Primo piano: PLAY 2018 - La storia si riscrive nell'area BG storico!

Gli appassionati di Board Wargame, termine inglese che indica i giochi da tavolo di simulazione storica e militare, avranno modo di rifarsi gli occhi nell’area del BG storico di PLAY 2018, che anche quest’anno avrà a disposizione l’intero padiglione E della fiera. L’area si è ormai affermata come il principale punto d’incontro per i giocatori di board wargame di tutta Italia, e anno dopo anno tutte le associazioni offrono il loro contributo per garantire un’offerta che mira soprattutto alla diffusione di questo hobby, facendo giocare tutti coloro che vi si vogliono avvicinare.
Quest’anno il tema storico dell’area riguarda il 1968, anno di grandi cambiamenti e rivendicazioni sociali.




A questo riguardo gli organizzatori dell’area (coordinata con grande impegno da Loris Luchetti) hanno deciso di proporre al pubblico di PLAY un evento che rappresenta una grossa novità per l’Italia: sarà allestito uno spazio dedicato allo svolgimento di un megagame ambientato durante la guerra del Vietnam dal titolo Lost Youth. Molti si chiederanno cosa sia mai un “megagame”. Non voglio anticipare troppo, ma è opportuno dire che il megagame è un’attività ludica che comprende sia il wargame che il role playing game con lo scopo di coinvolgere il giocatore e fargli conoscere le dinamiche di uno scontro bellico, in questo caso ambientato durante la guerra del Vietnam. È un evento che abbiamo deciso di proporre dopo aver assistito ad alcune dimostrazioni in Inghilterra, da considerarsi la patria del megagame. Sia venerdì che sabato sarà possibile iscriversi presso la segreteria dell’area, per garantirsi la partecipazione all’evento, in programma domenica.
Tutte le più importanti associazioni d’Italia saranno presenti nell’area, per gestire ben 44 tavoli. ognuno dedicato a un’iniziativa diversa. Questa è una prima panoramica di ciò che l’area sarà in grado di offrirvi.

Ivano Rosa di Casus Belli di Latina (associazione presente con le sezioni di Anagni, Sorrento, Napoli, Trieste e Liguria), sviluppatore del wargame Holland 44 progettato da Mark Simonitch, avrà modo di illustrare l’operazione Market Garden attraverso la neo creatura del designer americano, caratterizzata da un regolamento scorrevole e divertente. Da Sorrento, Giuseppe Ercolano, Massimo Cesaro, Ettore De Rosa e Lucio Abbate spiegheranno ai curiosi un altro gioco di successo della GMT, Illusions of Glory, cui affiancheranno Lamps are going out, gioco della Compass, entrambi tematizzati sulla prima guerra mondiale. Il presidente onorario di Casus Belli, Nicola Quitadamo da Udine, accoglierà al suo tavolo abbellito dalle miniature, coloro che vorranno imparare il sistema della Worthington Hold the Line, mentre Mario Aceto, specializzato nei giochi in solitario, illustrerà i wargame della LegionTarget for Today, Wing of a Prayer e B17.
Fabrizio Vianello  presenterà in anteprima il gioco monstre Under an Iron Sky, prodotto dalla Thin Red Line, un rifacimento del leggendario Next War della SPI su un ipotetico scontro NATO – Patto di Varsavia negli anni ottanta dello scorso secoolo. Quest’anno troverà spazio anche il gioco di ruolo con Marco Mengoli che sabato alle 11 illustrerà alle scolaresche intervenute il gioco di ruolo dal vivo dal titolo Come si fa l’Italia. Un nome illustre quale Aldo Ghetti, della Ludus Historia Belli, avrà modo di presentare il nuovissimo sistema per il combattimento aereo della prima guerra mondiale, Le Ali delle Aquile. Massimo Forni di Udine, sarà alle prese con il sistema tradizionale SCS della MMP utilizzando il gioco Autumn for Barbarossa. Stefano Valentini, per celebrare i 100 anni dalla fine della prima guerra mondiale, curerà un altro gioco della MMP sempre basato sul sistema SCS, Rock of the Marne. ImmancabileSimone de Carli che da anni diffonde il wargame basico con Memoir 44, sempre consigliato ai neofiti assieme alle altre creazioni di Richard Borg, quali Commands and Colors. Poteva mancare uno dei wargame più famosi come ASL (Advanced Squad Leader) nell’area? Vito Pentassuglia con l’ASL starter Kit della MMP avrà modo di introdurre gli interessati al wargame tattico che ha fatto la storia dell’hobby.

La Gilda dei Giocatori sarà il motore del nuovo spazio dell’area del BG storico chiamato ludoteca, dove gli appassionati troveranno diversi titoli da provare. La Gilda presenterà con Marco Stabellini lo strategico Triumph and Tragedy (GMT), Nicola Carpentieri si occuperà dell’introduttivo Manoeuvre (GMT), mentre Marco Merli ci porterà nella fantascienza con Talon (GMT). A completare l’offerta una produzione nostrana della Aleph Studio quale Montecuccoli on the Raab.
Anche No Feir Plei di Luca Veluttini si occuperà della ludoteca con 4 titoli: Pendragon (GMT), l’ultimo nato del pluripremiato sistema COIN, Falling Sky, un altro COIN ambientato nell’epoca antica, e non mancheranno due classici quali Commands and Colors e Twilight Struggle.
L’ASGS di San Marino guidata da Giancarlo Ceccoli presenterà il migliore titolo COIN pubblicato dalla GMT, Fire in the Lake. Il Championship Formula Racing è un’altra chicca degli amici di San Marino e gli appassionati di Formula 1 avranno modo di provare il gioco nella giornata di sabato. Il mitico ASL e Reds (GMT) completano l’offerta ludica dei sanmarinesi. Da non perdere, inoltre, le miniature di Commands and Colors Napoleonico create da Fulvio Giani.
L’Hydra games di Stefano Giombini proporrà ai giocatori la nuova creatura di Richard Berg, Arquebus (GMT) sulle guerre rinascimentali in Italia, gioco basato sul sistema Men of Iron.

Europa Simulazioni, piccola casa produttrice italiana di qualità, presenterà nel suo spazio La Guerra di Gradisca, ideata da Nicola Contardi. Gli appassionati troveranno anche il numero 3 della rivista Parabellum, forse l’offerta editoriale più professionale per i giocatori di boardwargame in Italia curata da Piergennaro Federico.
ASL si conferma uno dei wargame più amati e l’organizzazione ASL Italia, grazie ad Alberto Biserni, cercherà di far superare le asperità del regolamento a tutti coloro che vogliono cimentarsi con uno dei re del nostro hobby.
Siamo felici di annoverare fra le nostre fila il ritorno di un’altra gloriosa casa produttrice italiana, la ACIES di Marco Gnagnetti. In anteprima si potrà visionare e studiare il prototipo Durchburch sulla guerra di Caporetto, mentre Piergennaro Federico illustrerà il nuovo gioco contenuto nella rivista Parabellum dal titolo Santander 1937.
I veri esperti di giochi simulativi aeronautici sono i giocatori di Quarta Dimensione provenienti da Udine. Leyte 1944 è la loro proposta ludica basata sul sistema Fighting Wings, il colpo d’occhio con i bellissimi modelli in scala 1/144 sarà da favola. Imperdibile nella zona “aerea” l’evento Scuola di Volo condotto da Chiara Pezzi, dove sarà possibile imparare il sistema, forse il più realistico in circolazione.
Un’altra importante associazione quale la Valgame di Valdagno si è unità al gruppo del BG storico. Due veri grognard quali Alessandro Massignani ed Enrico Acerbi appassioneranno gli intervenuti con dimostrazioni con il gioco Breitenfeld della Decision Games.

Come avete potuto leggere, la lista è nutrita e al momento di redigere questa presentazione, ci sono altre richieste di giocatori ed editori che vogliono diffondere e presentare i loro giochi. L’area è in continuo sviluppo e tale fatto conferma la crescita esponenziale avvenuta negli ultimi 10 anni. Si sta puntando molto anche sull’aspetto formativo dell’hobby che lo unisce al divertimento e assicura la crescita personale. Per questo ricordiamo che si può cominciare a compiere i primi passi nel mondo del wargame e del BG storico a partire da 10 anni. L’area vi aspetta quindi a partire dal venerdì pomeriggio, con la certezza che saprà coinvolgervi sicuramente in una delle tante esperienze ludiche che avrà modo di offrirvi.