Primo piano: [PLAY 2018] Le novitÓ dal mondo dei giochi da tavolo

Ecco a voi la più esauriente e completa guida alle novità sui boardgame che esordiranno sui tavoli della prossima edizione di PLAY, dal 6 al 9 aprile.

Giochi nuovi disponibili per l’acquisto, anteprime di titoli prossimi alla distribuzione, prototipi di progetti che vedranno la luce nei mesi a venire … tutto ciò che potrete trovare sui tavoli demo degli editori è elencato e commentato qui!

Ogni anno il festival modenese segna un nuovo primato di quantità di nuove uscite: scopriamo assieme se il record verrà battuto anche in questa occasione.

La guida verrà aggiornata in maniera progressiva con l’arrivo dei nuovi annunci degli editori, il nostro consiglio è di cominciare a studiare e tornare a consultarci spesso per rimanere sempre aggiornati.

- E vi ricordiamo che abbiamo anche realizzato la Guida delle novità Gdr, che potete trovare qui.

Ultimo aggiornamento al 04/04/2018 con notizie su: Asmodee, Cranio Creations, DTG, Ghenos, Winter Lair,




Alleanza Games
Alleanza Games è un nuovo soggetto editoriale formato da sei realtà del gioco di ruolo e da tavolo italiano, molte arrivate sul mercato grazie a campagne di crowdfunding. Debutteranno proprio al Play di Modena 2018 con un grande spazio espositivo e 10 tavoli dimostrativi, dove sarà possibile provare tutte le proposte ludiche dei soggetti che formano la variegata compagine. Per i giochi da tavolo Alleanza Games porterà Arrr!!! (Play Pirates), ungioco di carte umoristico dove il giocatore vestirà i panni di un Capitano Pirata alla conquista di fama e dobloni. Il gioco è composto da quattro mazzi, per un totale di 110 carte, 6 dadi personalizzati e 40 monete, e prevede tre distinti livelli di approccio, dal più semplice al più complesso.

Asmodee Italia
Il ramo italiano della multinazionale ludica è pronto, come suo solito, a stupirci con allestimenti spettacolari e con una serie di novità che si preannunciano decisamente corpose.
A tirare le fila è senza dubbioStar Wars: Legion, il chiacchieratissimo skirmish tridimensionale ideato da Alex Davy e ambientato nel famoso franchise Lucasfilms. La scatola presentata contiene diverse miniature in scala 32 mm da assemblare e, in generale, ha tutto l’occorrente per intavolare scontri introduttivi tra due eserciti comandati da Luke Skywalker e Darth Vader, con un regolamento e un sistema di spostamento delle truppe molto semplici e lineari.
Altro “pezzo da novanta” è Rising Sun, titolo di Eric M. Lang illustrato con estrema cura da Adrian Smith, in cui le meccaniche di Blood Rage vengono impreziosite e trasferite nell’antico Giappone feudale, risultando in un notevole gioco per 3-5 giocatori, di controllo territorio e alleanze variabili di tutto rispetto. Il tutto, chiaramente arricchito con tante miniature “da urlo”, marchio di fabbrica ormai di casa Cool Mini or Not.
Cambiando decisamente tema, è in arrivo Decrypto, l’interessante gioco deduttivo ideato da Thomas Dagenais-Lespérance, in cui da 3 a 8 giocatori si sfideranno in un teso confronto a squadre nel trasmettersi dei codici numerici tramite parole chiave, senza che però questi vengano prima capiti dagli avversari.
Infine, per chi vuole fare un po’ più di caos, ecco pronto Attack of the Jelly Monsters, il graziosissimo gioco di Antonin Boccara, in cui da 3 a 5 giocatori comandano delle squadre speciali impegnate nella raccolta di campioni  per studiare l’alieno di gelatina che ha invaso la terra. Azioni simultanee, clessidra e tanti dadi, oltre che la simpaticissima grafica del titolo edito da Libellud, non possono che essere le migliori premesse di estremo divertimento.
Sul fronte delle espansioni, in anticipo rispetto a quanto programmato, ci sarà Leviathan, una nuova scatola per Abyss che introdurrà molti altri aspetti di gioco, tra i quali i tremendi Leviatani, la legge marziale e soprattutto la possibilità di accomodare in partita anche il quinto giocatore.
Inoltre, durante il festival, il circuito Asmoplay organizzerà la tappa italiana del Galactic Qualifiers di Star Wars Destiny, una serie di sfide con tanti premi esclusivi garantiti ai vincitori.

Axis Mundi Games
La Axis Mundi Games esordisce alla Play armata di ben due giochi di carte. Il primo è Daimyo’s Fall (di Enrica Fincati e Francesco Simioni), un deckbuilder per 1-5 giocatori ambientato nel Giappone feudale; finanziato lo scorso anno su Kickstarter, offre meccaniche innovative e un gioco a tempo, e sarà disponibile da provare e da acquistare. Il secondo titolo si chiama So Long, My World (degli stessi autori), sempre per 1-5 giocatori, debutterà invece su Kickstarter prima dell’estate, e sarà ambientato in un mondo morente, con l’umanità ridotta alle sue ultime ore; i giocatori dovranno fronteggiare scelte morali e sociali, e chi si avvicinerà di più alla verità sarà dichiarato vincitore.

Chicco
Dopo aver stupito tutti con la qualità della nuova linea di giochi evolutivi per bambini, Chicco è pronta a fare il suo esordio alla kermesse modenese e non ha la minima intenzione di presentarsi senza delle fresche novità, sempre ideate dai prolifici Luca Bellini e Luca Borsa sotto la supervisione dell’ Associazione Nazionale dei Pedagogisti Italiani.
In Dancing Fish, per 2-4 giocatori e adatto da 2 anni in poi instaureremo una sfida di memoria alla caccia di pesci che si nascondono in uno stagno che ruota costantemente.
Fantastoryè invece un titolo di carte narrativo per 1-4 giocatori che prevede sfide cooperative per partecipanti di 3 e 4 anni, ma che diventano competitive se i bimbi arrivano a 5 anni.
Sempre la memoria è la capacità principale richiesta in Holiday Photos, che pone 2-4 giocatori da 3 anni in su, alla ricerca degli oggetti persi dagli animali in vacanza. Tra l’altro, oltre i 5 anni, la sfida prevede anche elementi di azione.
Anche in Little Arrow saranno richieste buone capacità di coordinazione perché i novelli arcieri - da 2 a 6 da 3 anni in su a seconda della modalità di gioco - dovranno mirare il migliore bersaglio...a occhi chiusi!
Infine, in Christmas Gift, da 2 a 4 giocatori da 3 anni in su dovranno aiutare gli elfi a posizionare dei regali su un albero. I più piccoli dovranno usare il loro miglior colpo d’occhio e individuare i regali da piazzare sull’albero di Natale. Da 5 anni, il caratteristico addobbo diventa però malfermo, arricchendo al sfida anche con componenti di destrezza.

Cosmic Group
Mettetevi comodi, perché la Cosmic Games ha deciso di stupirci con una messe di novità. Cominciamo con Batman miniature game Seconda edizione della Knight Models, localizzazione in italiano dello skirmish ambientato nell’universo dell’uomo-pipistrello dove, usando miniature di alta qualità, si possono riprodurre scontri che vedono fronteggiarsi il Cavaliere Oscuro e i suoi alleati da una parte, e i più famigerati criminali di Gotham City dall’altra. Tutto in italiano, sarà disponibile Hostage Negotiator (A. J. Porfirio) rapido gioco in solitario, che ci fa rivestire il ruolo di agente negoziatore col compito di trattare con criminali senza scrupoli per cercare di far liberare gli ostaggi in loro mano; il tutto gestendo la mano di carte e i lanci di dadi. Accademia degli scienziati pazzi (Sharang Biswas, Max Seidman) è l’edizione italiana del gioco di carte della Cryptozoic dove da bravi scienziati pazzi dovremo costruire con le nostre carte in mano le invenzioni più folli possibili per dominare il mondo.
Un altro gioco originariamente edito da Cryptozoic è DC Comics Deck-Building Game (Matt Hyra, Ben Stoll) e la sua nuova espansione Crisis, che arrivwerà in versione localizzata e con un manuale italiano reimpaginata e scritto in modo differente dall’originale, allo scopo dui migliorarne la comprensione.
Sempre in ambito di sistemi di gioco di carte, sarà disponibile l’edizione italiana di Final Fantasy Trading Card Game, con le sue varie uscite fino all'espansione OPUS V e verranno presentati i tre nuovi Starter Set: Final Fantasy XII, Final Fantasy XIII (2018 edition) e Final Fantasy XIV.
Continuiamo poi con una serie di novità che arrivano dalla neozelandese Gale Force Nine. Innanzitutto troveremo Tanks, un divertente e rapido gioco di combattimenti tattici tra carri armati della Seconda Guerra Mondiale, basato su bei modellini in plastica semplici da montare, offerto in edizione italiana. Al riguardo si annuncia la presenza della stessa Battlefront Miniatures, la casa produttrice di Flames of War, famoso sistema di wargame tridimensionale, di cui Tank è una costola semplificata.
Ancora, per gli appassionati del più famoso viaggiatore del tempo che esiste, troveremo Doctor Who: Time of the Daleks (Andrew Haught), titolo da 1 a 4 giocatori in cui altrettante incarnazioni dei dottori devono collaborare in un semi-cooperativo basato su lanci di dadi; verrà supportato da manuale in italiano in versione digitale. Sempre su licenze famose, ecco arrivare D&D: Tyrants Of The Underdark (Peter Lee, Rodney Thompson, Andrew Veen), gioco di controllo di aree attraverso il reclutamento di servitori, la loro crescita e l’attacco ai nemici, in mezzo a Draghi, Demoni e altre entità maligne, ovviamente nel mondo di Dungeon & Dragons.
Passiamo a Guild Ball (Mat Hart, Richard Loxam) gioco edito da Steamforged Games, offerto in versione originale con manuale italiano in digitale, dove due giocatori si scontrano, anche pesantemente, su un campo di gioco per una partita simile al football.
Chiudiamo con un paio di proposte italiane: la prima è Brides & Bribes per il quale vi rimandiamo alla presentazione delle novità di Spaceballoon Games; il gioco è alla sua prima uscita italiana in grande stile e sono previsti incontri e demo con i suoi creatori.
Della Ludus Magnus Studio saranno presentati i giochi di Nova Aetas (Luca Bernardini, Daniele Colletti, Andrea Colletti) che sono già stati tradotti in Italiano e andranno in stampa a breve; nel frattempo per Play è certa la loro versione Inglese (sebbene siano prodotti di italianissima origine).
Si preannuncia infine una ghiotta novità: la presentazione del sistema HEROCLIX, per il quale si spera di poter vedere anche i due ultimissimi set: X-Men Xavier’s School e Harley Quinn & The Gotham Girls. Per questo sistema, Cosmic Group annuncerà il proprio programma di gioco organizzato per l’Italia proprio durante le giornate del festival modenese.

Cosplayou
Cosplayou porta alla Play 2018 un nuovo gioco, intitolato Meteors (di Dario Dordoni, Marta Ciaccasassi), giocabile in circa mezz’ora da 2 a 5 persone e illustrato da Danny Orizio. In Meteors, i giocatori dovranno creare branchi di dinosauri e renderli sempre più numerosi, cercando nel contempo di evitare i pericoli costituiti da eventi naturali e dai predatori, e lanciando la meteora nella scatola costruita apposta per cercare di buttar giù i dinosauri avversari. In tempi di estinzioni di massa, ci piace ricordare che non sempre i più grandi e forti sopravvivono, ma è tutta questione di mira! Meteors si configura come un gioco dalle meccaniche nuove, un card game che si avvale anche delle meccaniche di un gioco di destrezza, con risultati certamente divertenti e imprevedibili.

Cranio Creations
Il grande cranio arriva a Play forte di una line up ricchissima di titoli. Partiamo da Santorini astratto di grande successo concepito da Gordon Hamilton per 2 - 4 giocatori. Nei panni di mastri costruttori dovremmo cercare di arrivare prima degli avversari al terzo piano di una delle case da noi costruite per vincere la partita. Regolamento semplicissimo e profondità invidiabile sono gli assi nella manica. Sempre sullo stesso filone si posiziona Sagrada, titolo realizzato in tandem da Adrian Adamescu e Daryl Andrewsche che ci chiederà di costruire la vetrata più spettacolare della Sagrada Familia. Basato su una meccanica di dadi, il gioco offre una buona dose di strategia e materiali coloratissimi. Un altro grande successo di Essen approda a Play, e stiamo parlando di Noria, opera di Sophia Wagner dal notevole colpo d’occhio e dal sapore decisamente più hardcore, con un tasso piuttosto alto di strategia e programmazione. Isole fluttuanti da far prosperare: un compito per nulla semplice. Altro titolo di “peso” è sicuramente Pulsar 2849, titolo a tema spaziale proveniente dalla mente di Vladimír Suchý e che mette i giocatori nel ruolo di esploratori alla ricerca di stelle pulsar. Esplorazione, strategia e costruzione sono le tre parole chiave per un euro-game che sembra piuttosto profondo e dinamico. A chiudere questa sfilza di titoli ci pensa la nuova edizione di Consiglio dei Quattro a cura di CMON. Il gioco del duo Luciani e Tascini è stato rivisto completamente a livello grafico e adesso offre anche una ricca collezione di miniature che rendono l'esperienza ancora più tridimensionale. Siete pronti a tornare nei panni di ricchi mercanti? La girandola di proposte “made in cranio” termina con MemoArrr! titolo decisamente più light, in cui Carlo Bortolini propone meccaniche basate su carte, memoria e...un pizzico di fortuna. Colui che riuscirà a trovare i rubini del tesoro di Capitan Pescerosso e scappare dall’isola sarà eletto vincitore!
PLAY sarà inoltre un’ottima occasione per provare le più recenti produzioni Cranio arrivate nei negozi durante il mese di Marzo, ovvero TEX - fino all'ultima pallottola! e FUORISALONE.
Ma, sorpresa, l’offerta non finisce qui! Già perché direttamente dal salone di Norimberga dove sono stati svelati per la prima volta, sarà possibile effettuare demo di Newton, il nuovo gestionale di Simone Luciani e Nestore Mangone, Le Mura di York di Emiliano Venturini e Simone Luciani e del primo progetto che verrà creato da Cranio su kickstarter, ovvero Barrage di Simone Luciani e Tommaso Battista.

Dal Tenda
L’editore di Assisi si presenta alla Play 2018 con ben quattro nuovi titoli. The Chameleon (di Rikki Tahta) è un party game di deduzione per 3-8 giocatori, in cui il Camaleonte dovrà cercare di non farsi individuare, mentre gli altri giocatori dovranno invece capire chi sia il mimetico rettile tramite la conoscenza di una parola, ignota però al Camaleonte stesso: ogni giocatore dovrà dire un’altra parola ad essa collegata senza però essere troppo vago o troppo preciso. Se vi piace invece immaginarvi alla scoperta del Nuovo Mondo nel XV secolo, con Santa Maria (diEilifSvensson eKristianAmundsen Østby) potrete gestire una colonia, cercare oro e accumulare prestigio e uomini di chiesa nell’arco di tre anni; questo Euro game è per 1-4 giocatori, quindi potrete anche provare in solitario a gestire la nuova colonia europea nelle Americhe! Suicidium Party è invece un’espansione per l’irriverente e divertente Suicidium (di Michela Coletto e Valentino Sergi), il gioco “non politically correct” in cui si cerca di porre fine alla propria esistenza terrena. Infine, in anteprima, la DalTenda porterà Dragon’s Path (di Gabriele Palomba e Giacomo Lazzerini), un gioco di carte per due giocatori in cui ciascun contendente deve cercare di seguire uno dei sentieri che si dice portino alla tana del Drago, per acquisirne la conoscenza e la saggezza: ma attenzione, solo uno sarà in grado di evocare la potente creatura ed uscire vincitore da questa sfida. Naturalmente, ci saranno anche tavoli dove si potranno provare le più recenti uscite di DalTenda, cioè Tolomeo, OK Play, Parsec e Rainbow Rage.

Devir Italia
Tre novità in dimostrazione per la Devir alla Play 2018. Il primo titolo è Gretchinz! (di Roberto Fraga e Yohan Lemonnier), in cui da 2 a 4 giocatori si sfideranno in corse di veicoli guidati dai Gretchin, appunto, nel cupo e violento mondo di Warhammer 40.000. Continuiamo con Fanhunter: Assault (di Pak Gallego) è un gioco di carte per 2-6 giocatori ambientato nel mondo di Fanhunter: i giocatori, membri della Resistenza, dovranno cercare e recuperare vari oggetti proibiti, evitando le guardie e nel contempo dando fastidio ai loro concorrenti. Troveremo infine la nuova edizione di Dungeon Raiders (Phil Walker-Harding), un veloce gioco di carte per 3-5 giocatori in cui si dovrà cercare di collaborare per sopravvivere ad un dungeon, ricordando però che solo chi avrà più tesori alla fine della partita sarà il vincitore.

Djeco
Djeco, uno dei produttori leader nell'intrattenimento per i più piccoli, arriva a Play carica di titoli. Le novità in catalogo sono Geomemorix, un gioco di memoria con carte tonde e rettangolari dagli ipnotici disegni geometrici, e Crazy Ducks, un gioco di deduzione e logica in cui bisogna scoprire le anatre degli avversari nascondendo le nostre. Naturalmente i tavoli della Djeco ospiteranno molti altri dei loro giochi per bimbi dai due anni in su, inclusi Zanimatch, Batwaf, e lo strategico Animouv.

Doppio Gioco Press
La romana Doppio Gioco porta a PLAY tre novità, già mostrate lo scorso anno come anteprime. Si inizia con il simpatico Il Principe Ranocchio di Martino Chiacchera, gioco in cui a colpi di lingua srotolabile del ranocchio a disposizione di ognuno dei 2-5 giocatori, si dovranno catturare gli insetti dello stagno, muovendosi tra le varie ninfee galleggianti. Campus Cafè (Pasquale Facchini) altro titolo per 2-5 giocatori, basato sul piazzamento dadi, in cui ottimizzare il proprio impegno di “studenti–lavoratori” nel cafè del campus universitario, servendo con la massima celerità i clienti per ottenere mance e fare carriera. Simphony di Angelo Toninn porta 2-6 giocatori nel magico mondo della musica classica, dove si dovrà comporre la migliore orchestra possibile, disporla sul palco in funzione dell’acustica dei vari strumenti ed eseguire la migliore performance della sinfonia in cartellone.

Dragon Dawn Productions
Dopo due anni dalla loro prima volta, l’editore finlandese fa il suo ritorno a PLAY portando con sé tutte le sue produzioni più recenti. Saranno presenti quindi i già conosciuti Black Hat e soprattutto Perdition Mouth, del quale sarà anche possibile vedere la versione preliminare della traduzione italiana a cura di Fabio Piovesan. Per quanto riguarda invece le novità, sarà possibile provare Darwinning!, il family game a tema evoluzione realizzato da Timo Multamäki, Tiinaliisa Multamäki e Nikolas Lundström Patrakka, fresco di successo della relativa campagna kickstarter.

DTG Publisher
PLAY d’esordio per i giovani ragazzi dell DTG che, nel bel mezzo dei padiglioni riservati alla Tana dei Goblin saranno disponibili a far giocare partite dimostrative alla loro prima opera. Si tratta di Verrix, un gestionale di Tommaso Roberto Ceglia e Riccardo Corti attualmente in fase di crowdfunding in cui da 3 a 5 rivali guideranno altrettante tribù celtiche alla conquista della maggior celebrità nel contesto della Britannia del 54 a.C.

dV Giochi
Sono quattro le novità che dV Giochi porta in quel di Modena. Partiamo da quella sicuramente più attesa tra tutte: Near and Far. Il seguito del best sellerAbove and Below (a cura dello stesso autore: Ryan Laukat) arriva localizzato in lingua italiana. Il gioco offre una componente narrativa ancora più predominante, portando i giocatori a viaggiare per il regno in cerca di avventure. L’esperienza dispone sia di una modalità campagna che una variante per partite “one shot”.  The Mind è invece il nuovo prodotto editoriale dagli autori dell’acclamata serie The Game. In questo titolo di coordinazione mentale i giocatori, senza parlare, dovranno cercare di posizionare correttamente le carte che hanno in mano in ordine crescente al centro del tavolo, chi sbaglia fa perdere un punto vita alla squadra. Un prodotto interessante e sperimentale. Per gli amanti delle escape room sarà invece possibile acquistare Deckspace - Furto a Venezia, terzo capitolo della fortunata serie “deckescape”. In questo nuova missione si vestiranno i panni di ladri professionisti intenti a intrufolarsi all’interno di un casinò. Per i più piccolini ecco arrivare due nuovi titoli: Stoplight e Speed Colors. Nel primo bisogna usare colpo d’occhio e la velocità di riflessi per scappare da una città completamente congestionata dai semafori; il secondo è invece un gioco di carte che mette i piccoli giocatori nei panni di creativi pittori. Memorizzate i colori, girate le carte, pennarelli in mano e riproducete l’immagine esatta. Chi avrà fatto più punti sarà il miglior pittore tra tutti!

Erickson
La Erickson si presenta per la prima volta a Play, con un catalogo di giochi educativi tutto dedicato ai bambini. La novità principale è Tablotto, una serie di tre giochi con sistema di autocorrezione, che permette ai bambini di imparare divertendosi; Tablotto si rivolge a diverse fasce d’età (4-6, 6-8 e 8+ anni) con i tre diversi titoli. Ci sarà poi la linea Giocare per Crescere, ideata dallo psicologo Gianluca Daffi, che offre quattro titoli differenti incentrati su diverse abilità, e infine la serie Giocadomino, di Flavio Fogarolo, che include tre titoli basati sul domino con tre tematiche diverse (geografia, linguaggio, numeri e calcolo).

Europa Simulazioni
Sempre alla ricerca di eventi che interessano i nostri territori, Europa Simulazioni porterà il suo nuovo La Guerra di Gradisca, 1615-1617 (Nicola Contardi), simulazione del conflitto tra la Repubblica di Venezia e l'Arciduca d'Austria all’inizio del '600, poco noto ma importante per l'impegno profuso dai due contendenti. Il gioco è su scala strategica e tratta assedi, scaramucce, incursioni, razzie, devastazioni, sbarchi anfibi, trinceramenti. Usa un sistema piuttosto semplice adatto al pubblico più ampio, ma è anche corredato di un regolamento avanzato per i più esperti. La bella e grande mappa, d'epoca, riproduce il Friuli verso la metà del '600.
Inoltre sarà presentato il prototipo del redesign di Custoza, fields of Doom, prossimo gioco sulle due battaglie di Custoza, 1848 e 1866, che si basa su un sistema altamente innovativo per la simulazione delle guerre risorgimentali.
Infine sarà disponibile il nuovo numero di Parabellum, la bella rivista di boardwargame tutta in italiano che in ogni numero offre un interessantissimo gioco con pedine fustellate. In questa terza uscita troveremo Corpo Truppe Volontarie, Santander 1937di Javier Romero, noto autore spagnolo particolarmente interessato alla Guerra Civile del suo paese. Questa simulazione tratta l’offensiva nazionalista a Santander nell’agosto 1937 durante la quale il corpo di spedizione italiano giocò un ruolo determinante.

GateOnGames
GateOnGames si presenta a questa PLAY con una coppia di nuovi titoli realizzati in seno alla florida partnership con la spagnola ThunderGryph Games. Il primo è certamente Dead Man’s Doubloons - un family game per 2-6 partecipanti ideato da Jason Miceli e illustrato in maniera a dir poco accattivante da Matthew e Mateusz Mizak - dove saremo pirati senza scrupoli alla caccia di mappe del tesoro, dobloni e pietre preziose, fino a giungere al più ricco dei tesori sul monte Zotetmon. I poteri speciali delle ciurme, le schermaglie che avverranno per contendersi i bottini e, soprattutto, la possibilità di divenire nave fantasma, sembrano essere dei perfetti ingredienti di divertimento. Decisamente diverso il “mood” della seconda novità dell’editore lucchese. Stiamo parlando di Spirits of the Forest, un card game di Michael Schacht che, con meccaniche di draft e collezione set, pone da 1 a 4 giocatori alla caccia della migliore combinazione di spiritelli della foresta. Nonostante il carattere fortemente astratto, la pregevole fattura e il fatto che possa esser giocato anche in solitario, sono aspetti che potranno “accendere” l’interesse di molti.

Ghenos Games
La Ghenos si presenta a questa Play 2018 con tre novità e due attesissimi ritorni. Infatti, torneranno disponibili Charterstone (di Jamey Stegmaier) un sorprendente titolo legacy per 1-6 giocatori che una volta finito resta comunque un piazzamento lavoratori perfettamente rigiocabile, e Dragon Castle (di Lorenzo Silva, Hjalmar Hach e Luca Ricci), il curioso (e apprezzato) gioco che usa le tessere del classico Mahjong cinese per costruire edifici. Inoltre, troveremo disponibile in italiano (essendo uscito a febbraio scorso) il divertentissimo Rock, Paper, Wizard! (di JoshCappel, Sen-Foong Lim e Jay Cormier), uno scontro tra maghi che riprende le meccaniche della morra cinese per 3-6 giocatori che batteranno a colpi di gesti magici. Ci sono infine altri due grandi titoli, che vengono presentati davvero in anteprima: in soft launch (cioè con poche copie disponibili per la vendita) troveremo Azul (di Michael Kiesling), fresco vincitore dell’As d’or n cui 2-4 giocatori cercano di creare decorazioni con piastrelle di ceramica, e Boufbowl (di Yann e Clem), per ora nella sola versione inglese, per 2 giocatori, che permette di intavolare partite 5 contro 5 ad una sorta di football americano con i personaggi di Krosmaster. Come se non bastasse, in maniera quasi del tutto inaspettata, arriveranno infine anche due attesissime espansioni, ovvero Capitals in cui renderemo più complesse le nostre sfide a Between Two Cities dovendo tener conto anche di un accorto posizionamento degli edifici pubblici e dei bisogni della popolazione, e Moor Visitors tramite la quale - con lo zampino di Uwe Rosenberg- aggiungeremo nuove carte visitatore all’esperienza di gioco di qualsiasi versione di Viticulture.

GiochiX
L’editore romano porterà a titoli principalmente tre novità in quel di Play. Pochi giochi ma estremamente chiacchierati nella comunità dei giocatori da tavolo. Partiamo con Half-Pint Heroes, titolo che si è mostrato per la prima volta alla fiera di Essen dello scorso anno, riscuotendo un buonissimo successo. Ambientato all’interno di un rissoso pub, il titolo è un veloce e immediato gioco di carte che sfrutta le meccaniche del Texas hold’em, aggiungendo una forte componente di bluff; il giocatore dovrà scommettere quante saranno le mani che riuscirà a vincere sfruttando le proprie carte e quelle sul tavolo comuni per tutti i giocatori. Altiplano è invece il nuovo gioco diReiner Stockhausen acclamato autore di Orleans; ambientato tra le montagne del Sud America a cavallo tra Bolivia e Perù, da 2 a 4 giocatori si troveranno a dover sfruttare le risorse a disposizione nel miglior modo possibile, sfruttando l’ormai nota meccanica del bag-building. Dopo una buona campagna su Giochistarter il gioco localizzato nella nostra lingua, arriva anche sugli scaffali Play. Infine, ma non per questo meno importante, la presenza in lingua inglese (ma indipendente dalla lingua) del nuovo gioco diReiner Knizia: Sakura. In questo titolo, da 2 a 6 giocatori sono chiamati ad immortalare l’Imperatore giapponese mentre si sofferma sotto gli alberi di ciliegio per omaggiare la primavera, come tradizione vuole. Per farlo avremo a disposizione una meccanica di push-your-luck, che ci chiederà di avvicinarci il più possibile all’Imperatore, senza però urtarlo, pena una sonora punizione.

Horrible Games
La vena creativa dei ragazzi “orribili” invaderà anche quest’anno i tavoli da gioco di Modena con delle simpatiche anteprime da poter provare. Partiamo da un titolo chiacchierato da tempo, che si mostra finalmente nella sua versione finale dopo una buona campagna kickstarter: Alone. Il Gioco di Andrea Crespi e Lorenzo Silva ci porta in un contesto molto simile a quello del videogioco Dead Space. Un giocatore controllerà l’eroe all’interno di una navicella spaziale infestata da alieni, gli avversari controlleranno il mare, chi vincerà? Di tenore differente è Railroad Ink di Hjalmar Hach eLorenzo Silva, un vero e proprio puzzle game multigiocatore. Lanciate i dadi, controllate i tratti di strada e ferrovia disponibili e disegnate sulle vostre plance un percorso che connetta più città possibili. Il gioco uscirà in varie versioni, e combinandole tra loro potranno aumentare il numero di giocatori al tavolo. Infine, potreste avere anche la fortuna di provare King’s Dilemma un ambizioso legacy narrativo con centinai di carte da scoprire, che introdurrà un nuovo sistema di gioco chiamato “Dilemma Card System”. I giocatori che vestiranno il ruolo di importanti membri del consiglio del Re, e le loro decisioni influiranno sul destino del regno.

Mancalamaro
Il giovane editore Mancalamaro porterà diverse novità a Modena. Cominciamo con Bunny Kingdom, un gioco di carte davvero ben congegnato di Richard Garfield per 2-4 giocatori, in cui si competerà per costruire il più grande e fiorente regno dei conigli, colonizzando aree fertili, coltivando carote e cercando funghi nel bosco. Doggy Bag, di Antonin Boccara, è un gioco per 2-6 giocatori che ci mette nei panni di una banda di cani randagi all’ordine del tirannico Faina che devono raccogliere ossa, cercando però di tenerne alcune per loro frodando il capobanda. Se avete voglia di spostare le pietre di confine del vostro giardino scozzese e farla in barba all’odiato vicino, Shotten Totten di Reiner Knizia, per 2 giocatori, è il gioco che fa per voi. Mancalamaro porterà anche una serie di novità per i più piccoli (ma che, come sempre, piaceranno anche ai giocatori più cresciuti). Si tratta dei primi tre titoli della linea Loki, appositamente pensata da Iello per i più piccini e da poco approdata nei negozi di tutto il mondo.  Troll & Dragon è un gioco di dadi e di astuzia ideato da Alexandre Emerit in cui da 2 a 5 eroi cercheranno di superare il periglioso Troll e il feroce Drago a guardia della sala più ricca di tesori in tutto il regno. Potrete poi provare a salvare i dinosauri e le loro uova da un’eruzione catastrofica in SOS Dino, un gioco di Ludo & Theo per 1-4 giocatori. Marie & Wilfried Fort ci propongono Farmini, per 1-4 giocatori, in cui si tratta di costruire la fattoria più bella con animali e campi di mais, stando però attenti a i lupi che fanno fuggire gli animali, e agli animali stessi che mangiano i campi di mais; dura la vita del contadino!
Chiude questa carrellata di novità Sticky Chameleon (Théo Rivière & Cédric Barbé), che metterà 2-6 giocatori nei panni di altrettanti piccoli camaleonti affamati che devono raccogliere più cibo possibile ad ora di pranzo con le loro lingue appiccicose. Naturalmente, sarà anche possibile giocare ai tanti titoli che l’editore ha presentato alla scorsa Lucca Games, tra cui Montagne della Follia, Capitan Carcassa, King of Tokyo, Kanagawa, e Pocket Madness.

Move The Game
Nessuna novità da parte di MovetheGame, o almeno nessuna novità inedita anche se in questa PLAY campeggeranno diversi nuovi giochi, già presentati alla scorsa edizione di Lucca Comics&Games. Cominciamo il rapido ripasso con Too Much(Dario Massa), party game basato sull’intuizione di parole, capace di coinvolgere fino a 16 giocatori. The Reaper (Frank Turrini) propone una sfida contro la Morte stessa: vince l’unico giocatore che saprà sfuggire al suo gelido abbraccio. Fly Down (Emanuele Briano) è un gioco di carte basato su scambi e deduzioni in un contesto tutto aeronautico. Infine Not Alone Exploration (Ghislain Masson) ci riporta su Artemia, espandendo l’apprezzato titolo che ha esordito proprio nella scorsa edizione di PLAY.

MS Edizioni
Anche MS Edizioni, il brand editoriale legato a Magic Store, ha iniziato la propria marcia di avvicinamento alla PLAY, con un discreto esercito di novità.
Nelle more della proficua partnership con Mantic, ecco in arrivo la localizzazione di Dreadball 2, l’edizione riveduta e corretta del diffusissimo tattico di simulazione sportiva futuristica 1vs1 ideato da Jake Thornton che, rispetto alla sua vecchia versione, presenta un discreto numero di novità e migliorie, oltre alle immancabili, bellissime, miniature “marchio di fabbrica” dell’editore inglese.
Procedendo oltre, giungeremo poi finalmente a Carcosa,la città del Signore in Giallo protagonista dello strategico di tile placement ideato da Nigel Kennington e che propone a gruppi di 1-4 giocatori un’esperienza simile a un Carcasonne, ma con alcuni elementi di complessità superiore oltre che a un’ambientazione che non ha certamente bisogno di presentazioni.
Per prenderci un po’ meno sul serio, arriverà anche Zombie Tsunami, il party game a firma di Jeremie Torton e Vincent Vergonjeanne, in cui da 3 a 6 giocatori saranno alla guida di un’orda di non morti e, tramite trattative, bluff e tradimenti, dovranno cercare di rimanere i più numerosi dopo gli immancabili scontri con gli umani.
Direttamente poi dal successo della scorsa Essen, ecco che spunta InBetween, lo scontro extradimensionale uno contro uno di Adam Kwapiński, in cui la Creatura e la città di Upsideville si contenderanno letteralmente gli abitanti in un card game di sicura profondità e dalle tematiche tanto accattivanti quanto trendy.
Infine, con Pocket Mars, Michał Jagodziński proverà a far rivivere a 1-4 giocatori le emozioni della colonizzazione del pianeta rosso con meccaniche di gestione della propria mano di carte e di posizionamento, ma soprattutto con ridottissimi tempi e materiali di gioco, come d’altronde suggerisce lo stesso titolo.
Non è tutto però, perché allo stand di MS Edizioni sarà possibile anche provare in anteprima One Deck Dungeon, il cui arrivo ufficiale è previsto per Maggio e in cui Chris Cieslik ha provato a condensare l’esperienza di un classico dungeon crawler fantasy, in un compatto titolo per uno o due giocatori, basato quasi interamente sull’uso di carte. Sempre soltanto come demo, sarà ai tavoli anche Paper Tales - anche questo in uscita a maggio - l’interessante card game concepito da Masato Uesugi in cui da 2 a 5 giocatori cercheranno di portare il proprio regno alla vittoria, tramite sistemi di draft e combinazione di effetti, misti a un’intrigante modalità legata allo scorrere del tempo.
E sarà proprio il tempo la parola chiave dell’annuncio che verrà fatto durante i lavori della fiera, mirato alla presentazione dell’accordo recentemente stipulato tra MS Edizioni e Ares Games per la localizzazione di Dungeon Time, la simpatica sfida contro il tempo ideata da Carlo A. Rossi, in cui da 1 a 5 giocatori avranno esattamente 5 minuti per risolvere le missioni dei loro avventurieri fantasy e portarli all’uscita del sotterraneo.

Need Games
Oltre a una nutrita offerta per quanto riguarda i giochi di ruolo, l’editore milanese presenterà anche la sua “opera prima” in scatola, ovvero Beowulf: Terrore a Heorot, il rapido card game da 2 a 5 giocatori ideato da Brett L. Gilbert, in cui dovremo banchettare fragorosamente e sopravvivere agli assalti di Grendel fino a che il famoso eroe non faccia fuori l’odiato mostro.

Oliphante
L’editore meneghino porta alla Play interessanti novità che spaziano nel “tempo” e nello “spazio” del mondo del gioco. Iniziamo con Accipicchia!, riedizione di un classico gioco di carte di Alex Randolph, semplice e divertente, basato su puntate simultanee con cui aggiudicarsi punti positivi o rischiare di prenderne di negativi. Adatto a tutti, propone partite rapide basate sul bluff e sull’intuizione degli altrui comportamenti.
Dopo il successo di KLASK, il “biliardino magnetico” che spopola in ogni stand Oliphante, ecco arrivare il suo fratello ludico, BONK (David Harvey) che offre un altro bell’esempio di falegnameria ludica, questa volta con il nuovo campo da gioco, sempre in legno, metterà alla prova la destrezza dei giocatori nel gestire i rimbalzi di una sfera di acciaio.
Sempre in tema di giochi di legno, troveremo Il Golf degli Ussari (Torsten Marold), virulento gioco di destrezza per 2.4 giocatori che tenendo il tavoliere per le quattro maniglie montate sui lati corti, cercano di far cadere la pallina in una delle loro buche, evitando quelle avversarie. Vincitore del premio speciale come Gioco di Abilità allo Spiel des Jahres 1997, è un gioco per buoni muscoli e grasse risate!
Si prevede anche l’arrivo di Safari Golo, il nuovo gioco di Andrea Angiolino dedicato a tutta la famiglia, in cui da 2 a 6 giocatori si impegnano in un safari fotografico, con l’obiettivo di collezionare immagini di animali, ricercandole mentre si viaggia tra le isole di un piccolo arcipelago. Il gioco usa un sistema che sublima e rinnova la classica meccanica in stile memory.
In anteprima sarà presentato anche Twin It (Nathalie Saunier, Rémi Saunier, Thomas Vuarchex) gioco anche per i più piccoli, che è stato candidato all’As d’Or di Cannes, basato sulla velocità e il colpo d’occhio con cui bisogna individuare le coppie di carte sul tavolo prima degli avversari.
Continua la presenza dell’offerta di libri ludici da parte delle Edizioni Unicopli che, dopo i tre titoli presentati lo scorso anno, quest’anno ci propone Le Guerre di Carta 2.0 di Sergio e Riccardo Masini. Nuove edizione, completamente rivista e aggiornata di un noto saggio che trent’anni fa che ebbe un ruolo seminale per tutti i giocatori di boardwargame in Italia. Il libro sarà presentato sabato 7 aprile alle ore 17,00 nella Sala 30.

PlayAGame
Per questo Editore una sola ,grande novità: Mezzanotte, Mistero in Alto Mare. È mezzanotte e su una splendida nave da crociera viene rinvenuto il cadavere di un passeggero, e i sospetti cadono subito sui dodici occupanti delle cabine VIP. Nei panni di abili investigatori sarete voi a dover sbrogliare il caso. Il gioco propone 20 indagini differenti, con i 12 sospettati che potranno essere interrogati su 3 differenti argomenti, e la possibilità di poter perquisire ben 24 differenti luoghi della nave. Oltre a questo novità, sarà possibile assistere alla presentazione ufficiale di tre titoli già in commercio: The Bottle Imp, Byzanz e Dungeon Rush; a questi si aggiunge anche l’espansione per l’ottimo Flamme Rouge chiamata Peloton.

Post Scriptum
Fervono i lavori in casa Post Scriptum per la preparazione di questa nuova edizione di PLAY che li vedrà alle prese con uno stand sensibilmente più grande delle scorse volte, allo scopo di ospitare un maggior numero di giocatori ai suoi tavoli. I principali titoli intavolati saranno chiaramente i più recenti successi del design studio, dall’imponente Wendake - alla presenza dell’autore Danilo Sabia - passando per lo spaziale Kepler-3042, fino ai più leggeri Drizzit: il Gioco di Carte, Fun Farm e Brick Party. Tornerà a far capolino anche la “vecchia gloria” Caligula, che sarà venduta a un prezzo speciale di 9€ per celebrare gli altrettanti anni del gioco.
Per quanto riguarda le novità, infine, verrà allestito un tavolo demo sul quale provare il prototipo del titolo a marchio Placentia previsto in uscita nel 2019.

Raven Distribution
Il corvo plana su PLAY con ben cinque novità. La prima è sicuramente l’atteso Outlive, di Grégory Oliver, piazzamento lavoratori uscito da una fruttuosa campagna kickstarter, che mette da 2 a 4 giocatori nei panni di una tribù che lotta per la sopravvivenza in un mondo post atomico. Dalle tribù si passa ai clan di druidi con Mystic Vale, titolo per 2-4 giocatori di John D. Clair che ci chiede di giocare carte per scacciare la maledizione di un pericoloso morbo dalla Valle della Vita. Particolarità di questo gioco, la meccanica del card drafting, il sistema che permette di creare le proprie carte montandole attraverso sleeve trasparenti in modo da definirne poteri ed effetti. Di tutt’altro argomento parla Feelinks, nuovo gioco dall’autore di Dixit, Jean-Louis Roubira. Le emozioni sono al centro di un titolo che per dinamiche potrebbe assomigliare al citato Dixit, ma che in realtà punta tutto sull’affiatamento tra persone e le sensazioni che possono provare in determinate situazioni della vita. Non mancano infine due espansioni che andranno ad arricchire titoli già in commercio. Il mondo di Dead of Winter con l’espansione Colonie in Guerra, che si implementa con quelle già in commercio, offre nuove meccaniche di gioco come il lupo solitario o lo scontro tra colonie, oltre ad un set di nuove carte e partite fino ad 11 giocatori. Munchkin: Gloom fa fare invece un salto nel mondo gotico al famoso gioco, con delle simpatiche carte completamente trasparenti: le bastardate sono nuovamente dietro l’angolo.

Pendragon Game Studio
Due le novità che il drago blu porterà a Play Modena. La prima è un titolo tra i più attesi da parte della comunità dei giocatori. First Martians: Avventure sul pianeta rosso, ci catapulterà all’interno di un’esperienza intensa e dal sapore survival, facendo vestire ai giocatori (da 1 a 4) il ruolo di astronauti intenti a colonizzare Marte. Il nome dell’autore, Ignacy Trzewiczek , è già una certezza. Altro titolo estremamente interessante è l’adattamento, per i nostri tavoli da gioco, della serie televisiva Breaking Bad. In Breaking Bad - Il gioco da tavolo da 3 a 6 giocatori si troveranno a dover competere per diventare i maggiori venditori di Blue Sky, oppure, evitare che questo accada nei panni della DEA. Un gioco veloce, facile ma per nulla banale. Come sempre tenete d’occhio lo stand Pendragron durante la tre giorni modenese che, come da tradizione, potrebbe essere teatro di anteprime da parte dell’editore brianzolo, tra cui Looterz, La Via del Panda e altri titoli ancora non annunciati.  

Red Glove
Il guanto rosso serra i ranghi per Play, e bazzicando il loro stand avrete la possibilità di incappare nella localizzazione di molti titoli che stanno segnando il presente del mondo ludico. Partiamo da Clans of Caledonia, euro-game a sfondo economico ambientato nella Scozia del 19esimo secolo per 1-4 giocatori che, dopo aver spopolato a Essen, arriva anche sui nostri scaffali. Come si comporterà il vostro clan nel periodo di transizione da economica agricola a industrializzata?. Presenza massiccia anche per la famosa serie targata Richard Breese. Keyper vi permetterà di gestire un villaggio, con i lavoratori che si troveranno a dover raccogliere una grande quantità di differenti tipologie di risorse. Particolarità del titolo sono sicuramente le plance comuni che, in pieno stile origami, si piegano su loro stesse offrendo differenti tipologie di risorse ad ogni turno. A queste si aggiunge una grande quantità di materiali in legno sagomati e colorati. Secondo titolo dell’autore è il già noto Keyflower, gioco che permette a 2-6 giocatori di gestire la forza lavoro di un villaggio nel corso delle quattro stagioni che scandiscono i quattro turni di gioco. Il titolo sarà accompagnato anche da due espansioni subito disponibili: I contadini e I Mercanti. La prima sviluppa più in profondità la componente agricola del gioco; la seconda offre ai giocatori una maggiore quantità di tessere edificio e capanne, ma soprattutto fornisce la possibilità di stipulare contratti decisamente più vantaggiosi.  Play è anche il terreno ideale per rispolverare un classico dell’autoreStephan Feld: Trajan. In questo gioco ambientato nell’Antica Roma ai tempi dell’Imperatore Traiano, i giocatori dovranno puntare a diventare influenti figure politiche dell’Impero. Per farlo avranno a disposizione tante strade: politica, commerciale e addirittura bellica. Infine, per coloro che stanno apprezzando Warstones, Modena sarà l’occasione per poter vedere in anteprima due nuovi esserci in eserciti: i Silvani e gli Inomaka. In chiusura segnaliamo anche la presenza della Sapphire Bag, una sacca estremamente resistente pensata per trasportare proprio i nostri amati giochi da tavolo. I punti di forza sono la resistenza e la capienza (è in grado di portare fino a 10kg di gioco).

Spacebaloon Games
Reduci dal kickstarter con cui l’hanno finanziato e dalla sua presentazione alla scorsa Essen, gli Spaceballoon portano a PLAY (nello stand Cosmic Games) il loro Brides & Bribes (Andrea Gallazzi, Elisa Lenardi, Pietro Navarotto) gioco strategico ambientato nella Genova del Rinascimento in cui ognuno dei 2-5 giocatori è una famiglia che cerca di acquisire il massimo potere in città assumendo nuovi personaggi, ingaggiando lavoratori (con un meccanismo di posizionamento nascosto) e soprattutto praticando intrighi e inganni. Inoltre, presso lo stand dell’associazione Ludus Iovis Diei verrà presentata l’anteprima del gioco in sviluppo Monkey Temple (Carlo Rigon, Chiara Zanchetta e Matteo Cimenti), rapido collaborativo per famiglie in cui le scimmiette di un tempio antico si divertono a derubare gli ignari turisti in visita.

Simba Toys Italia
A seguito dell'acquisizione di Zoch e Norris, Simba è diventata una delle attrici principali nel mercato dei giochi da tavolo in terra tedesca. Anche l'Italia non sta a guardare, tant'è che la divisione nostrana dell'azienda porta proprio a Play i giochi della Zoch in forma ufficiale, con quattro gustose anteprima.  Si comincia conVilla Paletti (Spiel des Jahres nel 2002) un titolo ormai conosciuto che mette da due a quattro giocatori davanti ad una sfida tutta basata sull’equilibrio di alcuni elementi della componentistica. A seguire Spinderella (Kinderspiel nel 2015) titolo dalla forte componente tridimensionale che vede squadre di formiche intente a vincere la “maratona delle formiche”, occhi però il ragno Cenerantola  è sempre in agguanto! il terzo gioco vede sempre dei minuscoli amici come protagonisti, e stiamo parlando de La Corsa dei Lombrichi, un racing game che ci chiederà di arrivare per primi sulla superficie del terreno; come? scavando a più non posso! Infine Zicke Zacke Spenna il Pollo, un titolo pensato per i più piccolini, in cui è la memoria a farla da padrone. Riuscirete a trovare i 15 polli colorati prima degli altri giocatori?

Tin Hat Games
Dopo aver lanciato Dungeon Digger, ora disponibile al pubblico durante la kermesse modenese, il poliedrico gruppo di autori parmigiani, porta, in versione dimostrativa, un nuovo gioco: Fantasy Pug Quest. Previsto il lancio su Kickstarter a giugno, il titolo è un gioco di carte cooperativo, per 1-5 giocatori, della durata di circa 30 minuti, dove nei panni di coraggiosi carlini esploreranno dei pericolosi dungeon in un’ambientazione fantasy dai toni cartoonesci.

uPlay.it Edizioni
Sono tre i titoli che andranno ad arricchire la lista di giochi che uPlay porterà in quel di Modena. Partiamo da Creepy Falls gioco per 3-5 giocatori di Alessandro Montagnani che, dopo aver fatto timidamente capolino al Lucca Comics  & Games dello scorso anno, vedrà finalmente la luce a PLAY. Ambientazione horror, meeple a forma di mostri e una meccanica basata sulle maggioranze sono i punti di forza di un eurogame che punta molto sull’ambientazione.
Continuiamo a parlare di “creature” con Among Us, e più precisamente di alieni. Nel gioco di Pierluigi Taddei e Giampaolo Grieco da 4 a 8 giocatori si scontreranno in fazioni per rapire o salvare degli importantissimi scienziati. Bluff e strategia sono i due elementi che caratterizzano questa nuova produzione. Infine, potrete finalmente mettere le mani sulla versione deluxe di un grande classico come Principi di Firenze. Wolfgang Kramer e Richard Ulrich ci faranno vestire i panni di nobili fiorentini in pieno periodo rinascimentale, completano l’offerta dei materiali di assoluto spessore e le nuove illustrazioni di Mirco Paganessi e un box numerato che contraddistingue questa produzione limitata.

WBS Games
Casa editrice romana solitamente dedita alle simulazioni storiche, quest’anno WBS presenta anche un gioco astratto. Ma andiamo con ordine! Pocket Air War-Western Front (Carlo Amaddeo) con la sua espansione Mediterranean, è un divertente gioco di combattimenti aerei sulla Seconda Guerra Mondiale, rapido e di semplice approccio. Progettato per simulare duelli nei cieli con un ampio numero di modelli, buon realismo e per essere giocato praticamente ovunque: in spiaggia come in viaggio, al pub o in un parco! TRIAD (Klaus Nehren) è un astratto che WBS ambisce a far diventare un instant-classic alla Othello. Su una plancia in plexiglass trasparente, usa dei dadi al posto delle pedine, che vengono lanciati a inizio partita per creare una partenza sempre diversa. Il giocatore di turno deve scegliere uno dei suoi dadi, modificarne la faccia e muoverlo in base al nuovo valore per formare delle Triadi: file di 3 dadi, con almeno uno di colore diverso dal proprio, che mostrino tutti valori uguali oppure tutti valori diversi.

Winter Lair
Due grosse novità da Winter Lair, lo studio di sviluppo ideato da Marco Mingozzi. In collaborazione con l’ormai popolarissimo Feudalesimo e Libertà, vedremo 1347 – Lo Giuoco della Peste Nera, che verrà presentato come prototipo (sarà in crowdfunding a fine maggio per  le Edizioni Play Press), un gioco in cui 2-6 cerusici si sfideranno nel guadagnare popolarità “curando” i malati di peste. Avremo anche la possibilità di vedere Fantastic Breasts and Where to Find Them (sì, fate attenzione al titolo), la nuova edizione di Oppai Go edita da Max Manga, in pre-release a Play, a cui seguirà la prevendita online vera e propria.