Notizie Flash

  • CD Projekt RED e Talsorian insieme: The Witcher diventa un gdr cartceo

    E' recente la notizia che la software house polacca CD Projekt RED, già autrice della serie di videogiochi di successo basati su “The Witcher”, l’antieroe fantasy nato dalla penna dello scrittore di casa Andrzej Sapkowski, ha siglato un accodo con la R.Talsorian Games per la realizzazione, nel 2016, di un gioco di ruolo cartaceo ispirato al videogioco.

    La scelta della R.Talsorian Games come partner non stupisce e va a innestarsi in un solco già creato con il brand che ha reso famosa la Talsorian, quel Cyberpunk 2020 che l’anno prossimo vedrà un nuova incarnazione videoludica (Cyberpunk 2077), proprio a opera della CD Projekt RED. La casa polacca infatti, aveva già incluso Mike Pondsmith, chairman della Talsorian, come game designer per la relizzazione del videogioco. Un progetto che ha riscosso tanta successo da spingere la Talsorian a mettere in cantiere una riedizione del conclamato 2020 (mentre c’è ancora incertezza sulla versione cartacea basata sul videogioco 2077).

    Come leggiamo dall’annuncio, sotto il cofano il nuovo gdr sarà dotato del sistema Fuzion, un regolamento classe ’97 già utilizzato per i prodotti Talsorian che ancora annovera molti fan e aficionados in tutto il mondo. Il regolamento sarà integrato con tutti i dettagli di ambientazione necessari a ricreare tutte le avventure fantasy possibili sul “Continente” e non solo quelle legate al famoso cacciatore di mostri della saga.

    Non è rara la commistione tra i due media ma negli ultimi anni offerte integrate e politiche di cross-selling hanno animato il mercato ruolistico più che in passato. Un brand che funziona viene declinato in tutte le forme possibili e fa piacere vedere che tra queste viene considerato anche il “vecchio” gioco di ruolo, che secondo quanto abbiamo recentemente evidenziato, sta vivendo un positivo periodo di crescita.

  • Torna Warhammer Quest, ma stavolta come gioco di carte

    Probabilmente qualsiasi amante dei dungeon crawler aspetta un titolo come questo da anni: Warhammer Quest ritorna in commercio! La Fantasy Flight Games ha appena annunciato durante l'in-flight report che ogni anno si tiene a Gen Con, l'uscita, nel terzo trimestre del 2015, di Warhammer Quest The Card Game. Già, si tratterà infatti di un gioco di carte cooperativo, e non del mitico gioco fantasy con miniature che è oggetto da collezionisti a prezzi improponibili su eBay ed altri siti.

    In Warhammer Quest Card Game, fino a 4 giocatori interpreteranno altrettanti eroi (Waywatcher, Ironbreaker, Bright Wizard e Priest of Sigmar - in pratica arciere, guerriero, mago e chierico) e cercheranno di completare una campagna composta da 5 avventure. Il gioco ha un sistema di generazione casuale dei sotterranei, come l'originale, che dovrebbe garantire una buona rigiocabilità, userà carte riccamente illustrate e dadi speciali, e probabilmente sarà corredato dall'usuale carrellata di espansioni tipica della Fantasy Flight.

    In attesa di ulteriori notizie, questo è il sito ufficiale della FFG con le prime informazioni sul gioco, e per dirla con le parole della FFG: ci sono solo due modi in cui può finire l'impresa: gloria, o morte.

  • Battletech ritorna in formato videogame

    La Harebrained Schemes, in collaborazione con Jordan Weisman, ha annunciato che questo autunno lancerà un progetto su Kickstarter per la realizzazione di un videogioco per PC tattico a turni ambientato nella vasta galassia di Battletech.

    Per quanto non sia certo la prima volta che Battletech venga convertito in videogioco, quasi tutte le precedenti esperienze ufficiali (per esempio il ciclo di Mechwarrior) erano dedicate alla simulazione di pilotaggio di un Mech in prima persona, mentre questo nuovo gioco sarà un tattico a turni (erano circa 20 anni che un gioco a turni su "mappa esagonata" dedicato a Battletech mancava dagli schermi di un PC).

    La Harebrained si dice fiduciosa, anche visto il successo del precedente videogame ambientato in Shadowrun, e darà l'annuncio ufficiale durante la Gen Con, con somma gioia delle migliaia di MechWarrior presenti alla convention o davanti agli schermi a seguire a distanza l'evento di Indianapolis.

  • DM Magazine presenta L'Uovo del Drago ľ Le origini del gioco di ruolo in Italia

    La redazione di Dungeon Master Magazine ha da poco reso disponibile online uno speciale intitolato: L’Uovo del Drago – Le origini del gioco di ruolo in Italia . Il volume, come suggerisce il titolo, presenta una ricca raccolta di articoli che racconta gli esordi del gioco di ruolo in Italia, nel periodo che va dal 1980 al 1990. Questo decennio è stato sicuramente fondamentale per lo sviluppo della passione ruolistica nella penisola, non fosse altro per l’arrivo dell’edizione italiana di Dungeon & Dragons edita da EG. La raccolta vede la partecipazione di molti operatori del settore, veri pionieri di quell’epoca in cui la raramente si erano visti dadi a 20 facce e libri degli incantesimi sui tavoli da gioco italici.

    E’ possibile scaricare L’Uovo del Drago gratuitamente in formato pdf questa pagina Lulu, lo stesso sito permette anche di acquistarlo in formato cartaceo.

  • Sword and Sorcery: Ares presenta il nuovo boardgame della Gremlin Project

    La Gremlin Project  è una piccola ma nota realtà italiana nel mondo dei giochi da tavolo "ameritrash", che ha ideato e pubblicato Galaxy Defenders con la Ares Games. Adesso Nunzio Surace e Simone Romano, sempre in collaborazione con la Ares, hanno annunciato il loro nuovo gioco: Sword & Sorcery. Si tratta, come il titolo fa presagire, di un gioco fantasy, un dungeon crawler con elementi tipici dei giochi d'avventura.

    L'ambientazione del gioco è presto detta: in un mondo in cui il male è riuscito ad uccidere tutti gli eroi, ma proprio tutti, un sacerdote sacrifica la più grande e potente reliquia del suo culto per riportare in vita i più grandi campioni del bene e mandarli contro il più orribile aspetto del male nel mondo. Attraverso una serie di avventure legate in una campagna, gli eroi dovranno non solo salvare le terre del regno, ma anche e soprattutto ricostruire le loro anime, frammentate dall'evocazione.

    Le notizie sul gioco sono ancora poche, ma c'è un evocativo video di presentazione, oltre al sito ufficiale del gioco. Inoltre, possiamo già anticiparvi che a breve pubblicheremo una dettagliata anteprima di Sword & Sorcery. La realizzazione del gioco passerà su Kickstarter a settembre, e dovrebbe essere in commercio entro la seconda metà del 2016.

Altre Notizie Flash