Notizie Flash

  • Ci sono un vampiro, un elfo e Cthulhu...

    I giocatori sono ben abituati alle “commistioni di generi” nei cardgame, dove interi universi narrativi si incontrano (e talvolta si scontrano) spesso all’insegna delle comicità che deriva proprio dagli assurdi abbinamenti che vengono simulati (basti pensare ai vari Munchkin o Smash Up). Quindi non stupisce, ma sicuramente incuriosisce, il gioco appena annunciato tramite un tweet da GiochiX, che porta il titolo di “The Vampire, the Elf and the Cthulhu”.
    Dalla “pagina dei progetti”  di GiochiX apprendiamo che il gioco porta la firma dell’esordiente Luca Ricci, che sarà pubblicato a settembre di quest’anno e che vedrà i partecipanti alla partita prendere le parti di scrittori impegnati a comporre un romanzo a più mani. Ma ogni scrittore cercherà di caratterizzare la storia a proprio modo, lottando per infilarci i proprio personaggi, ambientazioni e trame preferite. Per saperne di più dovremo aspettare ancora un po’ di tempo, ma nell’attesa l’editore ha pubblicato la bella illustrazione che, immaginiamo, sarà usata per la copertina.

  • Autori in Gioco: Prende il via domani l'incontro tra autori della capitale

    Un nuovo appuntamento dedicato a chi i giochi li inventa è in programma per questo weekend nella capitate. Dal 28 febbraio al 1 marzo si tiene la prima edizione di “Autori in Gioco”.
    L’evento, organizzato da Marco Piola Caselli, con la collaborazione di Leonardo Caviola, nasce per creare un’occasione di incontro e confronto nel centro Italia tra i designer (o aspiranti tali) di giochi da tavolo, che potranno cosi presentare gli ultimi prototipi ai colleghi, al pubblico che vorrà provarli in anteprima e soprattutto agli editori di giochi che saranno presenti.
    Ricalcando un modello di evento che abbiamo già visto funzionare con successo negli anni in altre parti della penisola (uno su tutti, l’IdeaG di Torino),  “Autori In Gioco” presenta un programma in cui sono ben definiti i periodi destinati alla presentazione e le norme da seguire per relazionarsi efficacemente con autori ed editori.
    Al momento sono 8 le realtà editoriali che hanno aderito all’iniziativa e 28 gli autori (o gruppi autoriali) che hanno prenotato il loro spazio.
    L’appuntamento è per il 28 febbraio presso la parrocchia Gesù Divino Maestro in Via Vittorio Montiglio 18 a Roma, l’ingresso per i visitatori che vorranno aiutare i designer nel loro playtest è gratuito. Trovate tutte le informazioni sul sito della manifestazione.

  • Arena of the Planeswalkers: Magic Strategy Boardgame cambia titolo

    Avevamo parlato dell'attesissimo boardgame tratto da Magic the Gathering in occasione dell'ultimo Spiel di Essen, in cui abbiamo potuto provare il prototipo del gioco. Adesso la Wizards of the Coast ha finalmente pubblicato immagini ufficiali del gioco, insieme a quello che sembra essere il titolo definitivo: Arena of the Planeswalkers.

    Il gioco sarà ufficialmente sugli scaffali dei negozi nell'estate di quest'anno, e potrà essere giocato da 2 a 5 persone. Basandoci sulle prime immagini rilasciate scopriamo che le miniature dei 5 planeswalker inclusi saranno predipinte, mentre quelle delle creature no, come potete vedere su questa pagina

    Attendiamo con trepidazione nuove notizie dalla WotC, ma già sappiamo che la prossima estate sarà davvero rovente per gli appassionati di Magic.

  • Un nuovo gioco da tavolo su Il Piccolo Principe da Bauza e Cathala

    Come è già noto, nel corso del 2015 arriverà nelle sale un nuovo film d’animazione (tecnica mista CG e stop motion) dedicato a Il Piccolo Principe, celebre opera letteraria di Antoine de Saint-Exupéry. I giochi da tavolo sul Piccolo Principe non mancano di certo, basti pensare a quello ideato da Antoine Bauza e Bruno Cathala che proprio nel 2014 ha vinto il premio Gioco dell’Anno in Italia.
    Saputa la notizia del film, l’editore originale del gioco, Ludonaute, ha contattato la società di produzione ottenendo di poter realizzare un nuovo boardgame ispirato questa volta alla trama del film: una bambina prodigio molto impegnata negli studi fa amicizia con un eccentrico vicino, un anziano che si fa chiamare l’Aviatore. L’uomo gli racconta la storia di un pilota che si schianta nel deserto, dove incontra un bambino che sostiene di essere un principe e che viene da un altro pianeta. Nel gioco prenderemo i panni della piccola protagonista impegnata ad aiutare il vecchio aviatore in una missione emozionante. A realizzarlo troviamo ancora una volta la coppia Bauza e Cathala.

    Anche se abbiamo avuto occasione di provare il gioco alla recente fiera di Norimberga, non possiamo al momento condividere ulteriori dettagli (anche per non rovinarvi la trama!), ma possiamo anticiparvi che, come il precedente titolo, si tratta di un gioco approcciabile anche dal pubblico casual ma nient’affatto banale. Il gioco vedrà luce a luglio 2015, ovvero al momento del lancio del film in Francia. Confidiamo che venga presto annunciata un’edizione Italiana, anche se da noi il film arriverà nelle sale a Gennaio 2016. La distribuzione della pellicola sarà a cura di Lucky Red, che ha reso disponibile questo trailer sottotitolato in Italiano.

  • Coloni di Catan verso la TV e il cinema

    Un altro famosissimo brand ludico si appresta raggiungere il grande schermo. Dopo Candyland, D&D, Magic The Gathering e Monopoly , tocca al simbolo dell’industria del gioco tedesca essere trasposto su pellicola: Coloni di Catan. Anzi, solo Catan, dato che abbiamo recentemente appreso che il gioco cambierà nome in occasione del suo ventennale.
    Il produttore che ha messo gli occhi sulla creatura di Klaus Teuber è Gail Katz (tra le pellicole più famose su cui ha lavorato ci sono “La tempesta perfetta” e “Air Force One”). La Katz ha acquistato i diritti per realizzare i film ma anche eventuali produzioni televisive, e ha dichiarato:
    E’ da anni che desidero vedere un adattamento di questo gioco, sin da quando i miei ragazzi ossessionati da Catan me lo hanno fatto conoscere. L’isola di Catan è un mondo vivo,emozionante e senza tempo, con temi classici e sfide morali attuali ancora oggi. C'è la grande opportunità di usare quello che la gente ama del gioco e della sua mitologia come punto di partenza narrativo".

    Non è la prima volta che il mondo di Catan travalica i confini ludici, basti pensare ai romanzi di Catan scritti da Rebecca Gable.

Altre Notizie Flash