Primo piano: Martin Wallace porta il Mondo Disco sui tavoli da gioco

Intravisto alla scorsa Discworld Convention, confermato alla recente Australian Games Expo, giunge l'annuncio di un nuovo gioco da tavolo che farà la gioia dei fan del prolifico Martin Wallace e del fantastico Mondo Disco, l'universo creato da Terry Pratchett.

Terry Pratchett non ha realmente bisogno di presentazioni: è un scrittore famosissimo anche nel nostro paese, le sue opere sono state tradotte in tutto il mondo e il suo mondo piatto che si regge sul dorso di quattro elefanti in piedi sul guscio della tartaruga Grande A'Tuin è noto sia agli appassionati di fantasy che a tutti coloro che amano leggere un buon libro... 




Mondo Disco è stato rappresentanto, oltre che sui romanzi, anche in film d'animazione, fumetti, giochi di ruolo, videogiochi e recentemente in telefilm trasmessi dalla BBC.

A parte qualche timida apparizione, non vi era ancora stata una versione "da tavolo" degna di nota. A colmare questo vuoto giunge nientepopòdimeno che Martin Wallace e la sua Treefrog Games.

Ankh-Morpork, questo il titolo, sarà un gioco di piazzamento ambientato nella storica città teatro di molto dei famosi romanzi. Il patrizio Lord Vetinari è misteriosamente scomparso, i giocatori saranno a guida di alcune delle colorite corporazioni e gilde cittadine che cercheranno di prendere il controllo della città. Per quanto non siano definiti i dettagli (la versione che gira attualmente per le fiere è chiaramente un prototipo), il meccanismo annunciato sarà piuttosto semplice e veloce: pescare una carta caratterizzata da uno dei tanti personaggi noti della saga e applicare una delle azioni che questa riporta.

La squadra di illustratori convocati per riprodurre le immagini del tabellone (la mappa cittadina) e delle carte sarà coordinata dallo scultore Bernard Pearson, artista ben noto per le sue produzioni legate al Mondo Disco.

Il gioco è atteso per ottobre 2011, l'edizione americana sarà a cura di Mayfair, quella tedesca di Kosmos.

E quella Italiana? Rimaniamo in attesa di notizie ma siamo ben certi che, anche solo per il setting, questo gioco sarebbe un colpo sicuro per il pubblico nostrano.