Primo piano: Fantasy Flight Games e Asmodée annunciano la fusione

Fantasy Flight Games, colosso statunitense del settore ludico, al momento titolare dei diritti per le trasposizioni di grandi brand come Star Wars e gli universi di Games Workshop, e Asmodee  Group, distributore ed editore in costante ascesa che opera in Europa, Cina e Stati Uniti, hanno appena dato  un annuncio destinato a rivoluzionare gli equilibri del mondo del gioco: i due giganti hanno appena annunciato una fusione delle due società.




Il comunicato ufficiale sottolinea che la Asmodee avrà accesso all'esperienza ventennale ed alla notevole quantità di titoli del catalogo di casa Petersen, ma d'altro canto la FFG beneficerà di una distribuzione europea capillare che includerà miglioramenti anche sul fronte del gioco organizzato.
Tuttavia, si precisa chiaramente, questo non significa una progressiva chiusura della FFG o un'incorporazione della medesima nella Asmodée: la casa statunitense continuerà a lavorare a pieno ritmo senza cambiamenti di personale dalla sua sede di Roseville, e Christian T. Petersen diventerà uno shareholder della Asmodee.

L'annuncio ufficiale riporta anche una serie di domande e risposte sulla fusione, che vi andiamo a presentare.

D: Quale sarà l'effetto sulle linee di prodotti Asmodee e FFG?

R: Sia le linee esistenti che quelle nuove della FFG continueranno ad essere sviluppate dalla FFG stessa, e commercializzate con il logo FFG. La FFG resterà un editore del tutto indipendente pur facendo parte del Gruppo Asmodee, e continua a voler creare i migliori giochi possibili. Alcuni prodotti FFG, non ancora specificati, potrebbero venire inclusi nel marchio Asmodée perché più adatti ad esso.
Allo stesso modo, sia le linee esistenti che quelle nuove della Asmodee continueranno ad essere sviluppate dal team di designer della Asmodee o da quelli ad essa affiliati, e pubblicati con il logo appropriato. Alcuni giochi, se venissero ritenuti più adatti alla pubblicazione come FFG, passeranno nel catalogo FFG.

D: Il gruppo Asmodée ha stretti legami con diversi editori di giochi come Repos, Matagot, Ystari ad altri. Che impatto avrà  la fusione su di essi?

R: Questa unione concede alla Asmodee ed ai suoi partner l'accesso alla potente presenza logistica ed operativa della FFG in Nord America, ed anche l'accesso agli strumenti di sviluppo proprietari ed alle infrastrutture manifatturiere della FFG. Al di là di questi vantaggi, l'identità, sviluppo, marketing (website, presenza alle convention) e rappresentanti commerciali dei più vicini partner editoriali della Asmodée non verranno alterati.

D: La FFG detiene importanti licenze. Che effetto avrà la fusione su di esse? Potranno essere sfruttate dagli altri partner ed affiliati Asmodée?

R: La FFG si aspetta di mantenere tutte le sue licenze, e lavorerà con la Asmodee e con i titolari delle licenze per estendere le potenzialità delle stesse a quelle parti del gruppo Asmodée che potranno avere ragione di partecipare alla strategia globale dei prodotti ed alle singole licenze.

D: Che effetto avrà questa fusione sui negozianti e distributori nordamericani?

R: Al momento non sono previsti cambiamenti nelle relazioni tra FFG ed Asmodee ed i relativi venditori e distributori nordamericani.

D: La maggior parte dei negozi al di fuori degli U.S.A. acquistano i prodotti FFG da distributori internazionali, molti dei quali traducono e pubblicano tali prodotti nelle lingue locali. Quale sarà il rapporto lavorativo tra questi distributori e l'entità combinata FFG/Asmodée?

R: Nel futuro prevedibile ci si aspetta che i prodotti attuali e in arrivo della FFG continueranno ad essere localizzati e venduti dai partner internazionali attuali della FFG. La Asmodee intende lavorare con questi stessi partner, dove possibile, per ampliare la disponibilità dei prodotti, la presenza sul mercato ed il gioco organizzato.

D: Quando si può prevedere un miglioramento dei programmi di gioco organizzato per i giocatori internazionali?

R: Sebbene si dovrebbero vedere presto progressi incrementali, i giocatori dovrebbero assumere che ci vorrà più di un anno perché tutti i miglioramenti previsti vengano implementati.


Attendiamo quindi di scoprire quali saranno le prime reazioni del mercato a questa fusione e quali ripercussioni potranno esserci , in particolare, qui da noi in Italia.