Primo piano: PLAY TRADE: il B2B approda a Modena

Ci stiamo avvicinando al più importante evento ludico del nostro Paese, la kermesse della PLAY a Modena che aprirà i battenti tra poche settimane e che, tra l’altro, festeggerà il suo decimo compleanno. Come avrete sicuramente avuto modo di leggere, molte sono le novità editoriali in arrivo, così come molti saranno gli eventi che accompagneranno questa edizione così speciale del festival: una in particolare, sebbene concepita per una ristretta categoria di attendenti, è indubbio che calamiti molta attenzione da parte di molti.

Stiamo parlando di Play Trade, il nuovo appuntamento specificamente dedicato agli addetti di settore con l’obiettivo di creare un momento di confronto tra professionisti, autori, editori e in generale tra tutti quelli che – in un modo o nell’altro – orbitano nel “dietro le quinte” del mondo ludico.




Nonostante si tratti della prima volta di un avvenimento del genere per il settore del gioco specializzato in Italia – una sorta di sperimentazione potremmo definirla – la giornata del venerdì che gli è stata dedicata, non mostra certamente l’agenda vuota. Anzi, moltissimi sono già gli appuntamenti registrati in elenco per una serie di argomenti che si preannuncia molto varia e interessante. Già, ma di cosa si parlerà nello specifico?

Trattandosi, come detto, di un momento di confronto tra “addetti ai lavori” è abbastanza ovvio che gli argomenti affrontati al primo piano del polo fieristico di Modena toccheranno tematiche tecniche, dedicate alle esigenze degli operatori.
Innanzitutto, Play Trade sarà un’importante occasione per tutti gli editori di mostrare a negozianti, distributori e stampa le proprie linee di prodotti, le roadmap future, anteprime e, sulla base di questo, stipulare eventualmente nuovi contratti di collaborazione.
Sempre a riguardo di esercenti, alcune conferenze abbracceranno temi a loro molto cari; si parlerà ad esempio di consigli e strategie per creare un Boardgame Cafè, ovvero un luogo dove poter affiancare spazi ludici e somministrazione alimentare (alle 15 in Sala 3); si affronteranno le nuove sfide che si parano dinanzi ai negozi “bricks & mortar” in un mondo ludico sempre più monopolizzato dal crowdfunding (ore 16 in Sala 3); infine, grazie a interventi prestigiosi come quelli di Luca Bellini, Luca Borsa, Carlo A. Rossi e Carlo E. Lanzavecchia, si potranno conoscere le evoluzioni del gioco per bambini e come questo – grazie alla collaborazione con molti player dell’hobby market - abbia conquistato un nuovo un nuovo spazio di rilevanza all’interno del mercato ludico.
Occasione importante anche per i produttori dei giochi, che potranno cogliere l’occasione di Play Trade per approfondire le attuali normative e gli standard di sicurezza del “prodotto boardgame” in un incontro a cura di Intertek (programmato per le ore 11:00 in Sala 3).

Chiaramente, una voce in capitolo non opzionale quando si parla di “addetti ai lavori” è quella degli autori ed è chiaro dunque che molti incontri del Play Trade tratteranno argomenti a loro cari. Innanzitutto, questa sarà l’occasione per uno speech dedicato alla recente nascita e all’esposizione degli obiettivi della sezione italiana della SAZ (ore 11.20 in Sala 4), così come alla presentazione (ore 12.20 in Sala 4) di Autori in Gioco dove il collettivo romano di autori si presenterà a tutti dalla diretta voce dell’ideatore Marco Piola Caselli. Oltre le presentazioni però, le due associazioni coordineranno altri interventi molto interessanti per i game designer: si parlerà infatti (ore 12.40 in Sala 4) di tool per la prototipazione e il playtesting, si approfondiranno insieme a Giacomo Sottocasa e Carlo A. Rossi i dettagli e le norme che regolano i contratti editoriali ludici (ore 11.40 in Sala 4), si parlerà (ore 14.00 in Sala 4) insieme a Sergio Roscini (DVGiochi) e Andrea Mainini di come giungere a un prototipo partendo da un’idea e di quale sia il momento migliore per presentarlo a un editore, ma anche (ore 15.00 in Sala 3) di come affrontare un progetto kickstarter. Insieme ad Andrea Chiarvesio e Remo Conzadori (ore 14.20 in Sala 4) si analizzeranno gli aspetti relazionali tra autori ed editori e infine si andrà veramente nello specifico con la presentazione di Nandeck – un software di ausilio alla creazione di elementi di gioco e al relativo test su piattaforme come Table Top Simulator (ore 15.40 in Sala 4) e con un’analisi della biografia e dei corsi esistenti sul tema del game design (ore 16.00 in Sala 3).
In questo piccolo mare di offerta, spiccano certamente per originalità due iniziative: la prima, in collaborazione con AiG, è una sorta di speed date” ludico in cui, dalle ore 16 nella balconata, aspiranti autori avranno 5 minuti per convincere gli editori della bontà della loro creazione.

La seconda è un vero e proprio ring, in cui i giurati del Gioco dell’Anno e del Gioco di Ruolo dell’Anno, si daranno battaglia a suon di dialettica con vari avversari in “incontri” di mezz’ora ciascuno sugli argomenti più caldi del periodo. Si discuterà ad esempio dell’immancabile crowdfunding, della possibile saturazione del mercato, dell’esistenza di un vero e proprio codice etico per i giochi, del ruolo delle donne nel settore, della “scuola italiana” di game design, dell’annosa “battaglia” tra il GdR old school e le nuove leve innovative. Insomma, tantissimi argomenti che a partire dalle 10.20 nella Sala 400 saranno affrontati volta per volta, per un risultato certamente “animato”.

Chiaramente, in tutto questo, anche l’accoppiata Gioconomicon e IoGioco faranno la propria parte fornendo la giusta copertura di questo evento al suo esordio, oltre che tramite una speciale votazione, parallela alla nostra consueta classifica delle novità di PLAY, con cui diversi giocatori VIP appartenenti a numerose associazioni potranno dare i loro feedback agli editori circa le novità che verranno messe sotto i riflettori durante il festival modenese.

Insomma, per essere un esordio, questa prima Play Trade non sembra per nulla iniziare in punta di piedi e noi siamo orgogliosi di poter prenderne parte attivamente sin da subito. Nuovi appuntamenti stanno andando ad arricchire il programma di questo prezioso venerdi B2B ora dopo ora, per rimanere aggiornati vi consigliamo di tenere sott'occhio la pagina dedicata sul sito di PLAY.