Primo piano: Lucca Games 2017 - L'Agenda Ludica del Giocatore: domenica

Sopravvissuti all’Epic? Mi auguro di sì e spero che l’esperienza sia stata spettacolare come sempre! Il problema semmai è l’orario a cui saremo andati a dormire, quindi per l’ultimo giorno di Lucca dovremo fare un grande sforzo per essere in forma. Ma suvvia, siamo gamer, non ci spaventa la fatica ludica!




Questa nostra resilienza è un bene, perché già alle 10:15 avremo il primo appuntamento della giornata: John Wick presenta John Wick, presso la sala Ingellis; l’autore di 7th Sea, gioco di ruolo dell’anno, ci racconterà della sua carriera e della sua apprezzatissima opera ludica. Avendo gradito molto 7th Sea, difficilmente mancherò a questo evento. Peraltro oggi ci saranno ben due sessioni di autografi che possono interessarmi, entrambe al padiglione Carducci: la prima è alle 13, con Bill Slaviczek (con cui però avrò già giocato almeno una partita ad un gdr, e quindi spero di aver già la sua firma), mentre la seconda è alle 15, con John Howe (dovrò portarmi uno dei suoi disegni da farmi autografare!). Alle 17, infine, presso l’Auditorium S. Girolamo verrà proiettato il documentario sul fenomeno World of Darkness (sì, il sistema di gdr che include Vampiri), a cura di Java Film. Pur non essendo particolarmente appassionato di Vampiri, ho trovato interessanti Mage e Mummy della serie, quindi probabilmente questo documentario andrà visto.

Tuttavia, a parte questi eventi citati, il resto della giornata sarà dedicato ai giochi (e magari agli acquisti dell’ultima ora). Avendo un bel po’ di tempo a disposizione, vorrei passare dallo stand Raven (423-440) a provare Clank!, il gioco di carte fantasy che ha finora riscosso un grande successo di critica e pubblico, e Apocalypsis, gioco italiano sull’apocalisse dalle interessanti ed originali meccaniche. Ci sarebbe poi da giocare ai titoli della Red Glove (420): Vudulhu è un’edizione di Vudù dedicata a Cthulhu ed ai suoi innumerevoli parenti extradimensionali; Clans of Caledonia ci permetterà di guidare un clan scozzese durante la rivoluzione industriale del XIX secolo; infine Warstones è un atteso gioco di “schicchere” che sembra molto divertente.

Restando sempre nel Carducci, potremmo provare Barenpark, un gioco di piazzamento tessere, e Caverna per Due Giocatori, la versione “duello” del noto Caverna: entrambi li troveremo allo stand uPlay (227). Passerei infine alla Pendragon Games (217) per provare l’eccellente This War of Mine (anche se il tema trattato mi incupisce, lo ammetto), e Otys, un gioco ambientato in un mondo ricoperto dagli oceani.

Il tempo fugge, e alla fine anche questa edizione di Lucca Games volge al termine. Cercherò di ritagliarmi qualche minuto per riuscire a fotografare la folla colorata che passa dalle parti del padiglione Carducci, e chissà… magari un tramonto fantastico come quelli che hanno caratterizzato le ultime sere di ottobre, come cornice alle mura di Lucca, per salutarci anche per questa edizione. Abbiamo giocato, ci siamo divertiti, ed ora aspetteremo un anno per calcare di nuovo i ciottoli attorno al padiglione giochi… ma un anno pieno di partite ai nuovi titoli acquistati! Buon gioco, sempre, e arrivederci alla prossima!