Notizie Flash

  • Doppietta di acquisizioni per Hachette Boardgames

    È stata una parabola decisamente in ascesa quella che ha caratterizzato l’ingresso di Hachette nel settore del gioco analogico. Iniziata “col botto” nel febbraio 2019 con l’acquisizione di Gigamic e Blackrock Games e proseguita con la fondazione di due nuove etichette editoriali, Studio H e Funnyfox, questa storia ha già avuto un notevole picco nel 2020 con la vittoria dell’As d’Or 2020 da parte di Orifiamma. Nell’ultimo mese, altre parti si aggiungono al puzzle: tra l’inizio di febbraio e i primi giorni di marzo, registriamo infatti l’ingresso di Sorry We Are French e di Scorpion Masqué sotto l’ala protettrice del “colosso” dell’editoria mondiale. Nelle more di entrambe le operazioni, entrambe le realtà manterranno sia il personale che una sufficiente autonomia creativa per continuare senza interruzioni il loro processo creativo. Il piccolo brand francese, che continuerà a essere guidato da Emmanuel Beltrando, si focalizza su titoli di un certo spessore, mentre la casa canadese, con la direzione che rimarrà in mano a Christian Lemay, è molto orientata a opere di stampo family o party game (Zombie Kidz e Decrypto, ad esempio).
    In sintesi, a quanto pare, Hachette sembra convinta a procedere con un’espansione orientata al mantenimento di una certa varietà di catalogo, atta ad abbracciare una fetta di pubblico quanto più ampia possibile. Con il tempo vedremo se le operazioni porteranno i frutti sperati ma già ora, almeno per quanto riguarda Scorpion Masqué, i piani futuri sembrano molto chiari: per il 2021 sono già previsti un party game sulle parole dal titolo Olé Guacamole!, ideato da Guillaume Sandance, e un nuovo titolo nella collana Zombie Kidz.

  • Studio Supernova acquisisce XV Games

    Studio Supernova, la giovane realtà che distribuisce i titoli di Freak&Chic e J-Pop Games, il cui catalogo non sta mancando di farsi notare anche per localizzazioni di grande richiamo (tra le ultime It’s A Wonderful World e Clash of Rage), ha da poco annunciato l’acquisizione di XV Games, altra piccola realtà abbastanza giovane che si è distinta negli ultimi anni per i suoi titoli astratti e per alcuni interessanti giochi narrativi. Marcello Bertocchi, fondatore di XV Games, diventa cosi il lead developer per i prossimi giochi inediti a marchio Studio Supernova e XV Games.
    I nuovi titoli programmati per questa primavera andranno quindi ad arricchire il nuovo catalogo, si tratta della nuova edizione de Le Straordinarie Avventure del Barone di Munchausen, uno dei primi giochi di narrazione senza dadi (la prima edizione è del 1998), Biblioversum, nuovo gioco di ruolo della linea “Corti&Colti” che non necessitano dadi, master o preparazione, e di Il Gioco è Tratto, prima ristampa di un volume che raccoglie parecchi giochi da fare per con carta e penna. Sul fronte Studio Supernova, il prossimo gioco in arrivo è l’edizione italiana di Exceed: Street Fighter: un veloce cardgame che riproduce le sfide dell’iconico picchia duro videoludico, previsto per il prossimo autunno

  • As d'Or 2021: i vincitori del giochi dell'anno Francese

    Come sappiamo, anche l’edizione 2021 del Festival dei giochi di Cannes non si è potuta tenere a causa della situazione pandemica mondiale. Ma questo non ha fermato il concorso legato all’evento, l’As d’Or, che ricordiamo dal 2005 si è fondato con il Jeu de l'Année (Gioco dell'Anno) diventando il più importante premio della scena Francese.
    I trionfatori di quest’anno sono stati annunciati in una cerimonia via streaming ieri sera. A trionfare nella categoria principale, il gioco dell’anno, è stato MicroMacro Crime City, di Johannes Sich, (disponibile in Italia grazie a MS Edizioni) l’innovativo gioco che coniuga come mai visto prima le meccaniche di osservazione e deduzione. Nella categoria per esperti il vincitore è The Crew, il geniale gioco di Thomas Sing (disponibile in Italia grazie a Giochi Uniti) che ha saputo rinnovare la tradizione dei giochi di “prese” (a noi Italiani tanto care) facendola diventare un’esperienza cooperativa e soprattutto con una storia a fargli da sfondo. E infine nella categoria dei più piccoli il premio va a Dragomino, di Bruno Cathala, Marie Fort e Wilfried Fort (disponibile in Italia grazie a Oliphante) che ripropone i meccanismi del bestseller Kingdomino in una chiave per bambini a caccia di uova di draghi.
    Complimenti a tutti i vincitori! E complimenti anche ai localizzatori italiani che hanno portato nel belpaese questi titoli assolutamente validi.

  • Skyrim: The Boardgame in arrivo da Modiphius

    "Dragonborn, Dragonborn, sul suo onore ha giurato di tenere per sempre il male a bada!"
    Ebbene sì, dopo il gioco di miniature di Elder Scrolls, la Modiphius, senza alcun preavviso, ha lanciato la bomba. Anzi, ha esclamato Fus Ro Dah! Perché è in arrivo in crowdfunding il gioco da tavolo di Skyrim.
    Per ora si sa solo che sarà cooperativo, accomoderà da 1 a 4 giocatori, e che il lancio della campagna avverrà in giugno. Ma già questo basta per creare più hype del ritorno del Sangue di Drago. Se volete essere informati su ulteriori sviluppi, vi basta iscrivervi su Gamefound alla mailing list.

    Affilate l'ascia, dunque, e preparate lo scudo: si va a caccia di draghi!

    "Ma verrà un giorno in cui le menzogne del drago oscuro verranno zittite per sempre! Il bel regno di Skyrim sarà libero dalle malvagi fauci di Alduin: Il Sangue di Drago viene a salvare gli uomini!"

     

  • Warhammer 40.000 e Il Signore Degli Anelli saranno i prossimi universi di Magic

    Durante un evento di presentazione agli azionisti, Hasbro ha annunciato il lancio di Universe Beyond, una nuova serie di uscite per il gioco di carte collezionabili Magic The Gathering che fanno riferimento però ad altri popolari universi narrativi. In particolare i clamorosi crossover annunciati in questa occasione sono con Warhammer 40.000 e Il Signore Degli Anelli.
    In realtà c’era già stato un annuncio di crossover pochi mesi fa, quello con i Forgotten Realms di Dungeons & Dragons. In quel caso però si parlava di brand interni alla stessa società (Habro), la notizia di una partnership tra il gigante statunitense e la Games Workshop, che continua a registrare ottimi risultati finanziari con le sue linee legate a Warhammer, rappresenta un evento storico per il settore.
    Per quanto riguarda l’universo tolkeniano, la Middle-earth Enterprises ha dichiarato che nell’accordo stipulato con Hasbro, ha concesso l’accesso ai personaggi di Lo Hobbit e de Il Signore degli Anelli.
    L’investor Event è ancora in corso mentre vi scriviamo, confidiamo che maggiori dettagli vengano rilasciati nelle prossime ore.

Altre Notizie Flash