Anteprime: [PLAY 2011] A Ravenna si combatte una battaglia cruenta con e-Nigma

La simulazione di battaglie storiche è senza dubbio uno degli argomenti più sfruttati in campo ludico, eppure le battaglie italiane – anche di una certa importanza – sono spesso poco note persino agli abitanti della penisola. Con questo “Battaglia di Ravenna” si cerca invece di ricordare uno degli scontri storicamente più importanti del 1500 ma anche della storia della guerra (a causa delle tattiche usate durante lo scontro).

Il gioco è ad opera del prolifico gruppo di sviluppo e-Nigma, è ancora in fase di prototipo alfa, ma i meccanismi base sono abbastanza chiari. L’obiettivo è quello di concludere lo sviluppo del gioco prima del 2012, anno in cui si celebrano i  500 anni dallo storico scontro...




Naturalmente si simula il solo scontro, in cui le forze spagnole si arroccarono dietro un terrapieno con fossato e cercarono di resistere alle forze francesi e della Lega Santa. La vittoria francese tuttavia non fu utilissima dato che la Lega Santa dovette poi ritirarsi dalla Lombardia.

Il gioco si svolge su un tabellone diviso in aree, con diversi tipi di terreno. Su un lato del tabellone c'è un indicatore di morale, che può determinare la sconfitta di uno dei due eserciti, mentre sulla destra ci sono due indicatori di punti Onore.
Le unità a disposizione dei giocatori, tutte rigorosamente storiche, sono rappresentate da pedine, a ciascuna delle quali è associata una carta. Oltre a nome e comandante, le unità hanno diversi valori (per il movimento ed il combattimento contro unità di tipo diverso).
Data l'epoca, abbiamo unità di picchieri (capaci ovviamente anche di sparare), unità di artiglieria, ed unità di cavalleria. Movimento e capacità di combattimento variano a seconda del terreno e dell'avversario, ed inoltre alcune unità hanno un valore di movimento variabile determinato con il tiro di un dado (ma varia di poco, di solito da 1 a 2).

I dadi previsti nel gioco sono tre, ciascuno di un determinato colore, e su ogni faccia riportano due numeri: uno piccolo per il movimento ed uno grande per il combattimento.
Le unità sconfitte in combattimento non vengono necessariamente distrutte, ed infatti sulle relative carte è riportato il destino delle unità a seconda che debbano solo ripiegare o che vadano in rotta.

Nonostante il regolamento sia ancora in fase di rielaborazione, è possibile segnalare alcuni punti interessanti. Innanzi tutto il gioco dovrebbe risultare giocabile anche in più di due giocatori; infatti si cercherà di permettere la collaborazione tra i giocatori (che impersoneranno i vari generali), ma questo sistema prevede anche la confusione sul campo di battaglia oppure la resistenza di alcune truppe ad ubbidire ad ordini di comandanti diversi dal loro.
Il disubbidire agli ordini o il compiere alcune azioni particolari porterà un'oscillazione del morale dell'esercito. Se l'indicatore del morale arriva all'ultima casella verso uno dei due schieramenti, quello schieramento ha perso la battaglia. D'altro canto, alcune azioni particolarmente valide permettono di accumulare punti Onore che sono altrettanto importanti.
Inoltre, sono previste carte Evento che simuleranno gli avvenimenti della battaglia ed avranno effetto più o meno pronunciato sullo scontro.

Il tutto è mirato principalmente a simulare l'importante scontro del quale ricorre proprio l'anno prossimo il cinquecentennale, ed il gioco sarà improntato anche ad essere usato come strumento scolastico, proprio per insegnare la storia di questa battaglia sin troppo spesso dimenticata anche dai libri di storia nostrani.

Come dicevamo in apertura, la volontà di e-Nigma è di lanciare il gioco in occasione delle celebrazioni per questo importante anniversario. Qualunque sarà l’editore interessato a cogliere questa occasione, potremo contare anche su un’ edizione speciale a tiratura estremamente limitata (e stesso destino potrebbe incontrare Collapsible D, il gioco sul Titanic anch’esso legato a un’importante celebrazione l’anno prossimo: 100 anni dalla scomparsa della nave in seguito allo scontro con un iceberg)

Naturalmente noi cercheremo di darvi sempre più informazioni sullo stato di avanzamento dei lavori di questo che sembra un promettente wargame adatto a diverse fasce di giocatori. Nell'attesa potete dare un'occhiata alla nostra galleria di foto scattate a PLAY durante la presentazione del prototipo.