Primo piano: HeroQuest: ufficializzato l'arrivo nei negozi in italiano nel 2022

HeroQuest italianoAlle 19:00 di ieri si è concluso l’embargo su una notizia a lungo attesa: l’arrivo anche nei negozi nostrani di un’edizione del nuovo HeroQuest completamente in italiano. Notizia in realtà ampiamente prevedibile da oltre un anno, vista la comparsa delle possibilità di acquisto sugli store di molti dei paesi per cui il gioco è stato tradotto in fase di crowdfunding e vista l’importanza mostrata per il rilancio dei marchi Avalon Hill e HeroQuest sul fronte retail durante lo scorso evento di report agli azionisti Hasbro.

Nonostante questo, al momento dell’annuncio ufficiale si è creata non poca confusione: all’unisono parecchi distributori, negozi online e negozi fisici hanno, per l’appunto, dato la notizia della possibilità di preordinare la scatola a prezzi di partenza differenti (su cui vengono quindi applicate scontistiche differenti) e con indicazioni differenti sulla disponibilità del prodotto e delle espansioni (che al momento non sono ancora state annunciate in italiano).




Ricapitolando quindi le informazioni giunte da Hasbro Italia: la nuova versione di HeroQuest, realizzata tramite una fortunatissima campagna in crowdfunding nel settembre del 2020, è preordinabile oggi presso tutti i negozi che ne faranno richiesta ai molteplici distributori che lo hanno già chiesto o lo richiederanno ad Hasbro (compreso Amazon). L’arrivo sugli scaffali è previsto per febbraio 2022 con un prezzo al pubblico a partire da 139,90 euro.

Hero Quest

Si tratta della scatola base comprensiva dello storico tabellone, 65 miniature, il mobilio, 90 carte, il libro delle missioni e tutto quello che ha reso HeroQuest negli anni ‘90 una pietra miliare della storia del gioco e il titolo di riferimento per il genere Dungeon Crawling. Il tutto completamente rivisto da un punto di vista estetico sia per quanto riguarda le illustrazioni che le nuove miniature.

HeroQuest

Chiaramente non saranno presenti al suo interno gli stretch goal sbloccati durante la campagna di finanziamento e non sono state ancora annunciate le scatole delle espansioni, ma è facile immaginare che anche queste arriveranno a breve viste le iniziative con cui la divisione Avalon Hill sta già supportando il gioco. Prima di tutto con il rilascio della Companion App che permette di giocare in modalità cooperativa (senza un master che prenda i panni Zargon) già disponibile in italiano. E poi con il lancio, avvenuto proprio in questi giorni negli states, dei Commander of the Guardian Knights: una scatola della nuova linea Hero Collection con due nuovi personaggi da utilizzare nelle nostre avventure.

HeroQuest Commander of the Guardian Knights

Non resta che aspettare quindi Febbraio dell’anno prossimo per tornare a visitare i dungeon e abbattere i mostri “come ai vecchi tempi”. Nel frattempo dobbiamo segnalare un nuovo capitolo della triste vicenda riguardo la versione di HeroQuest, ad opera degli spagnoli di GameZone, che avrebbe dovuto celebrare il 25 anniversario ma che si è rivelato essere un progetto dalle dubbie fondamenta legali e che difatti è finito nelle aule di tribunale. Sulla pagina dello shop online di questo discutibile prodotto, Ludofilia (la società dietro GameZone) annuncia di aver rinunciato all’utilizzo del marchio HeroQuest (in accordo con Hasbro) e di aver rinominato il suo gioco TseuQuesT. Con l’occasione ha anche comunicato una nuova data di arrivo per la sua scatola, spostandola al primo trimestre del 2022 e offrendo la possibilità ai finanziatori del progetto originale di scambiare il proprio preorder con una scatola del nuovo HeroQuest di Hasbro.

Tseuquest

Insomma, nonostante gli anni passati e i tentativi più o meno opinabili di riportare in auge il titolo, il vecchio re dei Dungeon Crawler è decisamente tornato con tanto di patenti reali ufficiali: impugniamo di nuovo la spada e andiamo a salvare il buon vecchio Sir Ragnar, per rivivere le nostre prime avventure in un nuovo secolo!