Primo piano: Warhammer 40.000 - Date e prezzi di lancio della nuova edizione

Questo maggio è un mese decisamente caldo per il mondo Games Workshop. Tutto è iniziato a fine aprile, con la notizia dell’arrivo di un’ottava edizione di Warhammer 40.000 (da cui abbiamo colto lo spunto per fare un excursus degli ultimi anni della casa editrice inglese e delle attese su questo nuovo evento). Da allora ogni giorno la GW ha svelato uno spoiler sulla nuova edizione e finalmente, dopo quasi un mese d’attesa, ha comunicato le date di uscita ufficiali.




La nuova edizione di Warhammer 40.000 sarà aperta ai pre-ordini dal 3 giugno e dal 17 giugno sarà disponibile nei negozi.

Tutti coloro che vorranno avventurarsi nei conflitti del 41° millennio  avranno l’imbarazzo della scelta sul punto di partenza.

Il cuore della nuova edizione sarà naturalmente il manuale base che la GW dichiara essere il libro più completo su Warhammer 40.000 mai pubblicato fino ad oggi. Oltre alle regole base questo manuale conterrà anche una sezione dedicata al regolamento avanzato, missioni di gioco, una sezione dedicata agli “stratagemmi” (una nuova regola che permetterà di compiere azioni eccezionali), le diverse modalità di gioco (aperte, a punti o narrative), e tantissimo background per descrivere l’universo del 40K e le sue evoluzioni. Il manuale sarà disponibile interamente in italiano al prezzo di 45€.

Come preannunciato inoltre, già dal lancio, tutte le miniature disponibili nella vecchia edizioni saranno giocabili grazie a 5 codex (due dedicati agli eserciti dell’impero, uno per le armate del chaos e due per le forze Xeno). L’editore comunque rassicura che, anche se le armate Xeno condividono lo stesso manuale, non faranno parte della stessa fazione (come avviene per le armate di Age of Sigmar). La scomoda convivenza tra armate molto diverse tra loro è infatti destinata a cessare nel tempo con l’uscita dei codex dedicati. Anche questi manuali saranno interamente tradotti e disponibili al prezzo di 20€ l’uno.

Per chi si affaccia oggi per la prima volta al fantascientifico universo in cui esiste solo guerra, o per chi vuole ampliare la propria collezione di miniature, GW ha anche sviluppato una nuova scatola base dal nome: Dark Imperium. All’interno, oltre al manuale base troveremo pronti per lo scontro un esercito di Space Marines della Death Guard (le forze del chaos legate al dio della pestilenza Nurgle) e, per la prima volta, di una nuova forma di Marines: i Primaris.
La grande novità dell’ottava edizione è infatti che, dopo oltre 10.000 anni di sviluppo segreto, una nuova evoluzione degli iconici Space Marines scende in campo per affrontare le minacce per l’Impero, che hanno ormai raggiunto dimensioni senza precedenti.
GW ha già rassicurato che i Primaris non sostituiranno gli Space Marines che siamo abituati a vedere nei campi di battaglia, ma li affiancheranno rappresentandone l’elite, dotati di armi ed armature nuove (distinguiamo già dalle prime foto la nuova armatura MKX, il fucile Bolt Rifle, evoluzione del Bolt Gun dei tradizionali Space Marines, i nuovi fucili al plasma per le squadre Hellblasters, i Jet Pack delle inedite Inceptor Squad ed una Gravis Armour che ricorda un po’ un’evoluzione delle attuali armature da Terminator).

Ma le novità non finiscono qui, dal 17 giugno le regole base della nuova edizione saranno anche scaricabili gratuitamente on-line in formato PDF, come è oggi per Age of Sigmar (non è chiaro però se lo saranno anche le caratteristiche delle unità, come avviene per la controparte fantasy).
Infine, a completare il tutto, una serie di gadget utili per le partite, come i dadi per i punti comando, quelli per segnare le ferite, i mazzi di carte con gli obiettivi tattici ed un set di miniature volte a rappresentare fisicamente sul campo gli obiettivi principali. Non poteva naturalmente mancare anche un volume della Black Library (l’editore di romanzi sotto l’ombrello GW) dal titolo Dark Imperium, volto a raccontare le vicissitudini degli scontri rappresentati nel nuovo set base.

Non resta quindi che caricare i fucili e lucidare le armature in attesa del 17 giugno, quando una nuova era di guerra avvolgerà il 41° millennio.