Notizie Flash: Snipes & Astin: due celebritÓ a lavoro sul setting Grimmerspace per Starfinder

Cosa hanno in comune Blade, il vampiro diurno della Marvel e Sam Gamgee, il più leale hobbit uscito dalla penna di J.R.R. Tolkein? Apparentemente nulla eppure le loro controparti nel mondo reale, gli attori Wesley Snipes e Sean Astin, sono stati coinvolti in un progetto mirato alla realizzazione di Grimmerspace, un setting per Starfinder, il gioco di ruolo fantascientifico derivato dal blockbuster fantasy Pathfinder. Il setting verrà lanciato con una campagna su Kickstarter previste per il prossimo febbraio, dalla Iron GM Games, nuovo publisher statunitense creato da Rone Barton e Lou Agresta, la coppia di autori (con un paio di ENnies all’attivo, di cui uno proprio per un supplemento di Pathfinder) che già gestiscono l’International Iron GM tournament, l’evento che ha trasformato il mestiere del master in un vero sport competitivo.

“Hai mai voluto sparare in testa ad un mago?” con questo slogan viene introdotto il setting fantascientifico, farcito di elementi horror, che vede una zona dell’universo chiamata Gliding Rim, già segnata da conflitti interstellari, essere oggetto di un’invasione da parte di una razza quasi-umana di potenti maghi giunti attraverso uno squarcio spazio temporale. Ovviamente, i nuovi arrivati sono intenzionati a conquistare tutto il conquistabile e l’ambientazione gioca proprio sul contrasto tra magia e tecnologia, dove la prima rappresenta la “minaccia aliena non indentificata”.

Come abbiamo anticipato, l’aspetto interessante di questo progetto è il coinvolgimento di due celebrità hollywoodiane, non certo sconosciute nel fandom, coinvolte con il ruolo di sviluppatori creativi (scopriamo che Snipes è un vero tabletop gamer) che scriveranno alcune specifiche parti dell’ambientazione oltre che, aggiungiamo noi, dare impulso alla campagna come testimonial, insieme ad altri nomi noti dell’industria ludica, come il celebre Larry Elmore, già icona artistica di D&D.

Vedremo dunque come verrà recepito questo progetto, che tra l’altro, si pone come obiettivo quello di presentare il setting attraverso il gioco diretto oltre che attraverso la consueta lettura dei manuali. Un progetto che rimarca la sempre più stretta connessione tra Hollywood e all’industria ludica tabletop, un sodalizio che siamo certi crescerà ancora nell’immediato futuro.



Altre Notizie Flash