morbo trasportato dalla stessa pioggia infetta. Morbo, il Primer, che ha condotto l’uomo a temere l’esterno e l’interno, che l’ha riportato alle radici di una vita di stenti e di difficoltà. Un mondo che, 400 anni dopo la devastazione, inizia a muovere i suoi primi nuovi passi riprendendosi così il posto che gli è stato usurpato. Cento anni dopo, quel fazzoletto di terre che erano conosciute come Europa, Africa e Asia, ora ridotte drasticamente, sono l’unica zona realmente abitabile dal genere umano.

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni

Recensioni: Runewars: Il Gioco di Miniature

Ancora una volta i sepolcri giacciono aperti, i pesanti coperchi di pietra frantumati. Ancora una volta solo la foschia accarezza le tombe sventrate e i mausolei vuoti, perché ancora una volta l’esercito dei morti è in marcia. Gli scheletri hanno scrollato via la terra dalle loro ossa marroni, hanno imbracciato le armi rugginose sotto il comando di un grande eroe che non si decide a restare nel passato. Accanto a loro, orribili creature vermiformi più grandi di un golem strisciano, mentre gli arcieri di un tempo lontano riversano silenziosamente frecce nelle loro faretre ammuffite. Tutto questo dobbiamo affrontare, tutto questo per difendere le nostre terre, le nostre mura, le persone che amiamo! La nostra forza non sarà il muro di scudi, non le nostre spade, non la nostra cavalleria, ma il nostro coraggio di uomini, noi che siamo la torcia di fronte all’oscurità dilagante! Noi ricacceremo nelle loro fetide tombe quei relitti cadenti e stasera sul campo i corvi non banchetteranno perché ci saranno solo le ossa da mangiare! Noi non cadremo né oggi né mai! Noi non cadremo, perché a differenza di loro noi abbiamo un cuore! Perché a differenza di loro noi oggi saremo eroi!

Leggi Tutto... Altri articoli: Recensioni