Primo piano: Spiel des Jahres 2018 - Le nomination

Siamo a metà Maggio, e come ogni anno questo è un lunedi molto speciale per il mondo del gioco.
E’ il giorno in cui vengono annunciati i candidati al più prestigioso dei premi ludici nel panorama internazionale: lo Spiel Des Jahres, il premio per il miglior gioco dell’anno in Germania!
 




Il successo dei vincitori dello Spiel Des Jahres, come ben sappiamo, travalica le lande teutoniche e giunge i tutti i paesi dove il mercato del gioco è maturo e ricco di appassionati che danno un gran peso a questo ambito bollino sulla scatola. Può suonare pleonastico, ma meglio ribadire ancora una volta le categorie di questa competizione, diventata modello di riferimento per molte altre nazioni.
La categoria principale, il pedone rosso, lo Spiel Des Jahres, premia i giochi “eccezionalmente validi”: capaci di intrattenere tutta la famiglia, perfetti per introdurre al genere i meno avvezzi ma coinvolgenti e interessanti anche per i giocatori più smaliziati. Questo premio viene assegnato dal 1979, e da sempre rende i suoi vincitori dei bestseller in Germania e non solo.
Il Kennerspiel Des Jahres alza l’asticella, ma non troppo: titoli un pizzico più impegnativi, perfetti per il pubblico che ha trovato soddisfacente uno SDJ ma vuole provare qualcosa in più…ma senza esagerare. Poco chiaro? Ce lo spiega meglio Udo Bartsch in questo articolo.
Il Kinderspiel Des Jahres è infine il miglior gioco dell’anno per i più piccoli. E’ importante ricordare che non è solo l’età riportata sulla scatola a stabilire il target dei giochi premiati in questa categoria, maggiori dettagli a riguardo li trovate qui.

Ed ecco i finalisti dell’edizione 2018!

Spiel Des Jahres

  • Azul (di Michael Kiesling, edito in Germania da Pegasus Spiele)
  • Luxor (di Rüdiger Dorn, edito in Germania da Queen Games)
  • The Mind (di Wolfgang Warsch, edito in Germania da Nürnberger-Spielkarten-Verlag)

 

 

 

Kinderspiel Des Jahres

  • Emojito (di Urtis Šulinskas, edito in Germania da Huch! & friends)
  • Funkelschatz (di Lena e Günter Burkhardt, editori in Germania da HABA)
  • Panic Mansion (di Asger Sams Granerud e Daniel Skjold Pedersen, edito in Germania da Blue Orange)

 

 

Kennerspiel Des Jahres

 

  • Die Quacksalber von Quedlinburg ( di Wolfgang Warsch, edito in Germania da Schmidt)
  • Ganz schön clever (di Wolfgang Warsch, edito in Germania da Schmidt)
  • Heaven & Ale (di Michael Kiesling e Andreas Schmidt, edito in Germania da eggertspiele)

 

 

Quest’anno poi è stato assegnato anche un premio speciale, cosa che accade occasionalmente a discrezione della giuria quando vuole riconoscere un gioco particolarmente valido anche se non rientra nelle categorie dell’anno in corso. Il premio speciale del 2018 è andato a Pandemic Legacy Season 2, di Matt Leacock e Rob Daviau.

Non molte sorprese nella categoria principale, i principali pronostici davano proprio questi tre titoli come i più probabili, in particolare Azul viene già considerato da molti il conquistadores del 2018! Sicuramente ci fa piacere sapere che sia Azul che The Mind sono già disponibili in lingua italiana, quindi complimenti anche a Ghenos e dvGioci per averci visto lungo.
Anche sul fronte dei bambini non possiamo lamentarci come reperibilità: Funkelschatz, della HABA, viene distribuito anche da noi con il regolamento in italiano (il gioco nel nostro caso si chiama Il Tesoro Sfavillante), mentre Panic Mansion è stato portato in Italia dalla lungimirante Oliphante (partner storico di Blue Orange) lo scorso novembre.
Per quanto riguarda il Kennespiel, quella era senz’altro la categoria con più incertezze. Heaven & Ale è ben noto anche nelle comunità di giocatori esperti italiani (e confidiamo in una prossima localizzazione), un po’ meno invece i due titoli della Schmidt che, sfortunatamente, da alcuni anni sta lesinando le versioni italiane dei propri regolamenti nelle scatole che produce.
Complimenti enormi a Wolfgang Warsch, che ha ben tre giochi in nomination, due per il Kennerspiel e uno per lo Spiel Des Jahres. E anche a Michael Kiesling, che oltre ad Azul ha piazzato un titolo anche tra i finalisti dei Kennerspiel.

Insomma, bella gatta da pelare anche quest’anno per  la giuria. L’appuntamento per conoscere i vincitori di Spiel Des Jahres e Kennerspiel è fissato per il prossimo 23 luglio a Berlino, mentre la categoria dei più piccoli sarà premiata, come da tradizione, ad Amburgo, l’11 giugno. E noi, come sempre, saremo pronti a raccontarvi tutti i dettagli di questa attesa incoronazione. Nel frattempo, fateci sapere chi saranno i vincitori secondo voi!