Primo piano: [PLAY 2017] Le novitÓ dal mondo dei giochi da tavolo

Questo articolo è, tra quelli dedicati a PLAY, il nostro fiore all’occhiello!
In qualità di media partner del Festival del gioco Modenese, ogni anno elaboriamo la più ricca, completa e articolata guida alle novità sui giochi da tavolo che potrete trovare nei saloni di Modena Fiere i giorni 1 e 2 aprile. È il nostro regalo a quanti verranno a godersi l’evento nazionale più specificamente dedicato al gioco e ai giocatori. E per prepararvi degnamente a un appuntamento così speciale, quest’anno abbiamo deciso di non aspettare il completamento della guida per condividerla con voi. Anzi, abbiamo ritenuto preferibile iniziare a fornirvi molto presto le segnalazioni di quanto potrete provare (e acquistare) tra i tavoli e gli stand di PLAY. Procederemo ad aggiornare questa guida man mano che scoveremo le novità che gli editori hanno in serbo per voi!

E vi ricordiamo che abbiamo anche realizzato la Guida delle novità GDR, che potete trovate qui.

Ultimo aggiornamento al 27/03/2017 con notizie su:
Cranio Creations, GateOnGames, Giochi Uniti, GiochiX, MAGE Company, Simulator Soccer




Aleph Game Studio
Questa nuova realtà ludica, che si occuperà di giochi da tavolo preminentemente con taglio storico, si presenta alla Play con i prototipi di due titoli che usciranno in co-produzione con Ludolab (la parte editoriale di Camelot games). Paolo Carraro è l’autore di entrambi e sarà presente al BG Storico (padiglione E) per presentarli al pubblico. La Belle Epoque è un eurogame caratterizzato da aspetti diplomatici e decisioni wargamistiche e ambientato negli anni che precedono la Prima Guerra Mondiale, da 3 a 6 giocatori assumeranno il ruolo delle Potenze Coloniali (Inghilterra, Russia, Francia, Italia, Germania, Austria-Ungheria) per contendersi la supremazia mondiale. Raab: La Battaglia Di San Gottardo è una simulazione per 2 giocatori che, con un sistema semplice, veloce e divertente, ripercorre questa importante battaglia del 1° agosto 1664 in cui l'esercito imperiale, insieme agli alleati francesi, sconfisse le ben più numerose truppe ottomane grazie al comando di Raimondo Montecuccoli, genio militare che, tra l’altro, nacque proprio in provincia di Modena.

Ares Games
Per le novità e gli eventi Ares Games consultate il paragrafo dedicato a Devir Italia, che distribuisce molti dei titoli del suo catalogo.

Asmodee Italia
Tantissimi annunci ci sono arrivati dall’HQ italiano della multinazionale francese, alcuni dei quali ancora da confermare (ma vi informeremo al riguardo). Cominciamo con Century La Via delle Spezie, card game di esordio della neonata Plan B Games alla cui prova tanto ci ha entusiasmato in quel di Norimberga; basato su deck-building e draft, questo titolo per 2-5 giocatori a firma di Emerson Matsuuchiè il primo di una serie di tre (ma attenzione, questa di PLAY sarà un’anteprima in copie limitate!). Parte anche il nuovo, attesissimo LCG Arkham Horror: Il Gioco di Carte, titolo collaborativo per 1-2 o più giocatori in cui si fondono meccaniche tipiche dei giochi di carte personalizzabili con elementi di gioco di ruolo, (per esempio, le carte personaggio utilizzate dovranno essere “attrezzate” con le carte di supporto, strumenti, armi, oggetti, ecc., proprie di quel personaggio), il tutto in un’esperienza di gioco che offre il meglio di sé nella dimensione “campagna”… e che ovviamente prevede prossimamente anche il gioco organizzato! E per la gioia dei fan dei Grandi Antichi la scatola base sarà da subito accompagnata da ben tre espansioni: la deluxe L'Eredità di Dunwich e i due card pack Il Museo della Miskatonic e L’Espresso di Essex County. E' la prima volta che in italiano si gioca di carte con il Grande Cthulhu e i suoi sodali, e siamo certi che la vittima predestinata di questa invasione orrorifica dallo spazio profondo sarà il vostro portafogli! Ancora espansioni per il bel gioco The Others: saranno infatti disponibili le scatole (e le splendide miniature) di Avarizia, Invidia e Lussuria. Dall’oriente invece arriva Cookie Box, un gioco per 2-4 giocatori che mescola destrezza e meccaniche alla memory.
Da confermare (ma ci speriamo tutti!), una serie di ulteriori appetitosi annunci. Partiamo con Runewars: Il Gioco di Miniature, il wargame fantasy tridimensionale con cui Fantasy Flight ha reagito alla dipartita di Games Workshop come partner. Per una sua prova sul campo, ecco le nostre prime impressioni da Essen.Vi fa gola? Allora organizzatevi perché se a PLAY ci sarà, sarà solo in anteprima e con un numero ridotto di copie! Assalto Imperiale dovrebbe vedere l’uscita della Wave VII con le miniature di Obi-Wan Kenobi, Il Grande Inquisitore e Greedo. Si aspetta anche Unlock!, un gioco di carte cooperativo per 2-6 giocatori ispirato alle logiche delle escape room (cerca nelle scene, combina oggetti e risolvi indovinelli), supportato da un’app (Android e iOS)  e prodotto da quei geniacci degli Space Cowboys, fresco di vittoria dell’As d’or in Francia. Tre avventure nella scatola base, più un set di dieci carte di tutorial per imparare a giocarlo senza leggere le regole. Se volete provarlo subito, potete scaricarvi il print’n play gratuito disponibile, con il tutorial e uno scenario dimostrativo. Ancora in tema escape room dovrebbe esserci Room 25: Escape Room, che oltre a nuove stanze offre la modalità escape room (appunto!) con 40 enigmi da risolvere. Infine si spera anche nella presenza della nuova espansione di T.I.M.E Stories: La Profezia dei Draghi, ambientata in un medioevo parallelo, dove la magia scorre potente!

Borella SRL
Questo editore, specializzato in titoli per famiglie ed educativi, porterà tre novità in italiano tratte dal catalogo Haba. La Torre Del Drago di Carlo A. Rossi è un cooperativo per 2-4 piccoli giocatori caratterizzato da una splendida scenografia tridimensionale che entra in ballo nel corso del gioco in modo molto divertente: prima bisogna costruire un’impalcatura per raggiungere la cima della torre usando una specie di memory, poi bisogna far fuggire la principessa prima che il drago distrugga il nostro lavoro! Lady Richmond – Un’eredità all’asta di Tim Rogasch è un gioco d’aste per 2-5 giocatori in cui si cerca di aggiudicarsi i migliori pezzi della collezione della povera Lady Richmond passata a miglior vita, ostacolando gli altri tramite l’utilizzo di carte imbroglio! Ancora Carlo A. Rossi, con Picassimo, mette in gioco le nostre abilità artistiche. Si disegna su tavolette divise in 6 parti che poi vengono scambiate con quelle degli avversari per rendere i disegni meno riconoscibili; si acquisiscono più punti se si riconoscono i soggetti tramite i disegni così scomposti o, in misura minore, se c’è bisogno di ricomporli.

Cosmic Group
Questo editore, da poco affacciatosi sulla scena ludica italiana (ma notissimo agli appassionati di modellismo) propone parecchie novità interessanti, a partire da Opus II, primo set di espansione del collezionabile Final Fantasy Trading Card Game, gioco prodotto direttamente dalla Square Enix. Restiamo in ambito giapponese, con Attack On Titan: The Last Stand, di Antoine Bauza e Ludovic Maublanc  per 2-5 giocatori tratto dall’omonima serie manga, in cui un giocatore combatte come Titano contro tutti gli altri, che formano il gruppo di eroi che tentano di sconfiggerlo. Dall’italianissimo Ludus Magnus Studio arriva Nova Aetas, gioco tattico con miniature di stampo cooperativo per 1-4 giocatori, che gestisce i nemici da combattere con un suo particolare sistema di Intelligenza Artificiale. Ambientato in un’Italia rinascimentale parallela, propone miniature e personaggi che rappresentano unità militari dell’epoca, insieme a personaggi storici come Leonardo da Vinci e Caterina Sforza, o mitologici come la maga Circe, i ciclopi e i guerrieri centauri.
Tra gli annunci in attesa di conferma, Cosmic Group ci segnala la presenza di anteprime in visione; parliamo di titoli appetibili come Doctor Who: The Miniature Game, che può vantare miniature della qualità tipica della Warlord Games, Chocobo’s  Dungeon & Monster, espansione di Chocobo's Crystal Hunt della Square Enix e il prototipo di Sine Tempore, nuovissimo titolo di ambientazione fantascientifica del Ludus Magnus Studio destinato al prossimo lancio mondiale su Kickstarter. Inoltre l’editore organizzarà tornei di Final Fantasy Trading Card Game, Infinity Miniature Game, Drakerys, Project Z e Konflikt ’47.

Cosplayou
La casa perugina porta a Modena una simpatica novità: Sushi War All You can Hit, rapido gioco di Dario Dordoni per 2-5 giocatori che mescola carte, dadi e… bacchette da riso, da usare per creare pile di dadi con cui comporre le proprie ricette sushi, o da lanciare contro le ricette avversarie!

 

 

 

Cranio Creations
Veramente tante cose da provare allo stand dell’editore milanese, tante da farci quasi indigestione! Cominciamo con le novità in uscita e le anticipazioni varie. Sono previste due espansioni per l’apprezzato Orleans: Invasion cheoffre sei nuovi scenari, oltre a nuovi edifici e nuove carte evento, e Intrigo che introduce nel gioco sistemi per contrastare gli avversari, ostacolandone i progressi e sottraendo loro i risultati conseguiti. Grand Austria Hotel, titolo strategico di Simone Luciani e Virginio Gigli esce finalmente in italiano, chiamando da 2 a 4 giocatori a gestire un tipico hotel austriaco dove dovremo cercare di attirare nuovi clienti con un servizio impeccabile, camere accoglienti e manicaretti eccellenti. Nome in codice: Deep Undercover è un’ulteriore variante del premiatissimo party game di Vlaada Chvátil, in una versione con temi piccanti “per soli adulti”. Cottage Garden, novità di Uwe Rosenberg, si rivolge a 1-4 giardinieri che dovranno dimostrarsi  maestri dell’arte della pianificazione dei giardini, incastrando tra loro essenze floreali e attrezzature nel modo più efficiente possibile. 13 giorni è un’altra interessante novità di Asger Harding Granerud e Daniel Skjold Pedersen per 2 giocatori che si fronteggiano a colpi di carte durante la crisi missilistica tra Stati Uniti e Cuba del 1962, dove il braccio di ferro tra le superpotenze a colpi di trattative politiche e bluff all’epoca aveva come prezzo finale lo scoppio della guerra nucleare; di questo titolo si parla come di una sorta di Twilight Struggle in versione ridotta.. staremo a vedere! Kryptos di Piotr Si?ka è un gioco per 3-6 giocatori basato sulla decifrazione di codici numerici in una corsa contro il tempo e, naturalmente, contro gli altri crittografi. Intrigo è un gioco di negoziazione ambientato nel Rinascimento dove, come si evince dal titolo, nessuno è tenuto tener fede ai patti presi. 7 Rosso di Carl Chudyk e Chris Cieslik è un gioco di carte per 2-4 giocatori facile facile: vince la carta più alta e l’ultimo che rimane in gioco si aggiudica la mano, che comunque dura pochi minuti. Ligretto è un classico card game di Michael Michaels basato su velocità e riflessi per 2-4 giocatori, si gioca in tempo reale con un’attenzione spasmodica a quanto accade sul tavolo. Si continua con L’uomo invisibile, party game basato sulla realizzazione di disegni che tramite l’uso di speciali occhiali dovranno essere decifrati dagli altri giocatori in veste di agenti speciali, che dovranno capire le parole che si celano dietro di essi. Infine Tubi magici è un rompicapo in cui si debbono piazzare delle tessere esagonali su un tabellone facendo in modo che le barre dello stesso colore risultino allineate correttamente.
In tema di prototipi, PLAY sarà l’occasione per il grande pubblico di vedere Legacy of Pirates, il gioco cooperativo caratterizzato da una bellissima plancia tridimensionale a forma di veliero e da un’app di supporto alla gestione della partita, di cui potete trovare i dettagli nella nostra anteprima esclusiva da Norimberga. Ma i ragazzi di Cranio porteranno anche i prototipi delle nuove versioni di due tra i titoli più noti del loro catalogo: Fuga dagli Alieni nello Spazio Pofondo e l’apprezzato Terra Mystica. Infine si scoprirà cosa ha in ballo un grande amico del festival del gioco modenese, essendo annunciato anche il prototipo del nuovo gioco di Mac Gerdts.
Ultima novità riguarda la doppia presenza di Cranio nei padiglioni della Fiera di Modena, infatti al tradizionale stand nel padiglione A se ne affiancherà un altro nel B che sarà tutto dedicato al gioco per la famiglia e i più piccoli.

Devir Italia
Il grosso editore iberico presenta le sue novità italiane per il primo trimestre di quest’anno. Cominciamo con Star Realms - Crisis, set di quattro mini espansioni per il bel gioco di carte deck building della White Wizards basato sull’omonima app per Android e iOS. Una espansione è dedicata a nuove potenti navi per ogni fazione, un’altra introduce gli eventi che porteranno in gioco parecchi colpi di scena, una terza offre nuove basi e ulteriori navi per potenziare le proprie flotte, e l’ultima è dedicata agli eroi che supporteranno le nostre strategie di gioco con le loro abilità. Ancora dalla White Wizard arriva l’edizione italiana di Epic, gioco fantasy di Robert Dougherty e Darwin Kastle improntato alla filosofia di Star Realms in termini di rapidità di gioco ma in grado di offrire un’esperienza strategica ancora più profonda. La Valle dei Mercanti di Saami Laakso è un gioco di carte per 2-4 mercanti che si scontrano a suon di commerci per dimostrare di essere il migliore e avere così accesso all’esclusiva gilda della Valle.
Altre interessanti proposte sono quelle che riguardano la partnership di Devir Italia con Ares Games. Battle of Britainè il nuovo starter set di Wings of Glory WWII, che fornisce tutte le regole e i materiali di gioco insieme a quattro modelli predipinti (due Supermarine Spitfire Mk.I e due Messerschmitt Bf-109E); sarà disponibile in anteprima, in versione inglese, per poter essere provato durante i due giorni.  Inoltre lo stand Devir ospiterà Simone Romano e Nunzio Surace che, in veste di autori, presenteranno una versione quasi definitiva di Sword&Sorcery, il cooperativo fantasy reduce da un fortunato kickstarter dello scorso anno. Le opportunità di gioco saranno offerte su prenotazione, per cui se siete interessati organizzate un passaggio prioritario a questo stand!

Doppio Gioco Press
Questa giovane, piccola casa editrice romana aggredisce Modena con una novità e tre anteprime. Noxford è la localizzazione di un gioco di carte della francese Capsicum Games, che vede 2-4 boss dei Sindacati del Crimine  scontrarsi in un’ambientazione steampunk per il controllo dei ricchi distretti della città Vittoriana, che si costruirà man mano con le carte attraverso un simpatico sistema di posizionamento sul tavolo.
In anteprima, i tre prototipi sono tutti italiani: Il Principe Ranocchio - The Frog Kiss di Martino Chiacchera è un gioco per famiglie (2-5 giocatori), dove con abilità e strategia bisogna usare il proprio ranocchio e la sua lingua srotolabile per catturare insetti e muoversi sulle ninfee di uno stagno simulato, ostacolando gli avversari.Campus Cafè di Pasquale Facchini è un gioco rapido per 2-5 giocatori che si contendono le mance dei clienti, e per servirli il più rapidamente possibile devono ottimizzare la preparazione dei piatti comandati, in modo da diventare “impiegato del mese” del noto Cafè del campus universitario. Simphony di Angelo Tonin è un german game in cui 2-5 giocatori devono comporre la loro orchestra attraverso un sistema di draft, per poi distribuire sul palco gli strumenti scelti in funzione dell’acustica ideale per l’esecuzione della partitura in programmazione.

DV Giochi
Lo storico editore umbro si presenta con molte novità, tra cui due classici e una variegata serie di giochi di carte dal prezzo contenuto. Il primo dei due classici è il bel Tikal del noto duo Michael Kiesling eWolfgang Kramerche porta 2-4 giocatori a scontrarsi nell’omonimo sito archeologico per raccogliere tesori e scoprire templi Maya nascosti dalla foresta guatemalteca. Uno dei padri del genere eurogame, oltre che primo titolo della cosiddetta Trilogia delle Maschere (gli altri erano Java e Mexica), Tikal è stato premiato con lo Spiel des Jahres nel 1999 e con l’IGA nel 2000 e riesce ora in una nuova edizione con materiali sontuosi (tessere più grandi, tabellone ridisegnato e nuovi templi in resina). Gli si affianca un altro classico, Amun-Re diReiner Knizia, titolo che ha mietuto nomination e che nel 2003 ha vinto il Deutscher Spiel Preis e l’IGA; da 3 a 5 giocatori devono diventare il più famoso faraone dell’Antico Egitto conquistando province e amministrandole per accumulare ricchezze, senza dimenticare di fare offerte ad Amun-Re per garantirsi una fertile inondazione del Nilo, ma soprattutto dimostrando di saper ricostruire il Regno dopo il passaggio di orde barbariche che lo distruggeranno. Un gioco basato su meccaniche di aste e ottimizzazione gestionale, con una dotazione di materiali completamente rinnovata, dal tabellone ai meeple, fino alle nuove piramidi in resina.
Tra i giochi di carte, partiamo con un titolo ispirato alle escape room (che sembra essere il trend del momento!): Deckscape – L’ora del test di Martino Chiacchiera eSilvano Sorrentino rappresenta il primo di una serie di cooperativi tascabili dal prezzo contenuto che sfidano da 1 a 6 giocatori a scappare da una stanza usando gli oggetti disponibili per risolvere prove di logica e osservazione, scoprire indizi e ricostruire i retroscena di una storia. Proprio come nelle vere escape room la tensione crescente, il tempo limitato, i rompicapo disseminati da scoprire e risolvere sono gli ingredienti di questa serie. 3 Segreti diMartino Chiacchiera ePierluca Zizzi è un altro collaborativo di carte per 2-8 investigatori che devono investigare su casi irrisolti per scoprire, prima dello scadere dei pochi mionti a disposizione, tre segreti attraverso gli elementi delle scene rappresentate nelle carte; ma uno dei partecipanti è una spia che conosce la verità e deve essere interrogato dagli altri per raccogliere gli indizi utili al successo dell’indagine. Quando i giocatori brancolano nel buio possono ottenere indizi dall’informatore in cambio di tempo prezioso. Il gioco è supportato da un’app (Android e iOS), ma può essere giocato anche senza di essa. iConè un party game diManu Palau per 3-10 giocatori in cui si deve cercare di descrivere al meglio l’emozione che si immagina provi il giocatore di turno che pone la relativa domanda: sarà quest’ultimo a scegliere la migliore interpretazione del suo stato d’animo. Si gioca con le parole in Word Up! di Nikolay Pegasov;basato su due mazzi di carte: 2-10 giocatori dovranno essere veloci a trovare una parola che inizi con la lettera estratta da un mazzo di carte ma che risponda allo specifico contesto definito dalla carta scoperta dall’altro. The Game Extreme è la versione più estrema (appunto!) del gioco di carte di Steffen Benndorf che ha ricevuto la nomination dello Spiel des Jahres del 2016. Da 1 a 5 giocatori devono cercare di calare il massimo delle carte che hanno in mano, seguendo delle semplici regole di ordinamento cui, in questa versione, si aggiungono 28 carte commando che definiscono nuove imposizioni da rispettare. In Level 9 di Peter Wichmann da 1 a 4 giocatori usano tessere numerate per fare delle costruzioni più alte possibili, ogni volta a partire dal valore pescato da un mazzo di carte e rispettando alcuni semplici regole; dopo 20 rapidi turni si contano i punti complessivamente totalizzati da ciascuno per determinare il vincitore.
A PLAY sarà disponibile un tavolo demo con l’anteprima di Armi e Acciaio, edizione italiana di Guns & Steel che sarà disponibile a giugno 2017. Questo gioco carte, firmato da Jessie Li, coinvolge da 2 a 4 giocatori nell’eterno conflitto del genere umano: primeggiare attraverso il progresso civile e lo sviluppo produttivo oppure concentrare le risorse per costruire una potenza militare in grado di sconfiggere gli avversari?

Europa Simulazioni
Questo piccolo ma apprezzato editore piacentino, specializzato in giochi di simulazione storica, porta la sua ultima fatica, 1813: Napoleon's Nemesis, nuovo titolo della serie "The Campaigns of Napoleonic Wars" che segue il precedente 1812: The Invasion of Russia, e al quale può essere legato tramite un apposito scenario di continuity che lo rende un mega-gioco (da tener presente che a questi si aggiungeranno ulteriori uscite). È un wargame incentrato sull’anno in cui l’Imperatore dei Francesi dovette gestire i rapporti con le altre potenze europee a seguito della disfatta sul fronte russo, ed è caratterizzato da una complessità medio-bassa gestita con un set di regole a più livelli (basico, opzionale e avanzato). In anteprima sarà anche mostrato Gorizia, 1916, boardwargame di prossima uscita sulla sesta battaglia dell'Isonzo, svoltasi nell’agosto 1916 e che si concluse con la conquista italiana della città di Gorizia; per gli appassionati è sufficiente dire che il sistema di gioco su cui si basa è simile a quello dell’apprezzatissimo Strafexpedition 1916.

Fever Games
Due novità saranno portate a PLAY dal marchio dell’aeroplanino giallo, probabilmente insieme a un prototipo. Iniziamo con Boss Monster 2 – Il livello successivo, che com’è facile intuire prosegue l’esperienza dell’omonimo titolo di successo, fornendo con 160 carte nuove, ulteriori  meccaniche e opzioni a quanti lo possiedono (potendo integrare le due versioni assieme) ma anche a coloro che vorranno iniziare a giocarlo da solo. Ancora per gli appassionati di Boss Monster, a PLAY si potranno trovare i Playmat (esauriti lo scorso anno) e alcune carte promo tematiche.
Topiary è la prima produzione autonoma della Fever Games che ha come tema… quella forma d’arte basata sulla rappresentazione attraverso la sapiente potatura di piante e cespugli! I giocatori (da 2 a 4) dovranno cercare di valorizzare al massimo le sculture topiarie stampate su delle tessere, distribuendole al meglio su una mappa giardino per poi posizionare i propri visitatori in modo da far loro ammirare il maggior numero di esse.
Come anticipato, dovrebbe essere possibile vedere il prossimo titolo della Fever a opera del duo autoriale Chiacchiera-Albini,(attualmente in playtest finale e previsto per l’autunno). Si tratta di un rapido gioco per 3-5 giocatori che, in perfetto stile push your luck, devono pescano carte da un mazzo col rischio costante di “sballare” ma anche con l’opportunità di acquisire carte che forniranno poteri speciali. L’ambientazione è ancora in fase di design, ma sappiamo che si propende per un contesto di streghe e maghi che riempiono calderoni con ingredienti magici per produrre pozioni e infusi fantastici.

GateOnGames
Questo giovane editore lucchese sfoggia a Modena un ventaglio di novità di tutto rispetto. Terra-017 è un gioco strategico di Thomas Mazzantini e Samuele Sai per 2-4 giocatori che ci porta sull’omonimo pianeta, dove un’umanità in cerca di nuovi mondi tenta l’ennesima colonizzazione, attraverso la costruzione di impianti e la gestione di coloni per produrre risorse, per superare eventi e conseguire gli obiettivi che forniscono punti vittoria. Le quattro fazioni terrestri protagoniste, oltre a essere ovviamente in conflitto tra loro, dovranno vedersela anche con la resistenza dell’indigena razza aliena che, guarda un po’, sembra essere poco propensa ad accettare questi invadenti colonizzatori. Altro titolo di Thomas Mazzantini e Samuele Sai è La Famiglia, in cui dai 2 ai 4 giocatori si troveranno nella New York gangsteristica degli anni ’40 grazie a un gioco rapido nella spiegazione e veloce nello sviluppo, basato su una mano di tre carte soltanto dove bisogna semplicemente calarne una e pescarne una nuova. Ma la carte giocata va posta in uno dei due “covi” che il giocatore ha davanti a sé e che dovrà ben bilanciare prima che la polizia faccia irruzione in uno di essi. Poteri speciali delle carte, pizzini con missioni dai boss e altro aggiungono profondità strategica a questo tipico filler per tutti. Terza fatica per Thomas Mazzantini e Samuele Sai è l’espansione per 3 Kings, anzi un Set di Espansioni composto dalla Plancia dei caduti, strumento che velocizza il calcolo del punteggio delle carte in infermeria, dal Registro delle missioni che introdurrà nuovi effetti unici, attivabili mettendo il Consigliere su una missione invece che su una carta sul trono, e renderà l’esperienza di gioco sempre varia poiché numero e tipo di missioni dipende dal numero di giocatori e può cambiare da partita a partita; infine la Tavola del Gran Consiglio aggiunge un nuovo finale alle partite a 5 o più giocatori, in cui ognuno dovrà indovinare il suo compagno di fazione, mentre l’Occhio della Loggia parteciperà con dei bluff per guadagnare punti sugli errori altrui. PLAY sarà per GateOnGames anche l’occasione per l’annuncio ufficiale della partnership esclusiva con Thundergryph Games, casa editrice spagnola nota per due kickstarter di buon successo, il recente Tao Long e il precedente Overseers che sarà acquistabile con regolamento in italiano. Questo titolo di Guan Chih Huang offre un gioco basato sulla meccanica del draft coniugata a quella del bluff, in cui da 3 a 6 giocatori dovranno provare a far credere agli avversari di aver composto la migliore combinazione di cinque carte, mostrandone a terra tre scoperte e due coperte e invitando gli altri a puntare su di sé.
Informiamo infine tutti gli aspiranti autori che hanno una proposta ben definita, che alle 11 di ognuno dei due giorni della fiera sarà possibile andare allo stand per fissare un appuntamento di presentazione del loro prototipo.

Ghenos Games
Tante sono le novità portate dall'editore milanese che quest'anno può vantare di avere in catalogo il Gioco dell'Anno 2016! E infatti cominciamo proprio con l’ampio spazio che allo stand sarà dato a Pozioni Esplosive, cui si affiancherà la prima espansione. Pozioni Esplosive – Il Quinto Ingrediente aggiunge al gioco base nuove pozioni, ma anche nuove meccaniche basate sui gettoni Sgridata e Ricompensa, sul tabellone Calderone Spettrale, sulle tessere Professore e sulle nuove biglie Ingredienti jolly. Tra le altre novità troviamo Fields of Green, un gioco di Vangelis Bagiartakis basato su carte e tessere, in cui da 2 a 4 giocatori svolgono il ruolo di fattori che devono far prosperare la propria azienda agricola acquisendo nuovi campi, costruendo strutture come silos o torri d’acqua, recuperando lotti di terreni abbandonati e cercando di avere raccolti sempre più ricchi per accumulare il maggior numero di punti vittoria. Gruppi più ampi di giocatori (da 1 a 8) potranno rivolgersi a Magic Maze, pazzerello cooperativo di Kasper Lapp in cui i tipici eroi esploratori dei dungeon sono costretti a cercare di rubare armi e attrezzature da un supermarket fantasy, dopo essere stati a loro volta rapinati di tutti i loro averi! Anche Between Two Cities di Matthew O'Malley, Morten Monrad Pedersen e Ben Rosset è un gioco per ampie compagnie: da 1 a 7 giocatori devono cercare di costruire imponenti progetti urbanistici, collaborando con gli altri giocatori ma cercando di costruire città con il miglior punteggio in termini di vivibilità. Hop! diMarie Cardouat e Ludovic Maublanc  è un gioco di abilità caratterizzato da bei materiali, in cui 3-6 giocatori si cimentano nella scalata delle nuvole, cooperando, aiutando e facendosi aiutare dagli altri, ma con lo scopo di arrivare per primi al settimo cielo! Chimere di Roméo Hennion e Clément Leclercq è un gioco in cui ognuno dei maghi coinvolti (da 2 a 4 giocatori) dovrà dimostrare di essere il migliore del reame, sfidando gli altri nella creazione delle più belle chimere composte da parti di animali diversi e affrontando buffe gare di magia.

Giochi Uniti
La storica casa editrice partenopea promuove a PLAY le sue ultime uscite, iniziando da Dungeon Heroes Manager, divertente fantasy di Andrea Chiarvesio e Pierluca Zizzi che chiama da 2 a 6 giocatori a vestire i panni di impresari di ditte di bonifica di sotterranei infestati da mostri, nel turpe obiettivo di arricchirsi sulla pelle di poveri sprovveduti eroi! Rimaniamo in tema fantasy con Guilds di Christian Giove, per 2-4 giocatori che cercheranno di far primeggiare la propria gilda reclutando nuovi associati e costruendo la più bella sede della città, per guadagnare così il favore del Re. Dear Boss è la prima espansione di Lettere da Whitechapel che ci spingerà ancora di più nei sordidi bassifondi di Londra. Kingsport Festival Il Gioco di Carte di Gianluca Santopietro è il cardgame del noto gioco da tavolo in cui 3-5 “cultisti” dovranno cercare di ottenere il maggior numero possibile di punti Culto, cercando però di preservare la loro sanità mentale.
Novità assoluta per PLAY sarà l’uscita di Whitehall, gioco di deduzione e di bluff per 2-4 giocatori di Gabriele Mari e Gianluca Santopietro, un duo autoriale che rappresenta una garanzia per titoli del genere e che sarà presente allo stand per dimostrare questo loro ultimo lavoro. Altra novità riguarda la nuova edizione di Cartagena, noto gioco di Leo Colovini che si presenta con nuova veste grafica e il regolamento aggiornato. Infine, Giochi Uniti sarà presente anche nella Family Area con proposte dedicate alle famiglie e ai giocatori più piccoli.

Giochix.it
Le novità che l’editore romano porterà a PLAY sono frutto delle più recenti produzioni finanziate da operazioni di crowdfunding. In Guilds of London di Tony Boydell, proposto ovviamente in edizione italiana, da 1 a 4 giocatori cercano di ottenere la supremazia nelle Gilde della Londra pre-moderna, disponendo strategicamente i propri “uomini” attraverso l’uso di carte azione che, in alternativa, possono essere giocate per attivare azioni speciali. Potere e ricchezze potranno essere incrementati anche puntando sulle piantagioni, che periodicamente entreranno in gioco quando si risolve la fase della Crescita.Tales of the Arabian Nights è un titolo “cult” per 1-6 giocatori di Eric Goldberg che intreccia meccaniche di narrazione e di ruolo in un fantastico viaggio di esplorazione che ogni volta si riformula grazie alla combinazione di una ricchissima dotazione di materiali, finalmente tradotti in italiano. Infine sarà disponibile il prototipo di Medioevo Universalis, gioco di Nicola Iannone non nuovo ai frequentatori di fiere e festival del gioco, che con le sue 1000 miniature sembrava impossibile da pubblicare e che invece grazie a un kickstarter di successo permetterà fino a 9 giocatori di governare uno dei grandi Regni medievali del XIII secolo, gestendone commerci, progressi tecnologici e scelte politiche e diplomatiche, mentre si cerca di fronteggiare calamità naturali e invasioni barbariche che di certo non mancheranno. 

Horrible Games
La più famosa casa editrice al mondo di giochi “horribili” (!) non sarà presente ufficialmente alla PLAY (essendo distribuita in Italia da altri marchi) ma se cercate bene probabilmente li troverete in zona ospiti con il prototipo finito di Alone, il dungeon crawler asimmetrico di Andrea Crespi e Lorenzo Silva di cui vi abbiamo già abbondantemente parlato e per il quale partirà il 2 maggio un atteso Kickstarter.

MAGE company
La MAGE company è una delle poche case editrici straniere che sarà presente a PLAY con un proprio stand, principalmente per presentare i suoi titoli che verranno successivamente localizzati e distribuiti dalla Raven. Il primo titolo è Carrotia, di Malte Kühle, un gioco cooperativo per 1-6 persone di piazzamento tessere, in cui bisogna costruire dei labirinti usando le abilità speciali dei conigli che si “impersona” in un numero definito di mosse, stando attenti a finire prima che scada il tempo. Ci sarà poi The Cohort, di Jeremie Kletzkine, un gioco di carte per 2-6 giocatori in cui bisognerà competere per costruire la miglior coorte nella legione di Cesare, facendo attenzione al fatto che, finché non sono complete, le coorti avranno dei “comportamenti” che andranno anche contro chi le costruisce durante il gioco. Infine Wrong Chemistry, titolo del 2012 di Tony Cimino giunto alla sua terza edizione, in cui 2-4 giocatori cercano di alterare la forma del tabellone per farla collimare con le carte che hanno in mano. Tutti e tre i titoli sono comunque indipendenti dalla lingua, ma in occasione di PLAY avranno il regolamento in italiano.

Move The Game Edizioni
Questo nuovo editore ternano debutta sul mercato ludico con Not Alone, interessante gioco di carte per 2-7 giocatori di Ghislain Masson caratterizzato da ambientazione fantascientifica e belle illustrazioni, ma soprattutto da un singolare sistema di gestione dell’“uno contro tutti”. I giocatori (tutti tranne uno) sono i membri di una missione intergalattica naufragata sul pianeta Artemia, che con particolare intraprendenza decidono di esplorarlo, ma mal gliene incoglie perché si imbatteranno in una Creatura aliena (interpretata dall’ultimo giocatore) che inizierà a dar loro una caccia spietata usando contro di loro poteri, appunto, alieni. Inoltre dovrebbe essere disponibile (consegne permettendo!) anche Ave Roma, titolo di Attila Sz?gyi edito dalla A-Games distribuito in versione inglese (ma con materiali senza testo) che si basa su una particolare forma di worker placement, per la quale ogni lavoratore ha valori diversi e, dopo averli piazzati, può capitare di riprendersi altri lavoratori con valori diversi. Infine sarà possibile provare in forma prototipale Fly Down, di Emanuele Briano. Previsto per Giugno, è un gioco per 2-6 giocatori in cui bisogna fare il massimo punteggio con la propria mano di cinque carte, solo che tre di esse sono rivolte verso gli altri (in stile Hanabi) e si deve lavorare di scambi, deduzioni e scarti per riuscire a vincere!

MS Edizioni
L’editore forlivese porta quest’anno a Modena proposte di stampo diverso, in modo da rivolgersi a un ampio spettro di pubblico. Si inizia con Banana Bandits di Edward Chan e prodotto dalla Capstone HK, un gioco semplice e divertente in grado di coinvolgere tutta la famiglia. La sua particolarità (che balza immediatamente agli occhi!) è nel tabellone tridimensionale a forma di grattacielo, su cui sagome di simpatici gorilla devono saltellare appendendosi alle finestre, che i giocatori dovranno usare come fossero le caselle della mappa. Dai grattacieli si passa ai sotterranei con una nuova campagna per Dungeon Saga dal titolo La Fortezza Nera. Articolata in sei avventure offre, oltre al libro missioni, alle nuove tessere sotterraneo e ad altri accessori, otto miniature che rappresentano le creature della Fortezza, il tutto ovviamente per la gioia degli appassionati di dungeon crawling. E restiamo in territorio Mantic con una serie di espansioni per il gioco di miniatureThe Walking Dead: All Out War. Come è noto, questo skirmish è supportato fin dalla sua prima uscita con accessori ed espansioni che a Modena sarà possibile acquistare insieme ad alcuni kit “speciali per fiere ed eventi”, tra questi ultimi citiamo il pack Lee & Clementine con le miniature dei protagonisti del videogioco della serie Telltale, e il Kit del Camper di Dale, direttamente tratto dal fumetto e composto da un set di pannelli in MDF tagliati al laser che dovranno essere montate.
Infine due anteprime prototipali che non mancheranno di suscitare parecchio interesse tra i giocatori. La prima è Mythos, un cooperativo originariamente finanziato con un kickstarter per 1-10 giocatori e basato su un meccanismo alla Sherlock Holmes Consulting Detective, che è stato però integrato con ulteriori elementi per rendere l’esperienza di gioco più ricca e appagante. Ma l’aspetto maggiormente intrigante di questo titolo è ovviamente l’ambientazione, che come i più sagaci di voi avranno già capito si basa sui lovecraftiani Miti di Cthulhu. La seconda anteprima è legata a un altro kickstarter, di ottimo successo, sempre a opera della Mantic:Star Saga, il nuovo dungeon crawler della Mantic che riprende il sistema di Dungeon Saga, migliorandolo e trasportandolo nell’ambientazione futuristico-spaziale di Warpath (il mondo fantascientifico della Mantic).

Oliphante
Allo stand dell’editore milanese potremo trovare un mix di novità, eventi e incontri con proposte che spaziano, come sempre, dalla famiglia al giocatore appassionato . Partiamo con tre novità originariamente edite dalla casa franco-statunitense Blue Orange. Baobab di Joseph Alluè è un rapido gioco di abilità per 2-4 giovani giocatori in cui si pescano delle carte e si cerca di disporle sopra il tronco di un baobab, andando a costruire le sue ampie fronde facendo attenzione agli animali che si potranno trovare tra le foglie, poiché renderanno tutt’altro che facile il compito condizionandone la posizione! Fantastic Park di Brett J. Gilbert, per 2-5 giocatori, è basato su un meccanismo di piazzamento tessere sullo stile del domino, ma con la possibilità di sovrapporle e un originale sistema di calcolo del punteggio. Go Go Gelato di Roberto Fraga è un altro rapidissimo gioco per i più piccoli: da 2 a 4 gelatai dovranno riprodurre le combinazioni definite dalla carta estratta mettendo sui coni colorati le giuste palline di gelato, senza però toccarle con le mani o farle cadere; fortunatamente sembra che nessuno ci voglia della panna sopra! Restando in casa Blue Orange, segnaliamo inoltre la possibilità di provare in versione gigante un paio di loro successi: Kingdomino e Sixth. Tra le novità ci sarà anche Ice Cool di Brian Gomez, divertente gioco di abilità che si svolge su una bella mappa tridimensionale fatta di piste ghiacciate e di porte ristrette. Bisogna schiccherare dei pinguini che possono ruotare, saltare e prodursi in altri effetti di movimento. Obiettivo: cercare di raccogliere più pesci possibili senza farsi prendere dal guardiano, rappresentato a turno da uno dei giocatori. In attesa dell’edizione italiana, Ice Cool sarà disponibile in anteprima con poche copie in inglese e traduzione allegata.
Ospite d’onore dello stand Oliphante sarà la francese Cocktail Games con i suoi maggiori successi, tra cui il recente Imagine. Infine, in collaborazione con le Edizioni Unicopli e Kangourou, saranno presentati tre libri sul mondo del gioco: Giocatori non biologici in azione - Il computer e la teoria dei giochi di Cosimo Cardellicchio, Il Simbolismo dei Giochi di Emiliano Sciarra e Numeri - divagazioni, calcoli, giochi di Dario Zaccariotto e Dario e Silvia De Toffoli. L’evento presenziato dagli autori e dal ludo-sindaco  Furio Honsell si svolgerà sabato 1 aprile alle ore 16,30 nella Sala 30.

Placentia Games
Per le informazioni su Placentia Games consultate il paragrafo dedicato a Post Scriptum, con cui l’editore emiliano condivide lo stand e diversi progetti.

Pendragon Game Studio
Continua il supporto della casa editrice lombarda a una delle sue linee prodotto più apprezzate, Coloni Imperiali, presentando ben due espansioni a PLAY: gli Aztechi, con l’omonima fazione e con l’introduzione della religione, che prevede azioni di preghiera e benedizione che verranno estese a tutte le altre fazioni, e l’espansione Impero 3 è un numero magico che introduce la meccanica di collezione di set, per la quale si otterranno bonus e punti vittoria se si riesce a raccogliere tre carte di uno stesso colore.
Warehouse 51 è un nuovo gioco di carte a firma di Bruno Faidutti, Sérgio Halaban e André Zatz basato sul meccanismo delle aste, attraverso le quali da 3 a 5 giocatori cercano di accaparrarsi il maggior numero di manufatti fantastici e leggendari che il governo USA ha deciso di alienare, ma poiché si tratta di oggetti magici o mitologici bisognerà stare molto attenti agli effetti collaterali che il loro possesso può scatenare.
Pendragon, inoltre, presenterà a PLAY due anteprime che saranno esposte al pubblico in visione. La prima è The Way of Panda del trio autoriale Walter Obert, Andrea Mainini e Alberto Vendramini, un worker placement per 2-4 giocatori che vede protagonisti alcuni clan di panda (rappresentati con monaci, mercanti e guerrieri in plastica) impegnati a muoversi sulla mappa, costruire edifici, addestrarsi ai combattimenti, e provare a ricongiungere il nord e il sud della regione del Xian. La seconda anteprima è Xi’an, di Francesco Testini e Marco Legato, gioco incentrato sulla costruzione dell’armata di Terracotta che l’imperatore della Cina, Ying Zheng, ordinò di costruire ai suoi ufficiali imperiali (i 2-4 giocatori) che per vincere dovranno essere i migliori nel gestire squadre di artigiani per raccogliere le materie prime, modellare le statue dei guerrieri e decorarle, producendo anche le relative armi in legno e bronzo.

PlayaGame
Non si può iniziare a parlare di PlayaGame senza fare riferimento a La ricerca della felicità, il titolo di Adrian Abela e David Chircop che usa il worker placement per simulare lo sviluppo della nostra vita nel caso in cui potessimo rinascere! La notizia interessante per i fan di questo gioco è la disponibilità a PLAY del promo pack, che tra le 60 carte aggiuntive offre tre mini-espansioni (Cuccioli, Eventi e Trend) integrabili nel gioco singolarmente o combinate. Questo pack, precedentemente proposto durante la campagna di preorder, sarà disponibile alla vendita in quantità limitata, quindi a buon intenditor… Le due nuove uscite proposte alla PLAY sono il primo risultato dell’accordo che PlayaGame ha stretto con  Lautapelit.fi relativamente alla pubblicazione italiana della loro serie di mini-giochi, composta da titoli caratterizzati da regole semplici, meccaniche variate e costo contenuto. Dungeon Rush è un gioco di Rustan Håkansson e Eli Håkansson in cui da 3 a 5 giocatori controllano due eroi ciascuno, formando una compagnia di avventurieri che deve esplorare un sotterraneo articolato su tre livelli, in una gara contro il tempo e soprattutto contro il malvagio signore, il suo drago e tanti altri mostri che cercheranno di difenderne i tesori. Ovviamente chi ne arrafferà di più sarà decretato vincitore. Honshu è l’altra novità, un gioco di carte di Kalle Malmioja che impegna nel Giappone Feudale da 2 a 4 giocatori, chiamati a far prosperare la propria casata. A ogni turno tutti i giocatori calano una carte mappa della propria mano, e chi ha giocato quella di maggior valore potrà essere il primo a sceglierne una tra quelle a tavola per espandere i territori del proprio feudo, ottimizzandone il valore totale del suo punteggio. Al termine di 12 turni si verificherà il signore feudale vincitore.

Post Scriptum
Le informazioni giunteci della Post Scriptum si intrecciano con quelle di altri protagonisti di questa PLAY, all’insegna della partnership più forsennata!
Il loro stand sarà condiviso con Placentia Games, con cui verranno organizzati tavoli demo dell’apprezzato Kepler-3042 ma anche dedicati al prototipo definitivo di Grandi Laghi, gestionale ambientato tra gli indiani d’America di Danilo Sabia, già presentato la scorsa PLAY ma ormai in uscita e per il quale a Modena scopriremo il nome definitivo. Sia Danilo Sabia che Simone Cerruti Sola (autore di Kepler) saranno presenti per incontrare giocatori e appassionati.
Post Scriptum continua la fortunata serie di Drizzit Il Gioco di Carte annunciando l’Espansione 2.5 Personaggi & Poteri (più altre carte fichissime).
Firmata come di consuetudine dalla coppia Andrea Chiarvesio - Bigio, l’espansione raccoglie carte originariamente offerte in print’n play, ma che ora i fan potranno godere appieno, trovandovi un po’ di tutto (nuovi personaggi e versioni alternative dei vecchi, nuove muse, dotazioni, alleati, cristalli e boss, oltre a cinque carte inedite ed esclusive). L’espansione sarà venduta in anteprima alla PLAY e avrà in allegato l'albo Drizzit Classics, che ripropone le prime 80 strisce del fumetto, completamente ridisegnate per l’occasione. Tutto questo ben di dio, insieme all’osannato autore Bigio, saranno disponibili per acquisti e firme varie allo stand Raven Distribution.

Raven Distribution
Lo stand dell’editore ravennate sarà pieno di novità e anteprime, anche grazie agli accordi di partnership e distribuzione che si sostanzieranno in presentazioni e tavoli demo.
Cominciamo dall’anteprima di Mystic Vale, l’innovativo gioco di John D. Clair edito da AEG e basato sul card crafting system, il sistema che permette di creare le proprie carte montandole attraverso sleeve con tre slot trasparenti in cui inserire parte di esse in modo da definirne poteri ed effetti. Disponibile in versione inglese solo per le demo, Mystic Vale è previsto in edizione italiana dopo PLAY. Ancora anteprime, sono le due proposte a firma di Sir Chester Cobblepot. Kung Fu Party è un gioco per 2-10 giocatori, semplice, veloce e coinvolgente come ogni party game che si rispetti (ma è prevista anche una versione in solitario), in cui si possono sfoderare tutte le mosse e le tattiche del caso, prese un po’ dovunque (film, cartoni, videogiochi, ecc.) per fornire un completo repertorio degno di un kung fu addicted. Apokalypsis ci porterà in pieno Giorno del Giudizio, nella parte di angeli caduti (da 3 a 6) che dovranno cercare di corrompere il maggior numero di anime per portarle a Lucifero strappandole dalle ali protettrici dell’Arcangelo Michele. Forte, eh?
Allo stand Raven sarà presente anche lo staff di Tin Hat Games, noti per il GDR Urban Heroes, con l’anteprima del kickstarter di Dungeon Digger, un boardgame in stile comic-fantasy che permetterà a 2-6 giocatori di vestire i panni di costruttori di Dungeon, da riempire di trappole e fetenzie varie con l’aiuto di incompetenti servitori, per ambire al titolo di Signore dei Signori dei Dungeon.
Altro partner italiano presente allo stand sarà Crawling Chaos, con la demo di War Titans, Invaders Must Die, progetto kickstarter che propone un collaborativo in stile manga in cui ogni giocatore (da 2 a 4) pilota un Titano, enorme mech da combattimento, per affrontare orde di Kaiju, i classici mostri giganti che infestano le pellicole giapponesi, cercando di sconfiggerli senza distruggere il pianeta!
A tutto questo si aggiunge la nuova distribuzione Raven del repertorio di Monopoly e Cluedo nelle versioni in grado di soddisfare le più sfrenate fantasie nerd (Games of Thrones, Big Bang Theory, Cthulhu, Adventure Time, Sherlock, ecc.).

Red Glove
Il Guanto Rosso presenta novità e anteprime coerentemente integrate con le sue linee editoriali più note. Rush & Bash: Monster Chaseè un’espansione che raccoglie nuove emozionanti sfide per il gioco di corse più pazzo del mercato ludico italiano. Tra le novità offerte ai piloti c’è la possibilità di confrontarsi in un’interessante modalità a squadre, organizzare campionati sempre più avvincenti con un nuovo regolamento per tornei, o trovarsi a collaborare con gli altri giocatori contro terribili mostri che vogliono mettere a repentaglio il corretto svolgimento delle corse. In anteprima, si potrà provare la versione praticamente definitiva di Warstones, il nuovo titolo ambientato su Baruffus e firmato da Andrea Chiarvesio e Maurizio Favoni abbondantemente descritto in una nostra anteprima. Questo titolo, assai atteso, che si preannuncia particolarmente intrigante, basato com’è sulla costruzione di armate con un sistema a punti, sul loro schieramento strategico sul tavolo da gioco, e sulla possibilità di condurle alla vittoria… a suon di schicchere! Un titolo che dalle nostre prove è risultato divertente e veloce e che è pronto a sollecitare le doti tattiche e di destrezza di 2-4 giocatori. Infine ci sarà anche l’occasione per meglio conoscere il nuovissimo modello di prevendita Game Booster,  iniziativa che prevede una sorta di meccanismo alla kickstarter (prevendita con stretch goal) gestito però attraverso la rete vendita dei negozi fisici e monitorabile in tempo reale attraverso il sito della stessa Red Glove.

Reggie
Questa nuova realtà editoriale presenta in anteprima ELO Darkness, progetto destinato ad andare prestissimo su Kickstarter. Si tratta di un card driven che prende spunto dai tipici giochi MOBA (Multiplayer Online Battle Arena), in cui due giocatori, dopo aver preparano il proprio mazzo personalizzato scegliendo eroi e abilità specifiche, si confrontano su un’arena di combattimento dove dovranno guadagnare terreno, distruggere torri difensive e conquistare il territorio avversario. Si tratta di un gioco in cui la mappa ha un ruolo strategico fondamentale e che sicuramente durante la campagna kickstarter avrà la possibilità di arricchirsi con molti ulteriori materiali, tra i quali è già prevista la modalità multiplayer. Il prototipo della versione base, con l’artwork definitivo, sarà disponibile in anteprima in uno stand appositamente allestito nel padiglione B di PLAY.

Simulator Soccer
L’autore di questo gioco è Vincenzo Guida, ed essendone anche l’editore ha scelto la PLAY per la sua uscita ufficiale. Come si può facilmente intuire, è una simulazione di quello che per gli italiani è da sempre “lo sport più bello del mondo” ma dal panno verde esagonato, i piccoli cilindri a fungere da giocatori e la presenza di un paio di dadi, risulta evidente che questo gioco si distanzia notevolmente dal famosissimo Subbuteo. Riuscirà a diventarne un concorrente temibile? Lo potrete scoprire andando allo stand in cui viene presentato.

Sir Chester Cobblepot
Per le informazioni su Sir Chester Cobblepot consultate i paragrafi dedicati a Raven e Giochi Uniti, con cui lo studio editoriale condivide diversi progetti.

Spaceballoon Games
Finanziato con un kickstarter sul finire dello scorso anno, questa giovane casa piacentina presenterà l’anteprima di Brides&Bribes, che a breve inizierà il suo ciclo di produzione per un’uscita prevista a Giugno. Si tratta di un gioco di Andrea Gallazzi, Elisa Lenardi e Pietro Navarotto per 2-5 giocatori ambientato nella Genova del Rinascimento, dove tutto è lecito, strategia, astuzie e inganni, per ambire al titolo di Signore della città. Drakkar è la seconda proposta, firmata dal gruppo autoriale The Irregularse presentata in veste prototipale; un gioco di carte rapido e divertente in cui da 3 a 5 giocatori si contendono il ruolo di vichingo più importante dell’isola strappando le carte-risorse agli avversari per costruire navi e razziare bottini.

uplay.it edizioni
Due nuove uscite per l’editore pisano, entrambe di notevole calibro. Great Western Trail è l’apprezzato gioco di Alexander Pfister che sfida da 2 a 4 allevatori a trasferire le proprie mandrie lungo la storica linea ferroviaria tra Texas e Kansas City, in un mix sapiente di meccaniche sofisticate destinato a fare la gioia degli amanti dei german game. Agricola: versione per famiglie è, come si può immaginare, una edizione del classico di Uwe Rosenberg che pur mantenendo le caratteristiche salienti che hanno fatto il successo di questo bel gioco, lo semplifica per renderlo appetibile a un pubblico più ampio.
Ma PLAY sarà anche l’occasione per vedere due prototipi di titoli in uscita quest’anno. Creepy Falls di Alessandro Montagnani è un gioco di piazzamento a tema horror per 2-5 vampiri, ognuno alla testa di orde di mostri di varia natura, in lotta tra loro per il potere. Among us di Pierluigi Taddei e Giampaolo Grieco, ci porta in un clima di invasione aliena dove da 4 a 8 giocatori dovranno coordinare la resistenza per cercare di fronteggiare il nemico radunando gli scienziati che potranno fermarlo prima che sia troppo tardi.

 

WBS Games
La casa editrice romana specializzata in giochi di simulazione adatti a tutti presenterà a PLAY ben tre novità! Cominciamo subito parlando di Legend, l’apprezzato gioco di Carlo Amaddeo sulle corse della storica Mille Miglia: l’espansione Legend: Winds of war 1934-1940 introduce 18 nuovi marchi d’auto, oltre a un sistema di regole rivisto e ancora più simulativo (che però migliora fluidità e giocabilità), regole che sono comunque integrate con i materiali necessari per adottarle anche nel gioco base. Alla PLAY sarà possibile acquistare entrambi in offerta grazie a un conveniente bundle che permetterà di far correre sulle strade d’Italia da 1 a 6 piloti.  DARK AGES: Britannia, di Carlo Amaddeo e Paolo Ciarlo, è il primo di una serie di simulazioni storiche sulla guerra medievale; qui due giocatori si sfideranno sui campi di Fulford, Stamford Bridge e Hastings (1066) o riproducendo gli scontri degli indipendentisti scozzesi (avete presente William Wallace?). Basato su blocchetti che rappresentano le unità (la cui eliminazione è sostituita dal concetto di disorganizzazione) e sul classico sistema del card driven, il gioco si presenta come un entry-level del genere simulativo, forte della bella grafica ma anche della semplificazione delle procedure di gestione degli scontri (grazie all’eliminazione delle tabelle combattimento). Winged Victory è una simulazione dei combattimenti aerei della Prima Guerra Mondiale in una prospettiva del tutto nuova: la visione laterale! Invece di muovere le pedine su una mappa con vista dall’alto, in questo scontro tra singoli aerei (si parla di quasi 40 differenti modelli a disposizione) le sagome si muovono su una porzione di cielo come se fossero visti dalle trincee. In questo gioco di Carlo Amaddeo la qualità simulativa consente di ricreare le evoluzioni dei cavalieri dell’aria dell’inizio del secolo scorso, rendendo basilari elementi come energia, velocità e quota di volo, e impegnando da 1 a 8 giocatori in partite che possono andare dal singolo scontro a intere campagne che permettono di gestire le carriere dei vari piloti coinvolti.