Notizie Flash

  • DOOM: un nuovo gioco da tavolo FFG tratto dal videogame Bethesda

    Come ben sanno i videogiocatori più accaniti, lo scorso maggio è tornato sulle piattaforme elettroniche più famose uno dei capisaldi della storia videoludica: DOOM, lo storico sparatutto in prima persona della ID Software. Questa nuova versione della Bethesda Softworks ha ricevuto un’ottima accoglienza da critica e pubblico, riportando DOOM sulla cresta dell’onda sia tra i giocatori nostalgici che tra quelli più giovani.
    Non stupisce quindi l’ultimo annuncio della Fantasy Flight di una nuova trasposizione boardgame di DOOM. Nuova, perché la FFG pubblicò già un boardgame tratto da DOOM (riferito alla versione video ludica del 2004), che ebbe anch’esso un discreto successo.
    Il nuovo DOOM: The Board Game è un gioco per 2-5 giocatori che, in maniera molto similare all’originale di 12 anni fa, vede contrapposti i giocatori che guidano la squadra di marine al giocatore che controlla i demoni che hanno invaso Marte. Cambia però parecchio il sistema di gioco, ideato da Jonathan Ying, implementando tra le altre cose diversi elementi che hanno caratterizzato la nuova versione videoludica, come il Glory Kill o il Telefragging.  La scatolona si preannuncia piena di belle miniature e sagome per allestire gli scenari dove dar vita alla violenta battaglia fatta di numerosi morti spettacolari, frag, respawn e teleporter.
    Il nuovo DOOM è atteso, come per la maggior parte degli annunci FFG di questi giorni, per l’ultimo trimestre dell’anno. E anche per questo, confidiamo in un’edizione localizzata in italiano.  

  • Star Trek torna sui tavoli con un gioco di ruolo targato Modiphius

    In questi giorni estivi il videogame mobile Pokemon Go sta rilanciando il motto "catturali tutti" ma c'è qualcuno che oltremanica da tempo sta seguendo questa strategia in campo ruolistico, specie quando si parla di licenza industriali. Cosa accomuna infatti, John Carter di Burroughs con i personaggi di Kung Fu Panda? E cosa ha a che vedere Conan di Robert E. Howard con L'oscura simmetria fantascientifica di Mutant Chronicles? E Cthulhu con Thunderbirds? Apparentemente nulla ma c'è un editore inglese che è riuscito a mettere insieme le licenze di tutti questi universi fantastici e recentemente ad aggiungerne un'altra al suo riguardevole line-up.

    Parliamo di Star Trek! L'universo creato da Gene Roddenberry che ha accompagnato almeno tre generazioni di appassionati torna sui tavoli da gioco anglofoni dopo dieci anni di, colpevole, assenza.
    L’ambientazione del gioco, chiamato Star Trek Adventures edito da Modiphius Enterntainment, sarà legata alla linea temporale “prime”, quella della serie classica, Next Generation, Deep Space Nine, Voyager e Enterprise mentre non sarà coperta la linea temporale alternativa legata al reboot di J.J Abrams. Il regolamento si baserà sul 2d20, il sistema generico sviluppato dalla Modiphius, lanciato con Mutant Cronicles e utilizzato anche per altri titoli come Conan il barbaro o John Carter.
    La Modiphius inoltre ha anche annunciato una linea di miniature (32mm) e delle mappe tattiche per la gestione delle battaglie spaziali.

    L'uscita del gioco, rilasciato sotto licenza della CBS Consumer Products, è prevista per la data astrale 201706.21 (estate 2017), proprio in concomitanza con l’uscita della nuova serie televisiva “Star Trek: Discovery” e contrariamente a quanto fatto in precedenza, non utilizzerà una piattaforma crowdfunding ma andrà direttamente in produzione. Un elemento questo, che ci fa ancora più certa del confidenza della casa londinese sul successo di questa nuova linea.
    Non resta dunque che seguire gli sviluppi di questo nuovo progetto (prevista una lunga fase di playtest) in attesa di poterci sedere su quella famosa poltrona nella plancia di comando e ordinare... Curvatura massima!

  • Hive Mind – Il nuovo party game di Richard Garfield

    Non c’è bisogno di perdersi in lunghe spiegazioni per descrivere la fama di Richard Garfield, prolifico game designer autore di un’innumerevole quantità di capolavori ludici quali ad esempio Magic: The Gathering e Android Netrunner.
    D’altro canto, sappiamo anche che questi “mostri sacri” del boardgame spesso riescono a cimentarsi con maestria anche nella realizzazione di titoli molto fuori dal target che li ha resi famosi. Lo dimostra, ad esempio, il recente notevole successo di Codenames a opera di Vlaada Chvatil.
    Per questo, l’anteprima di Hive Mind alla Origins Game Fair dello scorso mese è sicuramente un fatto da tenere nella dovuta considerazione.
    Il party game – a firma Richard Garfield – propone ai giocatori di impersonare delle api intente a dimostrare alla loro regina di poter rimanere nel loro alveare. Per far ciò verranno chiamati a rispondere in maniera armoniosa ad alcune domande basate su esperienze e opinioni generali. Più un giocatore riuscirà a rispondere in maniera simile agli altri e meno rischierà di avvicinarsi all’uscita dell’alveare.
    Appena uno o più malcapitati saranno costretti a uscire, la partita avrà termine con la vittoria dei restanti giocatori.
    Questa annata si sta rivelando piuttosto prolifica per il famoso game designer, il 2016 ha già visto la pubblicazione del frenetico Greedy Greedy Goblins e sta per sfornare lo strategico Bunny Kingdom oltre alla nuova edizione del fortunatissimo King of Tokyo.
    L’uscita di Hive Mind è prevista per il prossimo settembre a opera della Calliope Games.

  • Il Barone di Munchausen si accompagna alla Fantasy Flight Games

    Probabilmente alcuni di voi ricorderanno il divertentissimo "drinking rpg" del Barone di Munchausen. Ideato da James Wallis, noto tra le altre cose per il gioco di carte narrativo Once upon a Time - C'era una volta, Le Straordinarie Avventure del Barone di Munchausen fu pubblicato all'inizio del XXI secolo, e localizzato in Italia dalla Rose & Poison nel 1999. Altri tempi, altri giochi.

    Bene, ora questo simpaticissimo gioco di narrazione/ruolo sta per tornare, ma stavolta l'editore sarà la Fantasy Flight (ormai impegnatissima nella serie dei reboot). La nuova, terza edizione di The Extraordinary Adventures of Baron Munchausen è ormai in arrivo. Questo volume conterrà il gioco originale riveduto e modernizzato, più altri due "tomi": il primo permetterà di giocare secondo le idee del famoso amico del Barone, di nome El-Sindibad, notissimo per i suoi viaggi fantastici, e in una variante intitolata "mio zio il Barone" ideata per i più giovani. Il terzo tomo, infine, permetterà di giocare le avventure del Barone in altri contesti, dalla fantasy alla fantascienza passando per la space opera e l'horror Lovecraftiano.

    Il manuale dovrebbe essere disponibile nell'ultimo quarto del 2016, sebbene il Barone non abbia potuto rivelarci il mese esatto, sia esso, "...Ottobre, Novembre, Dicembre, od il Tredicesimo mese ch'io discoprii nei templi dell'Anatolia". Aspetteremo volentieri per sentire altri fantastici racconti del Barone e dei suoi amici, dunque. E chissà che anche codesta terza edizione non possa godere di una traduzione nell'italico idioma.

    Apprestate i tavoli e chiamate quel marrano dell'oste, che non sia pidocchioso nel versare libagioni e pregiati alcolici - non quelli del volgare pubblico, ma quelli riservati a noi nobili!

  • 7 Wonders Duel: Pantheon - Anche gli dei per la sfida delle meraviglie

    Oltre ad essere lo spin off di uno dei giochi più famosi degli ultimi anni, 7 Wonders Duel si è anche conquistato a buon titolo la fama di uno dei migliori giochi in circolazione pensati per due persone. A dimostrarlo anche i numerosi premi e nomination conquistati a cavallo tra il 2015 e il 2016. Era quindi prevedibile che questo best seller (molto apprezzato anche in Italia) di Bauza e Cathala si espandesse presto.
    L’annuncio è di poche ora fa: 7 Wonders Duel: Pantheon introduce le divinità del mondo antico nel famoso gioco di carte. Questa nuova componente religiosa si sostanzia nella possibilità di fare offerte agli dei per poterli schierare con la propria civiltà e approfittare del loro potere divino, ma anche di erigere templi per loro, in diverse quantità e combinazioni (chiaramente con lo scopo di fare punti).
    7 Wonders Duel: Pantheon è atteso per l’ultimo trimestre dell’anno, confidiamo che Asterion/Asmodee Italia lo annunci presto anche per il nostro paese. 

Altre Notizie Flash