Primo piano: 70 anni di Spielwarenmesse: apre i battenti la fiera di Norimberga!

Il 2019 è un anno fondamentale per la Spielwarenmesse, poichè il salone più famoso del mondo dedicato al gioco e al giocattolo si prepara a spengere ben 70 candeline! Un anniversario cosi importante che la fiera dedicherà ampio spazio dei suoi allestimenti e del suo palinsesto proprio a questo incredibile traguardo. La fiera del Giocattolo di Norimberga apre i battenti il 30 gennaio e chiama come sempre a raccolta operatori del settore ludico da tutto il mondo…




Proprio in occasione di questo ragguardevole compleanno, la manifestazione applica dei cambiamenti importanti all’allestimento e alla distribuzione delle categorie merceologiche nei padiglioni. Oltre all’unificazione di diverse tipologie di modellismo e all’aumento dello spazio dedicato ai costumi e fuochi d’artificio, spicca la nuova sezione denominata Electronic Toys, specificatamente dedicata a giochi radiocomandati, i robot, e il gioco virtuale. La nostra attenzione però, chiaramente, è sullo storico padiglione 10, dove si concentrano i produttori di giochi da tavolo di (quasi) tutto il mondo.

Non è un caso infatti che proprio negli ultimi giorni gli uffici stampa di parecchi editori abbiamo sfornato diversi annunci su quello che ci aspetta nei mesi a venire. Per citare qualcuno dei più “chiassosi”, c’è sicuramente Plan-B che presenterà il nuovo titolo della linea Next Move (la stessa di Azul): Tuki, ma chissà che non sia questa l’occasione giusta per mostrare il capitolo finale della saga di Century
Altro pezzo da novanta è Days of Wonder, fresca dell’annuncio di Corinth, di Sébastien Pauchon, che orbiterà chiaramente nella galassia Asmodee, la stessa dove speriamo di vedere dal vivo le prime scatole di Viaggi nella Terra di Mezzo, della scuderia Fantasy Flight.
Giocando in casa teutonica invece, sicuramente c’è attesa per i consueti nuovi esponenti delle linee storiche come Catan e Carcassonne, ma non mancano novità assolute come Mancala, della Lookout, o Die Tavernen im Tiefen Thal, della Schmidt. E all’appello non possono mancare le italiane: sono sempre di più i produttori di giochi nostrani che presenziano con uno stand alla Spielwarenmesse, e noi non vediamo l’ora di scoprire cosa hanno in serbo per noi operatori come Red Glove, Giochi Uniti, dV Giochi, Pendragon Games Studio, Ares Games, Horrible. Tra le novità made in Italy che stanno già rimbalzando tra i social spiccano sicuramente Escape Box di Cranio Creations, il nuovo capitolo di Deckscape: Dietro il Sipario di dV Giochi e il successore spirituale di Horse Fever da Horrible Games: Unicorn Fever.

Ma, se qualcosa ci ha insegnato la nostra esperienza in questa fiera (sono ormai oltre dieci anni che sulle nostre pagine vi raccontiamo il futuro del mondo ludico da Norimberga), è che le novità più interessanti sono quelle più inaspettate! In questi 5 giorni saranno parecchi gli annunci e le rivelazioni che saranno mostrate al pubblico degli operatori. Noi non vediamo l’ora di raccontarveli tutti, per questo vi invitiamo come sempre a seguirci sulle nostre pagine facebook e twitter per un aggiornamento costante di tutto quello che scopriremo nella settantesima edizione della Spielwarenmesse!

La nostra spedizione di valenti redattori è già in viaggio per Norimberga, seguiteci!