Primo piano: Spielwarenmesse 2018: Scopriamo lo spirito del gioco alla fiera di Norimberga

Prende il via domani fino al 4 febbraio la 69° edizione della Spielwarenmesse, la fiera del gioco e del giocattolo di Norimberga! Un appuntamento ormai fisso del nostro calendario ludico, di fatto quello che più di ogni altro apre la strada alla presentazione delle novità editoriali che allieteranno i nostri tavoli durante il 2018.
Un’edizione caratterizzata dal nuovo record di espositori e provenienza: 2902 società da 68 diversi paesi del mondo. Un appuntamento al quale, come sempre da oltre 10 anni a questa parte, la nostra redazione non può mancare…




Tanti espositori nuovi quindi, tra cui non mancano quelli del settore a noi più caro, l’intrattenimento tabletop. Sfogliando il sempre più lungo elenco dei partecipanti di quest’anno, possiamo infatti notare come nuovi attori dell’universo boardgame saranno presenti a Norimberga, e non tutti nello storico padiglione 10, giunto ormai al suo limite di sfruttamento di spazio espositivo (ricordiamo come già da l’anno passato, Pegasus Spiele e tutti gli editori che ruotano attorno a questo importante operatore si siano trasferiti nell’11).
Tutto questo ci lascia intendere che i produttori di giochi non hanno alcuna intenzione di rallentare il passo, anzi, è probabile che anche quest’anno sarà segnato da un record di nuove uscite, viste quelle che già saranno esposte in questa occasione.

Tra le tante c’è sicuramente parecchia attesa per le novità di Plan-B, specialmente dopo la fusione con Eggertspiele, che proprio in queste ore ha annunciato un nuovo gioco firmato dall’italica coppia di autori Virginio Gigli and Flaminia Brasini: Coimbra. Il gruppo Asmodee e tutte le società che gli orbitano attorno stanno preparando dei veri pezzi da novanta, come Imaginarium, da Bombyx,  Attack of the Jelly Monster da Libellud e Star Wars Legion da Fantasy Flight.
Norimberga potrà essere senz’altro l’occasione giusta per approfondire il primo titolo legacy di casa Ravensburger, The Rise of Queensdale, ma parlando di eurogame, le aspettative più alte sono senz’altro quelle per Race to the New Found Land, il prossimo gioco di casa Hans im Glück. Sicuramente da approfondire è poi l’ingresso ufficiale di Iello nel mondo dei più piccoli, con la nuova linea editoriale Loki.
Non mancheranno sicuramente poi le moltissime proposte a firma italiana, sia in termini autoriali , come Alles an Bord?! di Carlo A. Rosi o Polis di Leo Colovini, che editoriali, come Deckscape Furto a Venezia da dvGiochi o The King's Dilemma da Horrible Games.

I prossimo giorni saranno quindi l’occasione ideale per conoscere le nuove proposte dei publisher di tutto il mondo, scoprire le tendenze che guideranno le pubblicazioni di quest’anno, approfondire i nuovi assetti di mercato anche alla luce delle più recenti manovre di fusione e acquisizione. E noi saremo li per raccontarvele giorno per giorno: vi aggiorneremo come sempre sui nostri canali social e su youtube. La spedizione di Gioconomicon è già in viaggio e, sposando il pay off di questa edizione, vi invitiamo caldamente a seguirci alla scoperta dello spirito del gioco, alla Spielwarenmesse di Norimberga!