Primo piano: Warhammer Fest 2019: tutte le novità in arrivo da casa GW

Si è conclusa da poco la nuova edizione della Warhammer Fest, la due giorni di Notthingam dedicata agli universi GW in ogni loro forma: giochi di miniature, libri e tanto altro. E come ogni Warhammer Fest che si rispetti non sono mancate naturalmente le novità, i reveal e anche qualche annuncio inatteso…




Ma procediamo con ordine. La prima “enorme” - è proprio il caso di dirlo - novità è il regolamento di Apocalisse per l’universo di Warhammer 40.000. E’ infatti in arrivo una big box con un regolamento dedicato agli scontri di scala epica nell’oscuro millennio, che daranno l’occasione ai più temerari (e facoltosi) generali di far scendere in campo i più grossi pezzi disponibili nel catalogo Forge World, come i titani.

Le novità tuttavia riguardano anche i titani in scala più piccola, dato che sono state annunciate ulteriori release per Adeptus Titanicus, come un nuovo Knight e altre armi per i Reaver Titans. Un breve video ha poi comunicato anche l’arrivo degli scontri nei cieli che rispondono al titolo di “Aeronautica Imperialis”, lo specialist game il cui nome certamente non suonerà nuovo agli amanti degli scontri aerei in grande scala.

L’arrivo delle battaglie volanti non è stato però l’unico annuncio "misterioso" lanciato dall’editore inglese: una scritta nera con l’inconfondibile grafica di Warhammer Underworlds ha infatti scatenato il conto alla rovescia per la terza stagione del “gioco di miniature competitivo definitivo” (così è definito in casa GW).
Dopo aver scoperto Shadespire ed averlo arricchito con la magia in Nightvault, nuove sfide e ulteriori bande sembrano essere all’orizzonte, ma per saperne di più toccherà aspettare ancora un po’. Il tutto mentre monta l’attesa per Warhammer Underworld On-Line, che ci permetterà di portare gli scontri tra miniature negli schermi dei nostri dispositivi.

Imminente invece l’arrivo di Warcry, il gioco di battaglie tra bande di barbari devoti al caos che ha finalmente una data. Da luglio di quest’anno potremo quindi intavolare questo skirmish che promette di essere un’alternativa fantasy al successo di Kill Team.

Ma le novità nel fantasy non finiscono qui: Age Of Sigmar vedrà presto un nuovo aggiornamento delle regole, con il General’s Handbook 2019, l’appuntamento annuale con il quale vengono rivisitate ed arricchite tutte le modalità di gioco disponibili per rendere gli scontri fantasy sempre attuali e competitivi.

Nemmeno lo Strategy game del Signore degli Anelli è stato dimenticato, anzi, il gioco sta vivendo una seconda giovinezza grazie a una serie di nuove release tra cui, l’ultima annunciata, dedicata agli scontri nella pacifica contea.

La grande festa non ha comunque riguardato solo GW, ma coinvolto anche altri editori che gravitano intorno agli universi nati a Notthingam. Primi tra tutti i ragazzi di Playfusion che hanno colto l’occasione per mostrare una preview della nuova espansione del gioco di carte Warhammer Age of Sigmar: Champions!
Anche la Cubicle 7 ha preso parte all’evento, portando delle copie dello starter set di Warhammer Fantasy Roleplay e organizzando delle demo sul gioco.

Andando oltre il mondo dei giochi, due grandi novità si apprestano a rivoluzionare il mondo degli appassionati dei prodotti Games Workshop: la gamma di colori “Contrast”, che promette di regalare luci e ombre alle miniature con un solo passaggio, accorciando notevolmente i tempi di pittura, e l’inizio dell’“Assedio alla Terra”, il ciclo che metterà fine agli oltre 50 romanzi che raccontano l’Eresia di Horus e gli scontri nel 30° millennio!

Dopo il lancio delle nuove edizioni di Warhammer 40.000 nel 2017 e di Age of Sigmar, nel 2018, Games Workshop si trova in questo 2019 a sostenere una non facile sfida: confermare i fatturati record degli scorsi anni senza rivoluzionare le sue due ambientazioni principali.
Una sfida che il gigante di Nottingham pare saper perfettamente come fronteggiare, iniziando già a scatenare impareggiabili tam tam mediatici e grandissime aspettative verso tutti gli appassionati dei mondi nati dalla creatività dell'editore.