Primo piano: D&D Adventurers League: si rafforza la presenza di Dungeons & Dragons in Italia

La D&D Adventurers League è la lega di gioco organizzato che la Wizards of the Coast, l'editore del gioco di ruolo più conosciuto nel mondo, sta costruendo e alimentando con un ambizioso progetto worldwide. Partita a ridosso della prima pubblicazione della quinta edizione di Dungeons & Dragons, si è rinnovata nel tempo assumendo una connotazione sempre più chiara e definita, arricchendosi di strumenti di regolamentazione delle sessioni e di intrecci narrativi sempre più coinvolgenti, fino ad arrivare alla sua terza incarnazione chiamata "Rage of Demons Edition", che sfrutta moduli commerciali ("Out of the Abyss" e Lost "Mine of Phandelver") e versioni digitali appositamente create. L'attuale storyline, che ricordiamo essere ambientata nei Forgotten Realms, segue un arco temporale che terminerà il prossimo Marzo 2016...




La struttura del gioco organizzato, prevede tre tipologie di sessioni: le D&D Encounters, le D&D Expeditions e le D&D Epics. Le prime sono sessioni brevi a trama portante in forma di campagna e sono pensate per neofiti (i primi due capitoli di out of the Abyss, ad esempio), la seconda tipologia è composta da sessioni one-shot di durata variabile e con un denominatore comune di background che le rende in qualche modo collegate mentre la formula Epics è pensata per eventi e convention in cui sono presenti molti tavoli da gioco e riproduce momenti importanti della storyline. 

Cosa interessante in questa formula di gioco organizzato è la possibilità di giocare in posti diversi. Sebbene, come è apparso evidente, i punti vendita siano il fulcro del progetto, nella lega è possibile anche giocare sessioni ufficiali in remoto e in ambienti privati. Ogni sessione viene certificata e archiviata, così come ogni giocatore (con un codice ), in modo da tracciare e certificare ufficialmente le partite. Un sistema di gestione centralizzato che permette un monitoraggio più preciso e conseguentemente un sistema di supporto più capillare anche ai negozianti.
Supporto che da qualche giorno è andato consolidandosi attraverso l'istituzione, da parte della wotc,di un referente ufficiale per il gioco organizzato in Italia. Incarico oggi ricoperto da Nicola Degobbis (nome conosciuto dai fan della prima ora di Numenera) che da qualche giorno ha creato la controparte virtuale della lega e sta supportando i retailer interessati a partecipare all'iniziativa.

Per iscriversi o avere maggiori informazioni sulla D&D Adventurers Leaguesono disponibili queste risorse online:

- Sito Ufficiale di D&D della Wizards of The Coast

- Sito dedicato agli organizzatori della D&D Adventurers League

Twitter della D&D Adventurers League

Gruppo Facebook mondiale della D&D Adventurers League

Gruppo Facebook Italiano della D&D Adventurers League

Community mondiale della D&D Adventurers League su Google+

Community Italiana della D&D Adventurers League su Google+

I negozianti e gli operatori del settore possono chiedere supporto direttamente a Nicola Degobbis

Sebbene la WOTC non abbia ancora ufficializzato (e neanche fatto trapelare) l'intenzione di tradurre il loro gdr più famoso in altre lingue, possiamo ritenere che il belpaese sia comunque entrato nel mirino della casa di Renton. A testimonianza di ciò ci sono le due presenze consecutive di Jeremy Crawford a Lucca, l'ultima delle quali fortemente incentrata sulla partecipazione del pubblico e il gioco effettivo, così come la celebrazione dei quarantennale del gioco, un evento che ha fatto parlare di se per la qualità dell'organizzazione e la positiva risposta dell'audience.