Primo piano: Tutte le novitÓ dei Giochi da Tavolo a Lucca Games 2017

Come sempre completa ed esauriente ecco a voi la più ricca e articolata guida alle novità sui giochi da tavolo che potrete trovare negli stand della prossima Lucca Games, dal 1 al 5 novembre.
Abbiamo voluto offrirvi una panoramica quanto più ampia possibile delle proposte con cui gli editori italiani (e quest'anno sono veramente tantissimi) inonderanno il padiglione Carducci.
Se riceveremo ulteriori aggiornamenti in questi ultimi giorni, li integreremo immediatamente!
Noi, in qualità di media partner di Lucca Comics & Games, saremo presenti per tutta la durata del festival e organizzeremo i nostri consueti speciali.
Ma di questo parleremo in un altro articolo. Voi ora godetevi questa nostra guida e studiate... perché saranno cinque giorni veramente impegnativi!

Vi ricordiamo che abbiamo anche realizzato la Guida delle novità GdR, che potete trovate qui.

Ultimo aggiornamento al 27/10/2017 con notizie su: Giochi Uniti




Aleph Game Studio (STAND CAR302)
La neonata casa editrice di giochi di simulazione storica (ma non solo, come avremo modo di vedere in futuro!) non sarà presente a Lucca ma offrirà i suoi nuovi titoli in vendita presso lo stand de I Giochi dei Grandi.
Montecuccoli On The Raab è un wargame hex & counters che permette a due giocatori di rivivere la battaglia di San Gottardo del 1° agosto 1664, quando Raimondo Montecuccoli, al comando dell'armata imperiale, riuscì a sconfiggere l'esercito ottomano, di gran lunga superiore come numero di soldati. Dego, dello stesso genere del precedente, è un wargame napoleonico sulla seconda battaglia della Campagna d'Italia del 1796, con le truppe del generale corso impegnate sul terreno di Dego. Oltre alla versione base è disponibile una versione deluxe con una copertina a cura di Keith Rocco.
 
Asmodee Italia (STAND CAR309)
Tra le novità dei giochi da tavolo di Asmodee troveremo La Leggenda dei Cinque Anelli: Il Gioco di Carte, di Brad Andres, Erik Dahlman e Nate French, il nuovo LCG della Fantasy Flight Games caratterizzato da un’incredibile veste grafica che permette a due giocatori di interpretare il ruolo di due dei sette grandi Clan della complessa e sofisticata società di Rokugan. Bloodborne: Il Gioco di Carte di Eric M. Lang, è basato sull’omonimo videogioco della Sony e utilizza meccaniche cooperative e competitive coinvolgendo da 3 a 5 giocatori nel ruolo di Cacciatori di Mostri. When I Dream, di Chris Darsaklis è un divertente gioco di intuizione e narrazione per 4-10 giocatori, in cui a turno un Sognatore cerca di seguire i suggerimenti degli Spiriti dei Sogni che indirizzano il suo sogno, quando non lo confondono! Tra le recenti novità segnaliamo Dice Forge di Régis Bonnessée per 2-4 giocatori, caratterizzato dall’originale meccanica dei dadi con facce personalizzabili! Sono inoltre previste numerose uscite di espansioni, tra cui quelle per Il Trono di Spade: Il Gioco di Carte 2.a Edizione (Spine d'Acciaio), Arkham Horror: Il Gioco di Carte (Echi dal Passato), X-Wing (Piloti Mercenari), Runewars: Il Gioco di Miniature (Balestrieri Pesanti e Cavalieri della Morte).

Cosmic Games (STAND CAR464)
Tre le novità presentate da questo editore. Campioni di Midgard di Ole Steiness, è un worker placement con dadi per 2-4 giocatori che cercano, in quanto capi di clan vichinghi, di subentrare al vecchio Jarl per assumere la guida di tutta la comunità. Dovranno dimostrare il loro valore, sconfiggendo troll, non morti e altri mostri per guadagnare la gloria e il favore degli dei. Test of Honour – The Samurai Miniature Game è la versione italiana del gioco di Graham Davey edito dalla Warlord Games, casa inglese nota per la qualità delle sue miniature per wargame. È uno skirmish ambientato nel Giappone feudale, che propone una storia articolata in sei scenari dove si trattano temi quali onore, tradimento e vendetta e che condurrà i 2-4 giocatori fino alla Prova d'Onore ultima. Infine potremo trovare Chocobo’s Dungeon & Monsters di Yoshihiro Oneda, l’espansione per il gioco di carte Chocobo’s Crystal Hunt,  ambientato nell’universo del notissimo videogioco Final Fantasy.
 
Cosplayou (STAND CAR428)
Quest’anno questa giovane casa editrice umbra non presenta nuovi giochi durante l’evento lucchese, ma ha deciso di rinnovare il suo prodotto di punta, con un restyling che parte dal nome: Misantropia Express. La riedizione del titolo andato sold out in meno di un anno (con una tiratura di 2000 copie) prevede cambiamenti in diversi aspetti: prezzo (ridotto di € 5), materiali (eliminati planning settimanale, pannello e pennarello e aggiunte carte scenario e carte formato minieuro), meccaniche (per un gioco più veloce, comprensibile e divertente) e illustrazioni (soprattutto sulle carte fobia e sulle nuove carte scena).
 
Cranio Creations (STAND CAR333)
Come ogni anno la squadra di Cranio Creations si presenta a Lucca con una ricca line-up, che si alterna tra giochi inediti realizzati negli studi di sviluppo del teschio pensante e localizzazioni di attesissimi titoli della scena internazionale. Apripista di questa rassegna è senz’altro Una Storia di Pirati, ambizioso boardgame a firma Asger Harding Granerud, Daniel Skjold Pedersen e Daniele Tascini, dal tabellone tridimensionale che riproduce il vascello dove da 2 a 4 filibustieri vivranno avventure cooperative in tempo reale, coadiuvati da un’applicazione che li guiderà lungo le missioni. Altro titolone tra i più attesi dell’anno è senz’altro Progetto Gaia, il successore spirituale del capolavoro Terra Mystica: questa volta Jens Drögemüller eHelge Ostertag ci portano nello spazio, dove da 1 a 4 giocatori dovranno scegliere tra 14 fazioni quella con cui espandere i propri domini, andando a terraformare i pianeti circostanti. Rimanendo in tema eurogame, fa il suo esordio a Lucca Yokohama, di Hisashi Hayashi: nell’epoca Meiji la città giapponese conosce un periodo di grande splendore, diventando un grande esportatore di materie ricercate come il rame o la seta. I giocatori, da 2 a 4, nei panni di ambiziosi mercanti dovranno occuparsi di espandere i canali di vendita, tramite la modernizzazione delle proprie strutture, e soprattutto di soddisfare gli ordini dall’estero.
Gli appassionati di giochi di deduzione troveranno parecchi titoli ad attenderli in casa Cranio. Il primo, Kryptos, di Piotr Si?ka, è una sfida impegnativa ma dalla breve durata, in cui da 3 a 6 analisti di crittografia dovranno comprendere i codici segreti dei propri avversari. Invece ne L’inchiostro Invisibile, di Martin Nedergaard Andersen, da 3 a 6 agenti segreti dovranno tracciare un messaggio con l’iconico gadget, ma non potranno vedere quel che disegnano a causa degli occhiali speciali che sono costretti a indossare. E per concludere, una nuova versione del pluripremiato Nome In Codice: Duetto! Le meccaniche ideate da Vlaada Chvátil, questa volta in coppia con Scot Eaton, danno vita a una sfida di tipo cooperativo: gli agenti da identificare dai 2 giocatori (o, volendo, anche 4) fanno parte della medesima squadra. Ma il team ceco capitanato da Chvátil  è pronto a stupirci anche con un nuovo divertente party game:  A voi la scelta!. A turno uno dei giocatori (da 3 a 6) dovrà scegliere le risposte possibili per una delle tre grandi domande disposte sul tabellone esagonale, dopodichè tutti dovranno cercare di intuire quale risposta darebbe il malcapitato a un dubbio amletico come “Che cosa ti mancherebbe di più se smettesse di esistere: la pizza o le montagne?”. L’offerta editoriale di Cranio per questa Lucca si conclude con un’attesa espansione, quella per Lorenzo Il Magnifico: con Famiglie del rinascimento, il trio autoriale composto da Flaminia Brasini, Virginio Gigli e Simone Luciani estende la sfida a 5 giocatori e arricchisce l’esperienza al tavolo con parecchie nuove opzioni strategiche. Da segnalare che ai tavoli demo, anche se non disponibile all’acquisto, sarà possibile dare una prima occhiata a Annibale e Amilcare: Roma vs Cartagine, il titolo asimmetrico per 2 giocatori di Jaro Andruszkiewicz e Mark Simonitch.

Dal Tenda (STAND CAR337)
La novità che l’editore umbro porterà a Lucca risponde al nome del famoso astronomo Tolomeo ed è un gioco di Diego Allegrini per 2-5 giocatori. Perfettamente in tema, si è chiamati a dimostrare le proprie capacità di astronomi nello studiare le costellazioni e prevedere il moto degli astri, rifacendosi al sistema tolemaico, di tipo geocentrico. Si suppone che i pianeti, insieme al Sole e alla Luna, ruotino con diversa velocità intorno alla Terra e per vincere si dovranno individuare le configurazioni astrali, sfruttare gli effetti della cometa e utilizzare il potere e l’influenza esercitata da ciascun pianeta.

Devir Italia (STAND CAR231)
Tante le novità in casa Devir per cui partiamo subito con i due titoli più attesi dai gamer. Sword & Sorcery di Simone Romano e Nunzio Surace è un cooperativo giocabile anche in solitario (è per 1-5 giocatori) che, in una ambientazione epic-fantasy, sfrutta e potenzia le logiche del precedente Galaxy Defender, a partire dal sistema di intelligenza artificiale utilizzato nella gestione dei mostri. Il ricco comparto visivo, con grafica e miniature mozzafiato, lo hanno reso un kickstarter di successo un paio di anni fa. La Caccia all’Anello di Marco Maggi, Gabriele Mari e Francesco Nepitello permettea 2-5 giocatori di rivivere le avventure da una parte di Frodo e compagni, e dall’altra dei Nazgûl che davano loro la caccia. Pieno di particolarità, questo gioco si rifà alla meccanica dei movimenti nascosti (sul tipo di Scotland Yard)  ma la sublima interpretandola perfettamente nel contesto del Signore degli Anelli, per offrire un’esperienza ludica affascinante, come già abbiamo avuto modo di raccontarvi.
Nell’ambito dei titoli più family, troviamo Yangtze di Christopher Chung, gioco di piazzamento tessere per 2-4 giocatori basato su pattern di lanterne colorate che devono essere accortamente posizionate per ottenere gli onori dagli abitanti del villaggio che si prepara alla festa in arrivo, ma soprattutto per accumulare punti e ostacolare gli avversari. Fast Food Fear di Dario Dordoni per 2-6 giocatori è ambientato in una buffa palude di mostri che mangiano cibi mostruosi in uno strano fast-food, e che se non vengono rapidamente serviti hanno una reazione altrettanto mostruosa!  Checkpoint Charlie di José Antonio Abascal è un gioco per 3-5 agenti investigativi che devono scoprire il capo delle spie avversarie che nella Berlino degli anni ’60 sta cercando di passare al di là del muro. Michele Strogoff di Alberto Corral, basato sull’omonimo romanzo di Jules Verne, porta da 1 a 4 giocatori nella Russia di fine ‘800 dove, per conto dello Zar, dovranno cercare più in fretta possibile di portare a Irkutsk, capitale della Siberia occidentale, la notizia del tradimento del Colonnello Ivan Ogareff e della sua alleanza con i Tartari che vogliono invadere l’impero.
Infine per i più piccoli troveremo Il Labirinto Magico di Dirk Baumann, pluripremiato gioco per 2-4 apprendisti maghi che devono muovere i loro personaggi su un particolare tavoliere, “portando” una sfera magnetica attaccata al di sotto della plancia. Ma si deve stare molto attenti perché la sfera può staccarsi se si tocca inavvertitamente un muro mentre si cerca di recuperare i propri oggetti magici persi nel labirinto, costringendo il malcapitato a ricominciare daccapo la ricerca. La Tarma Imbrogliona di Emely e Lukas Brand offre a 3-5 giocatori un gioco di carte in cui barare non è solo permesso, ma necessario per vincere! Le carte si possono scartare in modo usuale oppure facendole sparire, magari nella manica o nascondendole sotto il tavolo!
 
Doppio Gioco Press (STAND CAR119)
La casa romana porta un’unica novità, basata sulla versione multilingua di Ticket to Mars di Eugeni Castaño, fresco di presentazione in quel di Essen. È un gioco per 2-5 giocatori dalla grafica umoristica e coloratissima basato su gestione carte e lavoratori, in cui bisogna completare i propri obiettivi segreti prima che partano i razzi per Marte, destinati a portare in salvo l’umanità dalla distruzione della Terra.
Per quanti non avessero potuto provarli a Play, saranno presenti anche i prototipi dei tre titoli originali che Doppio Gioco Press pubblicherà nei prossimi mesi: Il Principe Ranocchio - The Frog Kiss di Martino Chiacchera in cui si usano ranocchi con lingua srotolabile per catturare insetti, muovendosi sulle ninfee di uno stagno simulato;Campus Cafè di Pasquale Facchini  per 2-6 giocatori che si contendono le mance dei clienti, cercando di servirli il più rapidamente possibile attraverso l’ottimizzazione della preparazione dei piatti comandati; Simphony di Angelo Tonin, german game per 2-6 giocatori che preparano la loro orchestra tramite un draft di carte, e poi dispongono gli strumenti scelti in base all’acustica ideale per la partitura in programmazione.
 
dV Giochi (STAND CAR327)
Come ogni anno, l’editore perugino presenta un ventaglio di novità in grado di accontentare palati diversi. Iniziamo con Rajas of the Ganges – I Ragià del Gange della premiata ditta Inka e Marcus Brand, coppia di game designer che tende sempre a introdurre elementi di originalità nelle proprie opere. In questo caso, da 2 a 4 giocatori si sfidano, in una gara di potere, a rendere la loro provincia la più ricca del regno attraverso una gestione basata sul sistema delle caste, il commercio e la navigazione lungo il Gange. Ma il karma di ogni Raja impone equilibrio e misura, per questo ricchezza e prestigio dovranno essere attentamente dosati per trovare il punto di bilanciamento che può condurre alla vittoria. Super Mario Level Up! è un gioco basato sul precedente Viva il Re! / King Up! di Stefano Luperto e ha il pregio di portare in un gioco da tavolo uno dei personaggi più iconici dei videogiochi. Tra livelli da scalare, bonus a forma di funghi, fiori e super stelle o malus rappresentati dai malvagi Goombao dai gusci di koopa, da 3 a 6 giocatori troveranno di che divertirsi nel coloratissimo mondo del più famoso idraulico di sempre! Labyrinth: Goblins! è la prima espansione di Alessio Cavatore per il suo Labyrinth, gioco dedicato al cult movie con David Bowie. Aggiunge al gioco base cinque miniature di Goblin, nuove carte Labirinto e nuove regole che lo rinnovano e lo rendono decisamente più impegnativo. Minute Realms è il nuovo gioco di Stefano Castelli (coautore di Pozioni esplosive), dedicato a 2-5 giocatori che, nell’arco di una manciata di minuti, vogliono cimentarsi con la costruzione di città arricchendole con straordinari edifici o proteggendole con fortificazioni atte a respingere gli assalti nemici. E finiamo con Origami, firmato da Christian Giove , un gioco di carte per 2-4 giocatori semplice, veloce e adatto a tutti. Ci si sfida nella creazione degli origami più belli, da pagare al costo di… pieghe necessarie a realizzarli, sfruttando sapientemente gli eventuali poteri offertici da quelli già realizzati.
 
Ergo Ludo Editions (STAND CAR414)
Si presenta con un’unica novità, questa giovane casa romana che lo scorso anno si era fatta notare per il gioco da tavolo di Zagor. Si tratta del ritorno sui nostri tavoli di un game designer italiano considerato da molti “di culto”, quel Mario Papini già autore di Siena e di De Vulgari Eloquentia. Questa volta si confronta con il mito Re Artù e della tavola rotonda, con un gioco dall’evocativo nome di Lancillotto. Da 2 a 4 cavalieri si dovranno confrontare per dimostrare la loro valentia nel superare prove e affrontare viaggi alla ricerca del sacro Graal, nel tentativo di diventare Primo Cavaliere e conquistare il cuore della regina Ginevra. Per saperne di più su questo titolo “di spessore”, leggete la nostra approfondita anteprima.
 
Fever Games (STAND CAR515)
La giovane casa pescarese, soddisfatta per il buon piazzamento del suo Topiary nella classifica del recente Gioco dell’Anno, presenta due novità. La prima è Atterraggio d’emergenza, mini-espansione per Boss Monster che prende il via dallo schianto di un’astronave aliena sul mondo di Arcadia. La sua particolarità è nell’ampliare il gioco a 5-6 giocatori, inserendo un nuovo tesoro, altri temibili Boss, incantesimi e i nuovi eroi Avventurieri, pericolosi predoni di dungeon altrui. In occasione della kermesse lucchese, tutti i titoli della saga torneranno disponibili. Bobbidi Boom è un gioco di Guido Albini e Martino Chiacchiera per 3-5 giocatori basato su un meccanismo di press your look. Un gruppo di simpatiche streghe cucinano potenti pozioni in uno stesso calderone dove, aggiungendo ingredienti su ingredienti, aumentano via via il rischio di una bella esplosione. Naturalmente le più coraggiose otterranno nuovi ingredienti più interessanti, ma correranno il rischio di essere eliminate dal round a causa dell’esplosione. Grafica divertente e tempo di gioco ridotto rendono questo titolo interessante per un’ampia fascia di pubblico.
 
GateOnGames (STAND CAR408)
GateOnGames è decisamente l’editore più di casa a Lucca Comics & Games. Nel suo stand potremo trovare sicuramente le scatole dei titoli lanciati sul mercato la scorsa primavera, come il fantascientifico gestionale Terra-017 e il veloce cardagame sui malavitosi degli anni ’40 a New York: La Famiglia. Tra le novità più recenti vanno segnalate l’edizione italiana di Overseers, il gioco di Guan Chih Huang in cui da 3 a 6 giocatori dovranno convincere gli avversari di aver realizzato la miglior combinazione di carte mediante la meccanica del draft ma usando una buona dose di bluff. Sempre dalle tinte orientali è anche Tao Long, di Dox Lucchin e Pedro Latro, una sfida astratta per due giocatori nei panni dei due dragoni che, lottando sull’evocativo tabellone, determineranno il destino dell’umanità. E infine Pot de Vin, di Fel Barros e Warny Marçano, un nuovo gioco di carte in cui da 3 a 6 giocatori dovranno conquistare il favore delle gilde cittadine con ogni mezzo: corruzione, promesse e tradimenti sono all’ordine del giorno pur di vincere!
 
Ghenos Games (STAND CAR414)
È pronta ai blocchi di partenza anche Ghenos Games che si presenterà a Lucca Games con un’importante line-up di titoli in distribuzione. Per cominciare ci sposteremo su nuove zone della superficie del pianeta rosso con Hellas & Elysium, la prima espansione dell’acclamatissimo Terraforming Mars, il gioco di carte e gestione risorse da 1 a 5 giocatori di Jacob Fryxelius. Ma non è tutto  perché con Venus Next passeremo anche a formare città volanti sul difficile pianeta venusiano.
Cambiando decisamente tematica, con Tuscany e il suo tabellone espanso - insieme a speciali carte - renderemo più ampia la nostra esperienza vinicola di Viticulture, il gestionale per 1-6 produttori vinicoli a firma Jamey StegmaierAlan Stone e Morteh Monrad Pederseh. Sempre sul tema espansioni, potremo mettere le mani anche su The Wind Gambit, la nuova espansione di Scythe, il celebre titolo distopico di Kai Starck e Jamey Stegmaier per 1-7 giocatori.
Interessanti anche i titoli nostrani pronti per la distribuzione: stiamo parlando di Dragon Castle, la curatissima rivisitazione del Majhong per 2-4 giocatori, targata Horrible Games e firmata da Hjalmar HachLuca Ricci e Lorenzo Silva; ma anche di Lancillotto, l’oliatissimo worker placement realizzato da Mario Papini per la Ergo Ludo Editions, per 2-4 cavalieri medievali alla ricerca delle virtù cavalleresche.

Giochi Uniti (STAND CAR302)
Come al solito pantagruelica l’offerta che Giochi Uniti ha in serbo per noi durante la kermesse di Lucca Games 2017.
Per quanto riguarda i giochi da tavolo, saremo chiamati a salvarci dall’invasione zombie di Deadland, il card game di esplorazione e sopravvivenza per 2-6 giocatori tutto “made in Italy” a firma Sergio Roncucci. Il titolo arriverà insieme alla graphic novel omonima, sulla scia dell’esperienza transmediale dell’editore partenopeo inaugurata con Omegha di Enzo Troiano e portata a maturazione con l’arrivo al festival delle prime copie di Omegha: il Gioco da Tavolo, titolo firmato da Diego Cerreti e Stefano Castelli che costringerà da 1 a 4 giocatori a resistere a una popolazione di alieni invasori. Dopo tanta attesa, giunge alfine anche la riedizione di Kingsburg, il celeberrimo gioco di gestione dadi di Andrea Chiarvesio e Luca Iennaco per 2-5 partecipanti, stavolta in una “opera omnia” deluxe con regolamento rivisto e comprendente anche espansioni inedite. Ma i “pesi massimi” non finiscono certo qui: a Lucca farà infatti il suo esordio anche La Colonna di Fuoco, dove da 2 a 4 giocatori competeranno per il predominio dell’Europa ai tempi di Elisabetta I, tramite meccanismi di worker placement e controllo aree ideati da un Michael Rieneck ispirato ancora una volta dall’omonimo romanzo di Ken Follett. Sempre da 2 a 4 giocatori collaboreranno poi in Le Leggende di Andor: L’Ultima Speranza, per chiudere in bellezza la saga fantasy concepita da Michael Menzel, per poi - sempre da 2 a 4 -  tentare di primeggiare nella Francia dei castelli con l’edizione italiana de I Castelli di Borgogna, il capolavoro senza tempo di Stefan Feld. Infine, attesissimi anche loro, faranno il loro esordio i primi tre capitoli della saga di escape room Exit, realizzate dal genio creativo di Inka e Markus Brand e La Tempesta si Avvicina andrà a rimpolpare le nostre avventure per Pathfinder: Adventure Card Game - Teschi e Ceppi. Decisamente per un target più giovane è invece Shrimp, il simpatico card game a tema culinario per 2-6 giocatori di Roberto Fraga, insieme a Cloud Mine, l’intrigante titolo di narrazione e pensiero laterale ideato da Riccardo Albini e Martino Chiacchiera e realizzato in collaborazione con Sir Chester Cobblepot. Chiude l’offerta per i più piccoli Midnight Brunch, terzo capitolo della serie “brunch” ideata dal trio Borsa, Bellini, Pelosi. 


Giochix (STAND CAR413)
L’editore romano GiochiX sforna parecchi giochi durante l’anno, dalle produzioni proprietarie alle localizzazioni dei titoli stranieri. A Lucca Comics & Games porta le cinque più recenti produzioni, supportate dalle fortunate campagne di finanziamento sulla piattaforma GiochiStarter. Apre le danze Samhain: ideato dai fratelli Alessandro e Mauro Chiabotto, si tratta di una competizione tra 2-4 capi di clan celtici che si preparano a fronteggiare l’arrivo delle legioni romane. Poche regole e una notevole profondità strategica hanno attirato parecchie attenzioni su questo titolo, divenuto uno dei più seguiti anche grazie alla sua durata contenuta. Passiamo a  Sector 6, di Jaime González García, una frenetica sfida di sopravvivenza in una prigione spaziale che, da 1 a 6 giocatori, contribuiranno a costruire esagono dopo esagono, definendo un percorso utile al reperimento delle scarse scorte di ossigeno. Sempre nello spazio ma con un tema molto meno serio è Chimera Station, il gioco di Mark Major per 2-4 giocatori che rivoluziona un po’ il genere  worker placement, visto che questa volta i lavoratori potremo personalizzarli durante la loro permanenza sulla stazione spaziale, aggiungendogli chele, tentacoli, foglie o ulteriori cervelli! Sempre parlando di piazzamento lavoratori, arriva Pixie Queen, di Rudy Seuntjens, per 2-5 giocatori che si affanneranno nell’improbo tentativo di soddisfare le pretenziose richieste della regina dei folletti. Per quanto ci si sforzi e nonostante gli ingenti danni che si procureranno al villaggio, il massimo a cui i giocatori potranno aspirare è di aver accumulato il minor numero di inevitabili penalità. Conclude la rassegna lucchese il titolo forse più tradizionale, ma anche uno dei più attesi dell’anno: The Dutch East Indies, di Martin Looij, è un gioco di commercio navale ambientato nel XVII secolo al largo delle Indie Orientali. Ciascuno dei 2-4 giocatori (in realtà 5-8 con due scatole) è a capo di una flotta di due navi con cui cercherà di reperire le spezie più preziose, commerciando con gli indigeni o arrivando anche a rubarle agli avversari.

Horrible Games (STAND CAR414)
A Lucca timbrerà il cartellino ancha la Horrible Games che - come suo solito - porterà i suoi maggiori successi distribuiti tra lo stand della Cranio Creations e quello della Ghenos. Questi ultimi, in particolare, ospiteranno la novità autunnale della casa del tentacolo verde. Stiamo parlando di Dragon Castle, la rivisitazione dello storico gioco del Mahjong ideata per 2-4 giocatori dal trio tutto italiano Hjalmar Hach, Luca Ricci e Lorenzo Silva. Il gioco introduce interessanti twist nella struttura del classico astratto, aumentandone molto la variabilità e spingendo tantissimo sulla qualità dei materiali che assicurano un discreto colpo d’occhio. 
 
Mancalamaro (STAND CAR219)
Un nuovo editore si affaccia sulla scena nazionale, e lo fa in grande stile, presentandosi al pubblico in quel di Lucca Games con ben 17 nuovi titoli localizzati! L’offerta più ricca del catalogo è quello di casa Iello, con titoli per grandi e piccini, tra novità e grandi ritorni. Tra le novità troviamo Rent a Hero, di Yasushi Kuroda, un gioco di bluff per 3-5 persone in cui si cerca di reclutare gli eroi del proprio party prima degli avversari; Kabuki, di Hope S. Hwang, è una veloce sfida di memoria e colpo d’occhio per 2-6 giocatori che cercano di riconoscere le maschere del teatro Kabuki; Way Up High, di David Short, dove 2-5 piccoli scalatori competono nella realizzazione della migliore casa sull’albero con il consolidato meccanismo del draft; Welcome Back to the Dungeon, di Antoine Bauza e Masato Uesugi, dove la sfida dei 2-4 eroi fantasy chiamati a raccolta sta tutta nel decidere chi oltrepasserà la temuta porta dei sotterranei; Oceanos, di Antoine Bauza, in cui da 2 a 5 giocatori esploreranno i fondali marini cercando, al contempo, di migliorare i meravigliosi sottomarini di cui sono dotati; Kanagawa, di Bruno Cathala e Charles Chevallier, dove 2-4 discepoli cercheranno di apprendere gli insegnamenti del maestro Okusai per realizzare la loro opera d’arte; Mountain of Madness, di Rob Daviau, porta sul tavolo le atmosfere spaventose narrate nell’omonimo romanzo di H. P. Lovecraft. Nel gioco, da 3 a 5 persone coopereranno per sopravvivere alla spedizione con tutte le difficoltà derivanti dalla perdita di sanità mentale.
Tornano poi sugli scaffali nostrani due titoli firmati da alcuni degli autori più noti della nostra epoca: Diamant, di Bruno Faidutti e Alan R. Moon, il ritorno di un grande classico dei giochi di bluff e push your luck, in una nuova lussuosa edizione per 3-8 giocatori. E King of Tokyo, la sfida tra mostri giganti firmata Richard Garfield torna in una nuova scatola per 2-6 giocatori con nuova grafica e carte.  L’offerta Iello si conclude con La foresta misteriosa, un titolo per i più piccini di un autore nostrano, Carlo A. Rossi, arrivato finalista al concorso Kinderspiel Des Jahres, in cui 2-4 piccoli avventurieri aiuteranno, con la loro memoria, il giovane Jonas a sconfiggere la Regina Draconia.
Proseguiamo con le scatole metalliche di Bombyx, a partire da Capitan Carcassa: la quintessenza della meccanica push your luck per 2-4 giocatori, parecchie varianti per una veloce sfida già famosissima nella sua versione digitale; nella Banda dei Pinguini invece, di Bruno Cathala, siamo a capo di una delle tribù di pinguini intenzionate a conquistare il mondo, e lo faremo con un classico meccanismo di maggioranze.
Ancora Bruno Cathala e ancora Lovecraft con Pocket Madness: la sfida stavolta sta nel rimanere il più sano di mente tra i 2-4 cultisti impegnati a scoprire misteri indicibili ma simpaticamente illustrati. Lo stesso autore si conferma anche per Kawoom, la geniale sfida di costruzioni in cui gli avversari bersagliano il lavoro dell’architetto di turno con delle catapulte! In Contrast invece, di Julien Percot, i 2-6 giocatori coinvolti devono associare dei simboli alle belle immagini che saranno mostrate turno dopo turno.
E concludiamo questo corposo esordio della casa del cefalopode con due giochi sulla malavita. In Niente da Dichiarare, di Marc Brunnenkant, da 3 a 6 contrabbandieri cercheranno di far circolare le proprie merci con modi non proprio ortodossi, mentre in The Boss, di Alain Ollier, grazie a un meccanismo di maggioranze da 2 a 6 padrini dovranno piazzare i loro gangster per garantirsi il controllo delle città statunitensi.
 
MovetheGame Edizioni (STAND CAR402)
Il giovane editore ternano rende chiara la sua intenzione di approcciare il mercato non solo con localizzazioni, ma anche con produzioni inedite di designer italiani. Iniziamo quindi con Fly Down, un gioco di Emanuele Briano per 2-6 persone a tema aeronautico, in cui bisogna ottenere il miglior punteggio scambiando carte e deducendo correttamente il valore di quelle che non riusciamo a vedere ponendo le giuste domande agli avversari. Sempre sul tema deduzioni arriva Too Much, di Dario Massa, un party game che vedrà fino a 16 persone cercare di intuire una parola, definendo di volta in volta le restrizioni di chi dovrà farla indovinare. In The Reaper, di Frank Turrini, ce la vedremo con il triste mietitore che ha commesso un errore: uno dei 3-5 giocatori coinvolti non sarebbe dovuto morire, ecco quindi una sfida a suon di dadi per decidere chi tornerà nel mondo dei vivi. E infine si torna alle origini con l’espansione del titolo di esordio di MoveTheGame: Not Alone: Exploration, anche questa ideata da Ghislain Masson, con 10 nuove carte luogo da mescolare a quelle originali.
 
MS Edizioni (STAND CAR452)
L’etichetta editoriale di Magic Store preme l’acceleratore sui giochi ambientati, con le ultimissime novità di casa Mantic e con la versione italiana di uno dei più attesi titoli dell’anno a tema Cthulhu. Partiamo proprio da Mythos: l’edizione nostrana di questa originale gioco investigativo può vantare una cura senza pari, arrivando a migliorare anche il comparto estetico rispetto alla produzione originariamente finanziata su Kickstarter. Armati del giornale locale (L’eco di Arkham), la Rubrica e la Mappa della Città, da 1 a 8 investigatori affronteranno 8 casi in cui bisognerà svelare terribili misteri mettendo a dura prova la propria sanità mentale. Dagli orrori lovecraftiani passiamo allo spazio con Star Saga: il dungeon crawler fantascientifico di Stewart Gibbs che, partendo dagli efficaci meccanismi di Dungeon Saga, rivoluziona il genere con un’esperienza mai cosi completa. Una scatola ricchissima di miniature e componenti per dar vita ai labirintici laboratori che si celano nelle profondità del pianeta Eras, dove da 1 a 5 mercenari vivranno avventure ai limiti della legalità (con o senza master!). Ma non pensiate che MS Edizioni abbia rallentato il supporto alla sua linea fantasy, le uscite per Dungeon Saga continuano a spron battuto: qui a Lucca troveremo la nuova scatola d’espansione L’Occhio dell’Abisso, ricca di miniature, nuove avventure, personaggi e carte oggetto. Mentre per gli appassionati del gioco in solitario ci sarà il libro gioco L’Ascesa del Re delle Ombre.
Altra linea che si “rilancia” e si espande è quella di The Walking Dead – All Out War: con la Wave 3 l’azione dei sopravvissuti si sposta nella storica Prigione, location ben nota ai fan della serie. Ma per i veri appassionati arriva un nuovo scatolone con tutto il necessario per giocare: The Walking Dead – Collector’s Edition, un’edizione deluxe comprensiva di espansioni e elementi scenici 3d a un prezzo decisamente competitivo.

Need Games (STAND CAR412)
Esordio ufficiale dell’editore milanese nel settore boardgame - arriva Beowulf: Terrore a Heorot, rapido card game da 2 a 5 giocatori, in cui Brett L. Gilbert ci porta alla corte di re Hrothgar nel tentativo di resistere agli assalti del terribile Grendel, prima che giunga Beowulf in nostro aiuto e consacri come vincitore colui che sarà riuscito a uscirne con meno ferite. 

 

 

No Lands (STAND CAR121)
La casa editrice internazionale di fumetti, già entrata nel mercato del gaming con prodotti di supporto al gioco di ruolo, quest’anno a Lucca esordisce con un gioco di carte basato sull’universo creativo già apparso nei fumetti. TPK (total party kill) di David Destefanis,è un party building da 2 a 4 giocatori che con il loro gruppo di avventurieri, dovranno recuperare delle reliquie mentre tentano di eliminarsi a vicenda.

Oliphante (STAND CAR207)
L’editore di Milano si presenta in grande spolvero, forte di titoli pluripremiati come Kingdomino (Gioco dell’Anno in Italia e Spiel Des Jares in Germania) o Ice Cool (Kinderspiel Des Jahres). Ma non mancheranno numerose novità allo stand di Oliphante, alcune decisamente attese!
Partiamo proprio dal successore del capolavoro di Bruno Cathala: Queendomino, un sistema di gioco simile a Kingdomino ma con diverse aggiunte, come gli edifici, che ne aumentano la profondità e con la possibilità di combinarlo con il primo titolo per realizzare mappe più grandi. Invece in Panic Mansion, di Asger Harding Granerud e Daniel Skjold Pedersen, da 2 a 4 giocatori dovranno fuggire dalla casa strega in cui si trovano portando fisicamente gli oggetti richiesti in certe stanze. E quale miglior modo di farlo se non scuotendo letteralmente le mura della casa ?
Altro movimento fisico è quello richiesto da Yogi, di Behrooz Shahriari, un party game che permette anche a 10 persone di sbizzarrirsi nel soddisfare i requisiti delle carte girate: le verdi ci dicono che posizioni assumere, le rosse invece dove dobbiamo…mettercele!
E per concludere due produzioni del genio ludico nostrano. Sherlook, di Silvano Sorrentino, permetterà a 2-6 investigatori di confrontarsi con una sfida basata sul colpo d’occhio, nel tentativo di riconoscere le differenze tra le scene del crimine. Mentre il titolo di Hjalmar Hach è forse il più atteso di tutta l’offerta Oliphante di quest’anno: Photosynthesis è il gioco astratto (eppure incredibilmente ambientato) che permetterà a 2-4 persone di competere nella creazione di una foresta, sfruttando al meglio i raggi del sole che gira attorno la splendida area di gioco tridimensionale.
  
Orsomago (STAND CAR426)
A Lucca Orsomago significa praticamente Haba, e anche quest’anno il loro stand sarà interamente dedicato alla nota casa tedesca. Iniziamo con le novità della recente linea family: Picassimo di Carlo A. Rossi è un originale gioco per 3-6 giocatori basato su lavagnette lavabili che, dopo essere state disegnate, vanno separate in vari pezzi e mescolate tra loro per poi tentare di indovinare i diversi soggetti illustrati. In Meduris, di Stefan Dorra e Ralf zur Linde, 2-4 giocatori cercano di ingraziarsi gli dei offrendo sacrifici al druido, raccogliendo pietre runiche ed edificando templi imponenti, il tutto collezionando risorse e materiali con cui eseguire i lavori, pianificati con il classico meccanismo del worker placement. Lady Richmond di Tim Rogasch sfida da 2 a 5 collezionisti d’arte nel gestire al meglio le proprie risorse economiche mentre cercano di accaparrarsi in varie aste i migliori pezzi della collezione della nobildonna appena deceduta. Passiamo ai più piccoli con Rhino Hero Super Battle di Scott Frisc e Steven Strumpf dove da 2 a 4 animali supereroi devono scalare grattacieli dall’instabile equilibrio, costruiti con precari castelli di carte. La Torre Del Drago è un cooperativo di Carlo A. Rossi per 2-4 persone in cui, tramite un sottogioco in stile memory, si acquistano delle tessere che servono a costruire un’impalcatura da usare per raggiungere e liberare la principessa rinchiusa dal drago sulla sua torre.

Pendragon Games (STAND CAR213)
Anche Pendragon Games risponde presente alla chiamata di Lucca Games con un discreto carico di novità. In primis torneremo a campeggiare a Camp Apache: sì perché potremo mettere le mani su Last Friday: Ritorno a Camp Apache, l’espansione del fortunato titolo horror di Antonio Ferrara per 3 -7 giocatori, dove 10 anni dopo gli eventi del gioco base avremo a che fare con un terribile entità soprannaturale che colpisce nei sogni. Ricorda qualcuno? In questa nuova scatola saranno presenti diverse novità, tra cui nuovi capitoli e personaggi e altre modalità di gioco, tra cui anche tutto l’occorrente per rivivere i capitoli base in stile “survival horror”. Ci rilasseremo poi nella lontana Cina, partecipando alla realizzazione dell’esercito di terracotta con Xi’an, l’intrigante e fresco titolo di Marco Legato e Francesco Testini in cui da 2 a 4 famiglie di scultori sfrutteranno le abilità dei loro aiutanti per realizzare la migliore composizione di sculture e conquistare così la migliore considerazione da parte dell’imperatore. Tornerà disponibile inoltre Mythomakya, l’introduttivo per 2-6 partecipanti ideato da Luca Feliciani e impreziosito dai disegni di Mirka Andolfo, stavolta con una confezione più compatta, eventualmente allettante per tutti i potenziali nuovi iniziati al nostro hobby preferito.
Molte anche le anteprime in distribuzione da novembre in prova allo stand dell’editore milanese. Con This War of Mine, opera per 1-6 giocatori di Michal Oracz & Jakub Wisniewski, il pluripremiato videogame della 11bit Studio atterra sui nostri tavoli da gioco per offrirci un’esperienza di sopravvivenza alla guerra in un’ottica del tutto nuova, senza punteggi, ma con l’unico obiettivo di provare a uscire fuori dall’orrore del conflitto e poter così raccontare la storia vissuta. Giungeremo poi nel futuro di Otys, dove gli oceani hanno sommerso il mondo e dove Claude Lucchini immagina da 2 a 4 giocatori su una delle poche colonie rimaste a inviare sommozzatori alla ricerca di relitti delle precedenti civiltà, allo scopo di soddisfare i contratti e guadagnare sufficienti ricompense per la salvezza del proprio popolo. Per finire verremo catapultati nella Londra vittoriana con Mostri vs Eroi, la versione aggiornata del simpatico card game di Enrique Dueñas in cui da 2 a 8 giocatori si daranno battaglia a suon di bluff e poteri speciali, nel tentativo - alla fine dello scontro - di far prevalere la propria fazione.
 
PlayAGame (STAND CAR432C)
Tutto pronto in casa PlayAGame Edizioni per l’inizio della kermesse lucchese e anche in questo caso, molte novità bollono in pentola, frutto della stabile partnership con la finlandese Lautapelit. Si inizia con Dungeon Rush, il dungeon crawler in miniatura opera di Rustan ed Eli Håkansson, in cui da 2 a 5 giocatori dovranno esplorare un sotterraneo utilizzando rapidità e colpo d’occhio per scegliere e sconfiggere i mostri che incontreranno allo scopo di potenziarsi e divenire sempre più ricchi. Giungeremo poi a Bisanzio, con la riedizione di un gioco di Emanuele Ornella per 3-6 partecipanti intitolato Byzanz. In questo interessante titolo di aste, impersoneremo mercanti alle prese con la compravendita di beni, mediante particolari meccaniche legate ai materiali di gioco: le carte infatti saranno sia la moneta di compravendita, sia gli oggetti che verranno commerciati. Ancora in tema di riedizioni, ecco che arriva The Bottle Imp, titolo del 1995 di Guenter Cornett per 2-4 giocatori, che offre una stimolante sfida di prese con grafica e materiali totalmente rinnovati e con tante diverse illustrazioni collegate alle vicende dell’omonimo romanzo di Robert Louis Stevenson. Continueremo poi a pedalare con Flamme Rouge: Peloton, espansione dell’omonimo titolo card driven di corse ciclistiche Asger Harding Granerud in cui il numero di giocatori diventa da 1 a 12; viene infatti inclusa una modalità di gioco in solitario, oltre che nuovi tracciati, terreni ed effetti.
Molto interessante poi è la nuova offerta per i più piccoli derivante dalla recente partnership stretta dall’editore di Imola con i russi della Simple Rules. Troveremo dunque una nutrita schiera di titoli per giocatori in erba, in particolare riporteremo alla luce i calzini spariti in lavanderia con Laundry Day, giocheremo con i colori e i gesti di Matryoshka, collaboreremo per ricostruire il recinto di Pony Run, blufferemo al comando di una squadra di scoiattoli in Squeeerrels, ci divertiremo a inventare nomi con Toodle-Boobles e riordineremo cappelli con la memoria e il bluff con Magic Hat.
  
Raven Distribution (STAND CAR423-CAR440)
Come sua consuetudine l'editore e distributore romagnolo è pronto a lasciarci a bocca aperta con un'abbondante serie di novità decisamente accattivanti.
Sul fronte boardgame, tanto per cominciare, scenderemo nella fortezza del drago con Clank! il deckbuilder di esplorazione che negli scorsi mesi ha fatto molto parlare di sé. In questo titolo di Paul Dennen, da 1 a 4 giocatori dovranno gestire la loro mano di carte per cercare i migliori tesori evitando la rabbia del drago che li sorveglia. Una volta risaliti in superficie è il momento di confrontare le nostre abilità druidiche con Mystic Vale, l'originale opera di card crafting ideata da John D. Clair, anch'esso da tempo sulla bocca di tutti, in cui da 2 a 4 giocatori saranno chiamati a sfruttare al meglio il mana a disposizione per acquisire potenziamenti alle loro evocazioni. Ma non è finita perché potremo anche sganasciarci dalle risate leggendo le irriverenti risposte di Coco Rido, l’impertinente trivia game - fratello italiano di Cards Against Humanity - che promette le stesse dosi di simpatica irriverenza e cattivo gusto. Tra una risata e l'altra però sappiamo che è giunto il Giorno del Giudizio e dunque con Apokalypsis, partorito in collaborazione con Sir Chester Cobblepot dal trio Vitagliano, Negrini, Casiragi e illustrato da Alan D’Amico, voleremo in gruppi di 3-6 angeli caduti alla caccia di anime, cercando di sfilarle alla bontà dell'arcangelo Michele. Se dopo l'Apocalisse non sarete ancora sazi, bene! Sappiate che c'è ancora da divertirsi con Kung Fu Party il rapidissimo party game di Denis Savini anch’esso realizzato insieme a Sir Chester Cobblepot, in cui da 2 a 10 giocatori si scontreranno a suon di urla e colpi marziali strizzando l'occhio in maniera ironica a film, cartoni e videogame. Infine, last but not least, quale migliore conclusione di Munchkin Gloom, il doppiamente demenziale crossover da 2 a 5 giocatori ideato da Keith Baker, che fonde i temi e l’ironia del sempreverde Munchkin con le meccaniche e i materiali di Gloom: una morte deprimente è garantita per i nostri avventurieri.

Red Glove (STAND CAR420)
La casa del guanto rosso si presenta ai box di partenza con una nutrita serie di interessanti novità che non mancheranno di suscitare qualche sorpresa. Partendo da quanto già da tempo annunciato potremo finalmente mettere le mani su Warstones, la sfida di schicchere da bar fantasy per 2 - 4 giocatori firmata da Andrea Chiarvesio e Maurizio Favoni: dopo molto tam tam mediatico generato in fase di lancio contestualmente all’iniziativa del Game Booster, è dunque giunto il momento di sfidarci nelle taverne di Baruffus! Potremo poi proseguire cercando di rimanere allenati nell’antica arte del lancio di maledizioni con Vudulhu, incarnazione per 3 - 6 cultisti del blockbuster di Marco Valtriani e Francesco Giovo, stavolta a base di Grandi Antichi. Clans of Caledonia è invece l’offerta Red Glove per gli amanti dei titoli più strutturati. Il gestionale di Juma Al-Joujou - presente a Lucca in pochissime copie di anteprima - porta da 1 a 4 giocatori a dirigere clan scozzesi dell’800 durante l’industrializzazione del loro paese, mediante un interessante mix di meccaniche che vanno dalla costruzione di edifici al controllo di aree, fino al commercio di risorse. Continua inoltre il fruttuoso rapporto con Whats Your Game che stavolta ci permetterà di giocare a Loot Island, titolo di Aaron Haag in cui da 2 a 5 giocatori saranno avidi cacciatori di tesori che dovranno mettere assieme le loro parti di mappa per ritrovare le ricchezze nascoste su un’isola, cercando nel contempo di ottenerne la gran parte per sé stessi e, ovviamente, stando attenti alla maledizione che incombe su quel territorio. Venendo a temi più “sbarazzini” l’editore toscano ha in serbo per noi Dolly Crush, un simpatico gioco di Christian Giove che mette intorno al tavolo da 2 a 4 persone in un puzzle game a base di soffici pecore che si rifà chiaramente ad app come ad esempio Candy Crush. Gli amanti dei giochi di pensiero laterale ed associazione di idee troveranno infine Links, un titolo di Dario Massa che sfiderà da 2 a 10 giocatori a trovare una parola che abbia a che fare con quelle già presenti sul tavolo: inutile sottolineare che a ogni nuovo turno la prova sarà sempre più difficile perché le parole da collegare saranno sempre di più.
 
uPlay.it (STAND CAR227)
Decisamente interessante la lineup dell’editore toscano, che si presenta a questa Lucca Games con una grande varietà di titoli. Per scaldarci potremo testare le nostre abilità uno contro uno con Caverna per 2 giocatori, rivisitazione in chiave più snella del corposo gestionale sui nani a firma Uwe Rosenberg, e poi a seguire con Fight for Olympus, card game fantasy firmata da Matthias Cramer in cui ci si scontrerà evocando eserciti di semidei, titani e soldati. Successivamente avremo l’opportunità di costruire il nostro zoo con Barenpark, ideato per 2 - 4 giocatori da Phil Walker-Harding in cui, tramite meccaniche di piazzamento tessere in stile Tetris, dovremo ottimizzare il nostro bioparco tra attrazioni animali e luoghi di ristoro per i visitatori. La sfida proseguepoi con Creepy Falls in cui Alessandro Montagnani mette da 2 a 5 vampiri in competizione per la leadership dell’omonima cittadina tramite controllo aree e “piazzamento mostri”. Quando poi il gruppo di gioco si farà folto, potremo comunque divertirci con Sushi Go! Party, l’incarnazione in versione estesa (fino a 8 giocatori) del simpatico gioco di carte a tema sushi di Phil Walker Harding, e con Among Us, un cooperativo da 4 a 8 giocatori di bluff e movimento su mappa, opera di Giampaolo Greco e Pierluigi Taddei, in cui occorrerà portare in salvo alcuni scienziati nel bel mezzo di un’invasione aliena, ma facendo attenzione a evitare quelli che eventualmente verranno “assimilati”. Per concludere, sarà presente anche l’edizione deluxe di Principi di Firenze, il “mostro sacro” di aste e piazzamento tessere rivisto nella grafica, con una dotazione di materiali da top di gamma e - in copie limitate - affiancato da una stampa in carta perlata autografata dall’autore  Wolfgang Kramer e dall’illustratore Mirco Paganessi.