Notizie Flash: Continua la battaglia legale per portare Dungeons & Dragons al cinema

Come forse ricorderete, è in corso una disputa sui diritti di realizzazione di un nuovo lungometraggio cinematografico che riporti sul grande schermo l'universo fantastico del gioco di ruolo Dungeons & Dragons. Da un lato abbiamo la Warner Bros che ha incaricato la Sweetpea (già casa di produzione dei precedenti film per il cinema e la tv di D&D) del nuovo adattamento, dall'altro abbiamo la Universal Pictures, che dopo aver ottenuto i diritti di utilizzo dalla Wizards of the Coast, ha ingaggiato il regista Chris Morgan per un reboot della saga. La disputa in tribunale è fissata per il prossimo Marzo, ma nel frattempo la Sweetpie non è stata ad aspettare, si è già rivolta due volte ai giudici a giugno e a settembre, sia per dimostrare che i presupposti per accusarli di violazione di diritti non ci sono mai stati, sia per muovere loro stessi una causa contro WotC per aver avviato un film su D&D ben sapendo che ce ne era uno già in lavorazione.
L'ultima mossa dei legali di Sweetpea di qualche giorno fa, riportata da Deadline, sta a dimostrare come la casa di produzione in tribunale non ci voglia proprio arrivare: hanno depositato un ricorso secondo cui i capi di accusa sono per la maggior parte inapplicabili, in quanto la sceneggiatura incriminata non è stata scritta da loro, e comunque la sceneggiatura sviluppa un soggetto chiamato "Chainmail", che non deve per forza essere ricondotto a D&D (nonostante tutti gli appassionati sappiano che Chainmail è stato il wargame precursore del famoso gioco di ruolo).
Sicuramente la WotC non rimarrà a guardare, visto che è intenzionata a realizzare questo film come parte del lancio promozionale di D&D nel 2014, anno in cui vedrà luce l’attesa nuova edizione del gioco.



Altre Notizie Flash